Charlotte, nuovi scontri, Clinton e Trump rimandano visita

(ANSA) – NEW YORK, 24 SET – Hillary Clinton e Donald Trump rimandano la visita a Charlotte, dove per la quarta notte consecutiva ci sono state proteste per l’uccisione di Keith Lamont Scott. I due candidati alla Casa Bianca rispondono così all’appello del sindaco, Jennifer Roberts, che – in piazza con i manifestanti – invita ripetutamente alla calma, perché – dice – la violenza non consente di veicolare il messaggio in modo giusto. Le tensioni di Charlotte riportano il tema della razza in campagna elettorale, soprattutto in vista del primo dibattito fra i due candidati in calendario lunedì. Le proteste intanto a Charlotte, dove è scattato il coprifuoco, sono continuate per la quarta notte consecutiva. Ad agitare i manifestanti è il video girato dalla moglie di Keith Lamont Scott che, pur non chiarendo alcuni dettagli fondamentali, offre un nuovo quadro dell’accaduto. Nel filmato girato dalla moglie di Scott si sente chiaramente la donna dire agli agenti di “non sparare, non è armato”.

Condividi: