Calcio: Aia, Nicchi “Se Ferrari vince non cambia ingegneri”

(ANSA) – ROMA, 24 SET – “Non capisco perché si voglia ancora continuare a insistere sulla questione del terzo mandato e delle percentuali. Se la Ferrari vince due campionati del mondo non manda via gli ingegneri. Totti gioca fino a 40 anni. Oggi non ci sono leggi o regolamenti che pongono limiti temporali. Quando li metteranno, ne prenderemo atto. Ma oggi la democrazia dice che ai vertici dell’azienda debba esserci qualcuno capace. Non pretendo che sia così per me, ma qualcosa di buono pretendo che mi sia riconosciuto”. Così il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, all’assemblea elettiva in corso a Fiumicino per eleggere il nuovo presidente. Nicchi, in corsa per il terzo mandato, si riferisce alle polemiche sulla modifica della norma che prevede l’abbassamento del quorum di rielezione dal 76% al 55% per la rielezione al terzo mandato. Lo sfidante, Antonio Zappi ha replicato: “Se verrò eletto uno dei miei primi atti sarà la nomina di una commissione chiamata a limitare a due i mandati”.

Condividi: