Russia: ombra brogli su elezioni, illegittime per Navalni

(ANSA) – MOSCA, 24 SET – Elezioni “oneste” come dice Putin o “illegittime” come sostiene invece l’oppositore e grande escluso di queste legislative, Alexiei Navalni? Certo il voto di domenica scorsa in Russia per rinnovare la Duma “non è stato immacolato”: la stessa presidente della Commissione elettorale, Ella Pamfilova, lo ha dovuto ammettere subito di fronte ai video che mostrano degli individui inserire nelle urne una caterva di schede elettorali in un sol colpo (come avvenuto a Rostov sul Don e a Nizhni Novgorod). Pamfilova ha però sottolineato che in linea di massima le elezioni sono state regolari. Chi ha ragione dunque? In attesa di una risposta, dopo essersi assicurato – complici una nuova legge elettorale ‘ad hoc’ e la bassissima affluenza – ben 3 deputati su 4, Putin ha già deciso chi sarà il presidente di questa nuova blindatissima Duma. La scelta è caduta su Viaceslav Volodin: il vice capo dell’amministrazione presidenziale e responsabile della politica interna.

Condividi: