Crollo palazzo: Sos residenti, demolire ciò che resta

(ANSA) – ROMA, 25 SET – I residenti dei palazzi coinvolti dal crollo dell’altra notte nei pressi di Ponte Milvio, a Roma, chiedono che l’edificio semi-crollato venga demolito nel più breve tempo possibile, così da ripristinare quanto prima una situazione di ‘normalità’ e limitare i rischi per le palazzine circostanti, ancora in piedi. E’ quanto è emerso dalla riunione del neonato ‘comitato dei residenti’, che si è tenuta questa mattina. “In un Paese civile e in una città come Roma – spiegano i portavoce – le istituzioni l’unica cosa che sanno fare è cintare un palazzo? Questo è un problema per tutta la cittadinanza, non rimuoverlo subito è un costo enorme per la collettività: vigili urbani a tutti gli incroci, negozi che non saranno frequentati. Questa situazione deve essere presa in mano subito dal Comune e dal Municipio”. Stando alle prime stime non ufficiali, sarebbe attorno ai 200 mila euro la spesa che i condomini dell’edificio semi-crollato dovrebbero spendere per la demolizione della palazzina.

Condividi: