Bosnia: serbi Rs votano controverso referendum, clima teso

(ANSAmed) – SARAJEVO, 25 SET – In un clima di tensione si sta votando oggi nella Republika Srpska (Rs), l’entità a maggioranza serba di Bosnia, un controverso referendum se tenere il 9 gennaio la festa nazionale dei serbo-bosniaci. Si tratta di una consultazione vietata dalla Corte costituzionale della Bosnia, perché ritenuta dai giudici discriminatoria nei confronti dei croati, bosniaci musulmani e altri non serbi che risiedono nella Rs. Con la consultazione il leader serbo-bosniaco, Milorad Dodik, che non nasconde le sue mire separatiste e la sua ostilità verso uno stato bosniaco centralistico dominato da una Sarajevo a suo avviso sempre più islamizzata, intende istituzionalizzare la giornata del 9 gennaio come festa nazionale della Rs. La tenuta del referendum viene considerata dal resto della Bosnia e dalla comunità internazionale una provocazione e una sfida alla stabilità dei Balcani a 21 anni dalla fine della sanguinosa guerra. Scontata la vittoria dei sì. Le urne si chiuderanno alle 19 e alle 15 aveva votato il 39,6%.

Condividi: