La ripresa parte dai bar e ristoranti, 30 in più al giorno

Pubblicato il 26 settembre 2016 da ansa

Ripresa parte da bar,ristoranti,30 in più al giorno

Ripresa parte da bar,ristoranti,30 in più al giorno

ROMA. – La ripresa parte da Bar e ristoranti: dal 2012 sono quasi 29.000 le nuove attività di ristorazione, al ritmo di circa trenta nuove imprese ogni giorno, che hanno aperto prendendo il posto dei negozi che chiudono. Un fenomeno che nel Mezzogiorno fa registrare un boom e che in Italia potrebbe portare alla creazione di 100.000 posti di lavoro nei prossimi due anni.

E’ quanto emerge da un rapporto dell’Osservatorio Confesercenti in cui si calcola che dal 2012 si è avuta una crescita dell’8,3%. Un trend in controtendenza rispetto a quello delle imprese del commercio in sede fissa, diminuite nello stesso periodo del 3,5%.

Complessivamente, ad agosto 2016, le attività di ristorazione e bar sono oltre 372mila e offrono lavoro a 1,3 milioni di persone, un decimo dell’occupazione privata in Italia. Ma la situazione del settore è ancora difficile, rileva Confesercenti: un’impresa su due cessa entro i primi tre anni di vita. E se a pesare sono in primo luogo le tasse, che “tra Imu e Tari sono particolarmente esose”, si spiega nel rapporto, è anche vero che serve più formazione in un “un settore estremamente competitivo, dove non ci si può improvvisare e chi non si forma non avrà chance di successo”.

Dietro l’aumento di queste attività c’è la crescita della spesa in ristorazione passata da 52,3 miliardi di euro del 2001 ai 76,4 miliardi del 2015 (+46%). Il maggior numero di esercizi è nel Mezzogiorno, dove si contano oltre 11mila nuovi bar e ristoranti rispetto al 2012, con una crescita del 10,8%, decisamente superiore alla media italiana (+8,3%).

Particolarmente notevole, nel Sud, è l’incremento di bar e altri pubblici esercizi: nel periodo sono aumentati di 4.392 unità, con una velocità (+9,4%) più che doppia rispetto a quella del totale del Paese (+4,5%). A livello regionale, il boom di bar e ristoranti è guidato dalla Sicilia (+13,8%), seguita da Campania (+12%), Lazio (+10,6%), Puglia (+9,6%) e Toscana (+9,4%).

Così, se nel 1991 ristoranti e bar costituivano il 19% delle attività commerciali, nel 2016 la quota ha raggiunto il 37%: 20% ristoranti e 17% bar. A crescere sono stati soprattutto i ristoranti, quasi quadruplicati in 25 anni. Ad accelerare la progressiva ‘sostituzione’ delle imprese del commercio al dettaglio con i pubblici esercizi ci ha pensato anche la crisi dei consumi.

Dal 2012 ad oggi, infatti, il saldo di aperture e chiusure di impresa nel commercio al dettaglio in sede fissa è negativo per oltre 96mila unità. Il settore più penalizzato è quello della moda con un calo di 9.518 negozi (-7%).

Ultima ora

12:04Natale: Gdf Gorizia sequestra 31.500 luci a led irregolari

(ANSA) - TRIESTE, 9 DIC - La Guardia di Finanza di Gorizia ha sequestrato un carico di 31.586 luci natalizie a led di fabbricazione cinese, provenienti da Lubiana (Slovenia) a bordo di un Tir e destinate a Roma, per un valore di circa un milione di euro. I finanzieri hanno controllato il mezzo pesante a Villesse (Gorizia), nei pressi del casello autostradale. Il conducente, presentando un documento di trasporto generico, ha dichiarato di provenire dalla capitale slovena e di essere diretto alla sede di un grossista, dove avrebbe dovuto consegnare le lampade, sbarcate al porto di Capodistria da una società con sede a Dunakeszi (Ungheria). Il rappresentante della società ungherese e il destinatario, un commerciante cinese residente a Roma con precedenti per contraffazione e frode in commercio, sono stati denunciati per contraffazione e vendita di prodotti industriali con segni mendaci. Il sequestro della merce è stato convalidato dal sostituto procuratore della repubblica di Gorizia, Paolo Ancora. (ANSA).

12:00Basket: Nba, cade ancora il Denver di Gallinari

(ANSA) - ROMA, 9 DIC - Ancora una sconfitta per i Denver Nuggets di Danilo Gallinari, battuti in casa 92-85 dai Washington Wizards. La notte Nba è amara per il campione azzurro, autore di 14 punti, il suo team è costretto a incassare il quinto stop nelle ultime sei gare e si cominciano a vedere i fantasmi di un'annata durissima. I Nuggets di Gallo erano partiti bene e lo stesso giocatore italiano è stato molto determinato e aggressivo, seppur con tante imprecisioni, ma nella seconda parte di gara gli avversari che pure erano andati sotto fino a 12 punti, hanno risalito la china e sorpassato i rivali. Continua invece la marcia positiva dei Golden State Warriors, alla loro 20ma vittoria stagionale. La vittima della notte Nba sono gli Uthah Jazz, battuti 106-99. Nelle altre gare della notte, si segnala il ritorno alla vittoria in trasferta dei Chicago Bulls che con il punteggio di 95-91 affondano i San Antonio Spurs. Largo successo esterno anche del Toronto sul Minnesota 124-110.

11:46Corte europea, gare pubbliche anche per mercatini di Natale

(ANSA) - BOLZANO, 9 DIC - Niente vin brulé senza gara pubblica: la Corte di giustizia europea ha stabilito con una recente sentenza che anche gli stand dei mercatini di Natale vanno assegnati tramite un concorso pubblico "con criteri trasparenti e neutrali", perché le bancarelle si trovano su suolo pubblico e soprattutto in numero molto limitato. Il caso - scrive la Tiroler Tageszeitung di Innsbruck - è stato sollevato da alcuni candidati della zona del lago di Garda e di centri balneari italiani, che non erano stati presi in considerazione nell'assegnazione. La sentenza della Corte europea, secondo il giornale, comporterà l'obbligo di pubblicazione della gara non solo sui giornali locali, ma anche delle regioni limitrofe. L'esperto di diritto europeo, Walter Obwexer spiega alla Tiroler Tageszeitung che i Comuni potranno comunque pretendere l'utilizzo di prodotti locali per garantire il carattere regionale dei mercatini.

11:36Caso Fortuna: mamma, qui per aiutare a fare giustizia

(ANSA) - NAPOLI, 9 DIC - "Sono sempre pronta quando si tratta di fare giustizia e chiarezza sulla morte di mia figlia". Lo ha detto Domenica Guardato, nell'aula 116 del Tribunale di Napoli dove sta per iniziare la quarta udienza sul processo sulla morte di Fortuna Loffredo, la bimba lanciata nel vuoto dall'ottavo piano il 24 giugno del 2014, del palazzo dove abitava, nel parco Iacp di Capitano (Napoli). "Ogni volta che vengo qui non riesco a dormire - ha detto ancora Domenica Guardato - perché devo vedere gli assassini di mia figlia, perché per me sia Raimondo che Marianna sono gli assassini di Chicca. Però per fare giustizia per mia figlia sono pronta a tutto". In aula anche Raimondo Caputo, accusato dell'omicidio di Fortuna e Marianna Fabozzi, accusata di non avere impedito le violenza sessuali sulle sue figlie. (ANSA).

11:33Germania: Bild, militante Pegida arrestato per bomba Dresda

(ANSA) - BERLINO, 09 DIC - Un giovane militante del movimento anti-islamico Pegida, Nino K. di 29 anni, è stato arrestato dalla polizia nell'ambito delle indagini sulla bomba esplosa davanti a una moschea a Dresda, nella settimana precedente al 3 ottobre, quando nel capoluogo sassone si celebrò la festa nazionale con Angela Merkel e il presidente Joachim Gauck. Lo riferisce la Bild online citando fonti giudiziarie. La Dpa conferma un arresto, citando il centro operativo di difesa di Lipsia, senza però aggiungere particolari sull'identità. La Bild online ricorda che nell'estate 2015, Nino K. aveva letto una lettera aperta a Merkel durante una manifestazione di Pegida nella quale attaccava "stranieri criminali" e "africani pigri".

11:31Turchia: ‘legati a Gulen’, mandato cattura per 87 accademici

(ANSAmed) - ISTANBUL, 9 DIC - La procura di Istanbul ha spiccato stamani 87 mandati di cattura nei confronti di accademici turchi dell'università statale di Istanbul, accusati di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Secondo l'agenzia statale Anadolu, 51 arresti sono già stati effettuati in 12 province. Tra i ricercati, ci sarebbe anche Abdurrahim Karsli, docente alla facoltà di giurisprudenza e fondatore del partito Merkez, da tempo indicato come vicino ai 'gulenisti'. (ANSAmed)

11:28Due immigrati del Bangladesh feriti a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 9 DIC - Due immigrati del Bangladesh sono stati aggrediti e feriti in via Duomo a Napoli. Alla Polizia, che indaga sul fatto, hanno riferito di essere stati avvicinati da un gruppo di sconosciuti che li hanno accoltellati senza - hanno riferito agli agenti - alcun motivo. Uno dei due ha 32 anni ed è stato ferito a collo ed alla spalla. L'altro, di 29 anni, alla spalla. Trasportati dal 118, sono stati portati all'ospedale Loreto Mare. Per loro una prognosi di 15 e 7 giorni, entrambi sono stati dimessi. La Polizia indaga sia per accertare le cause dell'accoltellamento che il movente.(ANSA).

Archivio Ultima ora