Incendiario seriale condannato a Oristano a 2 anni 4 mesi

Pubblicato il 26 settembre 2016 da ansa

(ANSA) – ORISTANO, 26 SET – Si è concluso con una condanna a due anni e quattro mesi di reclusione il processo per incendio doloso a carico di Antonio Dessì, il giovane di Terralba arrestato il 7 giugno scorso in flagranza di reato con l’accusa di essere l’autore di una serie di roghi appiccati nelle campagne alla periferia del paese. L’arresto era stato eseguito dal personale del Corpo Forestale della Stazione di Marrubiu e del Nucleo investigativo dell’Ispettorato provinciale di Oristano a conclusione di una prolungata indagine. Sorpreso con la sua bicicletta non lontano da un incendio appena appiccato in località Pauli Sa Ussa, il giovane era riuscito a scappare ma arrivato a casa aveva trovato ad aspettarlo la pattuglia della Forestale. Dessì ha sempre respinto l’accusa, ma il giudice per l’udienza preliminare Enrica Marson ha ritenuto più che sufficienti le prove a suo carico e lo ha condannato a due anni e quattro mesi. (ANSA).

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

14:08Scuola senza fondi non fa corso recupero, nulla bocciatura

(ANSA) - GENOVA, 26 APR - Una scuola, anche se mancano i fondi, non può bocciare uno studente se prima non garantisce nei tempi dovuti un corso di recupero per dare la possibilità di rimediare a carenze in una materia di studio. Così il Tar della Liguria ha permesso a una studentessa di un istituto superiore di Chiavari di opporsi alla non ammissione alla terza classe obbligando la scuola a rivalutare la sua preparazione dopo il ricorso presentato dai genitori. La ragazza è stata promossa alla fine del percorso di applicazione del piano di offerta formativa (Pof) imposto dal Tar consistente in un corso di recupero di 6 ore e una nuova verifica in matematica, la materia in cui aveva evidenziato insufficienze. La vicenda giudiziaria si riferisce all'anno scolastico 2015-2016 ma si è conclusa in questi giorni con la pronunzia del Tar che ha preso atto dell'ammissione alla classe successiva verbalizzata dal consiglio di classe a inizio 2017 condannando il Ministero dell'Istruzione al pagamento di 2 mila euro per le spese di giudizio. "Il Pof richiede nei casi più gravi, come quello della studentessa, l'attivazione di corsi di recupero - spiega il Tar nell'ordinanza che ha messo in discussione la bocciatura -. Il mero invito a intensificare lo studio non appare sufficiente a ritenere adempiuto quanto richiesto dal Pof".(ANSA).

14:03Calcio: De Laurentiis, Sarri ha clausola da 8 milioni

(ANSA) - NAPOLI, 26 APR - "Sarri ha un contratto che lo lega a noi per molti anni e ha una clausola penale, che può scattare soltanto tra un'altra stagione, di 8 milioni di euro". Così il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis parlando in un'intervista a Beln Sports dei rapporti tra la società e l'allenatore azzurro. "Non mi sembra poco come penale per andare ad allenare da qualche altra parte", ha aggiunto De Laurentiis.

14:02Killer ricercato: rubato nella zona kit di pronto soccorso

(ANSA) - BOLOGNA, 26 APR - Un kit di pronto soccorso, con bende, garze e disinfettante. La cassetta era in un garage-ripostiglio vicino ad un casolare ed è sparita nella zona in cui si sta concentrando da giorni la caccia a Norbert Feher, serbo accusato di tre omicidi dalle Procure di Bologna, Ferrara e Ravenna. A constatarne la mancanza è stato di recente il proprietario dello stabile, che però non ha saputo dire agli investigatori con esattezza a quando risale il furto. Bisognerà approfondire se parte del contenuto del kit sia il materiale trovato l'8 aprile nel Fiorino abbandonato dal killer a Molinella, prima di far perdere le tracce. Nel furgoncino erano state repertate garze e cerotti, utilizzate presumibilmente dal ricercato per le ferite rimediate il primo aprile nella colluttazione con il barista di Budrio Davide Fabbri, ucciso con un colpo di pistola. Intanto le ricerche proseguono e in mattinata c'è stato un nuovo approfondito controllo in un casolare a Consandolo (Ferrara) da parte dei Carabinieri. (ANSA).

13:59Calcio: serie A, quattro squalificati per un turno

(ANSA) - ROMA, 26 APR - Cristiano Biraghi (Pescara), Mattia De Sciglio e Jose Sosa (Milan), Blerim Dzemaili (Bologna). Sono i quattro giocatori di serie A che dovranno saltare il prossimo turno, secondo quanto deciso dal giudice sportivo dopo le gare dello scorso fine settimana.

13:53Lega: segretario Treviso, “Gentilini non ci rappresenta più”

(ANSA) - VENEZIA, 26 APR - "Giancarlo Gentilini non è più rappresentativo della nostra idea di leghismo". Lo ha detto oggi il segretario provinciale della Lega, Dimitri Coin, come conseguenza delle recenti esternazioni sulla stampa dell'ex sindaco-sceriffo di Treviso. Coin ha spiegato che la lista presente nel Consiglio Comunale di Treviso a nome Gentilini "non sarà più di appoggio alla Lega Nord". Non si tratta di un'espulsione, ha aggiunto il segretario, anche perché "la segreteria provinciale non può praticarla".

13:46Salvini attacca stampa italiana, “brutta cosa essere servi”

(ANSA) - ROMA, 26 APR - "Italia al 52° posto al mondo per "Libertà di stampa" secondo il rapporto di Reporter senza frontiere, preceduta da Papua Nuova Guinea, Argentina, Tonga, Botswana, Malta e Romania... Infatti sui 10.000 patrioti presenti ieri a Verona nel nome della Legittima Difesa poco e niente, mentre di Renzi sappiamo anche quando va in bagno. Che brutta cosa essere servi. Per fortuna che esiste la Rete, anche se la Boldrini la vuole imbavagliare. Viva la LIBERTÀ!". Lo scrive Matteo Salvini su Facebook riferendosi alla copertura giornalistica dell'evento di ieri a Verona sulla legittima difesa.

13:42Gb: ancora bufera su United, coniglio gigante muore in volo

(ANSA) - ROMA, 26 APR - E' ancora bufera sulla United Airlines: un coniglio gigante e' morto a bordo di un volo transatlantico e le foto dell'animale imperversano nel cyberspazio sollevando lo spettro di un nuovo incubo di pubbliche relazioni per la compagnia aerea Usa dopo il disastro del passeggero vietnamita rimosso con la forza da un aereo a causa di overbooking. Il coniglio - di nome Simon, destinato a diventare il più grande del mondo - e' deceduto nella stiva di un Boeing 767 in volo dall'aeroporto londinese di Heathrow all'aeroporto internazionale O'Hare di Chicago: lo stesso dove due settimane fa David Dao - un medico 69enne di origine vietnamita - era stato trascinato di peso fuori da un aereo United per far posto al personale del vettore. L'allevatrice del coniglio ha detto al Sun che sta valutando un'azione legale contro la compagnia aerea. Simon, che era lungo 91,5 centimetri ed aveva 10 mesi, sarebbe presto diventato il più grande del mondo, strappando il primato a suo padre - Darius - che misura 134,1 centimetri.

Archivio Ultima ora