Colombia: l’accordo con le Farc apre una nuova era di pace

Pubblicato il 26 settembre 2016 da ansa

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ordina alle forze governative il definitivo cessate il fuoco con le FARC dopo lo storico accordo di pace.

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ordina alle forze governative il definitivo cessate il fuoco con le FARC dopo lo storico accordo di pace.

BOGOTA’. – L’accordo di pace fra il governo di Bogotà e le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc), che sarà firmato oggi a Cartagena de Indias, segna l’inizio di una nuova era per il paese sudamericano, segnato con il sangue da una guerra civile durata più di mezzo secolo.

Per l’occasione il presidente colombiano, Juan Manuel Santos – che si è giocato la sua intera carriera politica nella trattativa di pace con la guerriglia – ha organizzato celebrazioni senza precedenti, con più di 2.500 invitati alla cerimonia ufficiale, che si svolgerà nel cortile centrale del Centro di Conferenze di Cartagena, sulla costa caraibica della Colombia.

Quindici presidenti, 27 ministri degli Esteri – per l’Italia, il viceministro Mario Giro – il segretario dell’Onu Ban Ki-Moon, la responsabile Ue per la politica estera Federica Mogherini e le massime autorità delle principali organizzazioni regionali e multilaterali saranno presenti all’appuntamento.

Un ruolo particolare è riservato al segretario di Stato della Santa Sede, il cardinale Pietro Parolin, che presiederà una cerimonia liturgica per la riconciliazione del popolo colombiano nella chiesa di San Pietro Clavier, nel centro storico di Cartagena, prima della firma dell’accordo.

In tutte le chiese del paese sono previsti riti e celebrazioni equivalenti, che si svolgeranno alla stessa ora. Santos renderà anche omaggio alle forze armate e alla polizia nazionale, per ricordare “il loro contributo per l’ottenimento della pace e il sacrificio che hanno offerto per poter arrivare a questo momento storico”, secondo quanto ha annunciato il governo.

Anche i rappresentanti delle vittime del conflitto – decine di migliaia di morti, e oltre 29 milioni di rifugiati interni, la cifra più alta al mondo fino alla guerra in Siria – saranno presenti alla cerimonia, insieme alle più alte autorità nazionali e regionali.

Particolare rilievo sarà dato ai rappresentanti dei paesi che hanno contribuito direttamente ai negoziati: Norvegia, dove è iniziata la trattativa; e Cuba, dove è finita, insieme ai paesi latinoamericani che le hanno accompagnate, Cile e Venezuela, e quelli che le hanno appoggiate: Stati Uniti, Santa Sede, Unione Europea e Nazioni Unite.

Una volta siglata l’intesa fra governo e guerriglia, essa dovrà essere confermata dai cittadini colombiani, in un referendum che si svolgerà il prossimo 2 ottobre. Secondo il più recente dei sondaggi sulle intenzioni di voto, diffuso venerdì scorso a Bogotà, il ‘sì’ otterrebbe il 54% delle preferenze, contro il 34% per il ‘no’ e con un 12% di elettori ancora indecisi.

Ultima ora

15:43Pallavolo: azzurri, ultimi test in Olanda

(ANSA) - FIUMICINO, 17 AGO - Ultimi due test match domani e dopodomani in Olanda per la nazionale maschile di pallavolo prima degli Europei in programma in Polonia dal 24 agosto al 3 settembre. Dopo qualche giorno di riposo a cavallo di Ferragosto, la squadra di Gianlorenzo Blengini, radunatasi ieri sera presso il Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti di Roma, è diretta ad Amsterdam. Dopo le due amichevoli con l'Olanda, la nazionale sarà quindi di ritorno domenica a Roma per poi ripartire martedì 22 agosto per la Polonia. I convocati: Matteo Piano, Fabio Ricci, Simone Buti, Daniele Mazzone, Luca Vettori, Giulio Sabbi, Iacopo Botto, Luigi Randazzo, Oleg Antonov, Filippo Lanza, Simone Giannelli, Luca Spirito, Fabio Balaso, Massimo Colaci e Nicola Pesaresi.

15:39Calcio: Dortmund, Barcellona non si è avvicinato a Dembelè

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - "Il Barcellona non si è avvicinato di un millimetro alla firma di Dembelé". Hans-Joachim Watzke, direttore sortivo del Borussia Dortmund, ha decisamente negato che il club tedesco sia vicino a raggiungere un accordo con il Barcellona per il trasferimento dell'attaccante francese Ousmane Dembelé. Il dirigente ha così smentito, in una dichiarazione al giornale sportivo Kicker, quanto aveva affermato il ds del club catalano, Pep Seguro, che aveva dato per molto vicina la conclusione della trattativa.

15:34Guardia costiera soccorre marittimo con problemi salute

(ANSA) - CROTONE, 17 AGO - Il primo ufficiale di coperta di un mercantile in transito al largo di Crotone è stato soccorso da una motovedetta della Guardia costiera dopo che dalla nave era stato chiesto lo sbarco d'urgenza per motivi di salute. Attivata la procedura di evacuazione medica con l'ausilio del Cirm, il Centro Internazionale Radio Marittimo di Roma, l'uomo è stato trasbordato poco dopo sulla motovedetta Sar della Capitaneria di porto e condotto nello scalo di Crotone dove lo aspettavano i medici del 118. Nonostante le sue condizioni non destassero particolari preoccupazioni, è stato portato in ospedale per accertamenti. Subito dopo la motovedetta è stata impegnata in un'altra operazione di soccorso. Una barca a vela con cinque persone a bordo, tra cui una donna e due adolescenti, si è incagliata alla foce del fiume Neto. I militari hanno verificato le condizioni di salute delle persone e dopo avere trasbordato sul proprio mezzo la donna ed i ragazzi, hanno provveduto anche a disincagliare la barca. (ANSA).

15:32Calcio: Paulinho “grazie Barça ti ripagherò’

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - "E 'un momento speciale della mia vita e ringrazio tutti lo sforzo fatto per farmi venire qui. Cercherò di ricompensarvi con grandi partite, sono fiducioso". Queste le prime parole di Paulinho Bezerra, appena acquistato dal Barcellona dal Guangzhou Evergrande per 40 milioni e che lo ha presentato oggi. "Si tratta di una richiesta dello staff tecnico e dell'allenatore", ha detto il presidente Josep Maria Bartomeu. "Dove giocherò? Io spero solo di aiutare i miei compagni - risponde il brasiliano - e giocherò dove è necessario. Se devo stare in difesa, sarò in difesa, ma dipenderà dalle circostanze delle partite. In Europa non ha avuto molta fortuna: 'E' vero, ho avuto un ottimo inizio di stagione al Tottenham, poi nella seconda parte mi è mancata la continuità. Forse il mio soggiorno in Premier non è stato quello che avrei voluto e ho dovuto aspettare e Guangzhou dove ho trovato le mie opportunità. Adesso mi sento pronto per giocare nel Barça e so che questa squadra può vincere ogni partita".

15:29Doping: ciclismo, positivo Samuel Sanchez

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - La medaglia d'oro di Pechino 2008 nella prova di ciclismo su strada, lo spagnolo Samuel Sanchez Gonzalez è stato trovato positivo a un controllo antidoping del 9 agosto scorso. Lo comunica l'UCI, la federazione internazionale del ciclismo, che ha provveduto a sospendere temporaneamente il corridore, in attesa delle controanalisi. La sostanza rilevata nel campione è il GHRP-2, uno stimolatore degli ormoni della crescita. Il controllo è stato organizzato e condotto dalla Fondazione Anti-Doping Cycling (CADF), organismo indipendente su mandato dall'UCI, incaricato di definire e attuare la strategia antidoping nel ciclismo. Sanchez, 39 anni, che corre per il team BMC, nella sua carriera iniziata nel 2000, oltre all'oro olimpico nella prova in linea, ha vinto una tappa e la classifica scalatori (maglia a pois) e 5 tappe della Vuelta, in cui è giunto terzo nel 2007 e secondo nel 2009.

15:23Basket: Milano, Pianigiani si presenta

(ANSA) - MILANO, 17 AGO - Simone Pianigiani si presenta come nuovo coach dell'EA7 Milano nel giorno del primo allenamento con un video che il club 27 volte campione d'Italia pubblica sui propri canali social: "C'è un grande senso di responsabilità e di motivazione - le prime parole di Pianigiani nella sua nuova veste - nell'essere il nuovo allenatore dell'Olimpia. La società ha un grande progetto europeo con alle spalle una storia importante che non deve essere dimenticata. Ho un grande rapporto con Dan Peterson, sono cresciuto sui suoi libri di basket e ho visto la sua Olimpia combattente. Noi dobbiamo portare in campo lo spirito di chi ci ha preceduto in questa storia gloriosa per costruire un futuro altrettanto importante".

15:21Mafia: Pg, boss Bari libero nel 2019, già scontati 20 anni

(ANSA) - BARI, 17 AGO - Sta scontando gli ultimi 6 anni, un mese e 28 giorni di detenzione il boss del quartiere Japigia di Bari 'Savinuccio' Parisi, al quale i Carabinieri hanno notificato un provvedimento di cumulo pene per complessivi 27 anni 2 mesi e 14 giorni di reclusione, in buona parte già scontati. Il cumulo di pene - si legge nel provvedimento della Procura generale di Bari - riguarda 11 condanne definitive inflitte al boss a partire dal 1983 e che lo hanno portato in carcere complessivamente per più di 20 anni negli ultimi 3 decenni. Stando al calcolo fatto adesso dal Pg, che ha anche revocato circa 3 anni di indulto di cui Savino Parisi ha usufruito, al boss restano da scontare circa 6 anni, iniziati a decorrere nel marzo 2016, quando è stato nuovamente arrestato per una estorsione. Finirà di scontare la sua pena - riporta l'atto giudiziario - il 4 maggio 2022 ma, considerati i 1215 giorni di liberazione anticipata, potrebbe tornare libero - se non detenuto per altra causa - il 5 gennaio 2019, fra circa un anno e mezzo.

Archivio Ultima ora