Colombia: l’accordo con le Farc apre una nuova era di pace

Pubblicato il 26 settembre 2016 da ansa

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ordina alle forze governative il definitivo cessate il fuoco con le FARC dopo lo storico accordo di pace.

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ordina alle forze governative il definitivo cessate il fuoco con le FARC dopo lo storico accordo di pace.

BOGOTA’. – L’accordo di pace fra il governo di Bogotà e le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc), che sarà firmato oggi a Cartagena de Indias, segna l’inizio di una nuova era per il paese sudamericano, segnato con il sangue da una guerra civile durata più di mezzo secolo.

Per l’occasione il presidente colombiano, Juan Manuel Santos – che si è giocato la sua intera carriera politica nella trattativa di pace con la guerriglia – ha organizzato celebrazioni senza precedenti, con più di 2.500 invitati alla cerimonia ufficiale, che si svolgerà nel cortile centrale del Centro di Conferenze di Cartagena, sulla costa caraibica della Colombia.

Quindici presidenti, 27 ministri degli Esteri – per l’Italia, il viceministro Mario Giro – il segretario dell’Onu Ban Ki-Moon, la responsabile Ue per la politica estera Federica Mogherini e le massime autorità delle principali organizzazioni regionali e multilaterali saranno presenti all’appuntamento.

Un ruolo particolare è riservato al segretario di Stato della Santa Sede, il cardinale Pietro Parolin, che presiederà una cerimonia liturgica per la riconciliazione del popolo colombiano nella chiesa di San Pietro Clavier, nel centro storico di Cartagena, prima della firma dell’accordo.

In tutte le chiese del paese sono previsti riti e celebrazioni equivalenti, che si svolgeranno alla stessa ora. Santos renderà anche omaggio alle forze armate e alla polizia nazionale, per ricordare “il loro contributo per l’ottenimento della pace e il sacrificio che hanno offerto per poter arrivare a questo momento storico”, secondo quanto ha annunciato il governo.

Anche i rappresentanti delle vittime del conflitto – decine di migliaia di morti, e oltre 29 milioni di rifugiati interni, la cifra più alta al mondo fino alla guerra in Siria – saranno presenti alla cerimonia, insieme alle più alte autorità nazionali e regionali.

Particolare rilievo sarà dato ai rappresentanti dei paesi che hanno contribuito direttamente ai negoziati: Norvegia, dove è iniziata la trattativa; e Cuba, dove è finita, insieme ai paesi latinoamericani che le hanno accompagnate, Cile e Venezuela, e quelli che le hanno appoggiate: Stati Uniti, Santa Sede, Unione Europea e Nazioni Unite.

Una volta siglata l’intesa fra governo e guerriglia, essa dovrà essere confermata dai cittadini colombiani, in un referendum che si svolgerà il prossimo 2 ottobre. Secondo il più recente dei sondaggi sulle intenzioni di voto, diffuso venerdì scorso a Bogotà, il ‘sì’ otterrebbe il 54% delle preferenze, contro il 34% per il ‘no’ e con un 12% di elettori ancora indecisi.

Ultima ora

00:46Pallavolo: Superlega, vincono Trento e Perugia

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - Risultati della 25/a giornata, 13/a di ritorno, del campionato di Superlega di pallavolo. Revivre Milano-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (17-25, 17-25,23-25); Diatec Trentino-Exprivia Molfetta 3-0 (25-14, 25-18, 25-23); Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Top Volley Latina 3-1 (27-25, 29-27, 20-25, 25-23); Calzedonia Verona-Kioene Padova 3-0 (25-15, 25-19, 25-20); LPR Piacenza-Gi Group Monza 2-3 (18-25, 22-25, 28-26, 25-17, 12-15); Biosì Indexa Sora-Bunge Ravenna 0-3 (21-25, 20-25, 18-25); Cucine Lube Civitanova-Azimut Modena domani. Classifica: Civitanova 64 punti; Trento e Perugia 59; Modena e Verona 50; Piacenza 40; Monza 34; Ravenna 32; Vibo Valentia 29; Latina 26; Molfetta e Sora 20; Padova 19; Milano 15. Civitanova e Modena una partita in meno.

00:37Champions: Allegri “Juve paziente e brava,prova di maturità”

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - "Non è la realizzazione di un sogno: abbiamo fatto una buona partita, soprattutto sul piano della personalità. Dopo i primi cinque minuti di leggera sofferenza abbiamo preso la partita in mano. I ragazzi sono stati bravi, pazienti". Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, a Premium dopo la bella vittoria sul Porto. Soddisfazione personale dopo le vicende degli ultimi giorni? "Normale che nell'arco della stagione ci siano dei momenti di tensione - risponde riferendosi alla vicenda Bonucci - sennò ci annoieremmo: diciamo che questa vittoria è arrivata nel momento giusto e nel modo giusto. Siamo entrati nel momento più importante della stagione: dobbiamo affrontare questo momento con entusiasmo, voglia, spensieratezza e incoscienza. Abbiamo ancora ampi margini di miglioramento, ma i ragazzi stasera hanno dato prova di grande maturità".

00:21Champions: Pjaca “più contento del risultato che del gol”

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - "Sono molto contento. Per noi è una vittoria importante: il gol mi fa felice, ma sono più contento del risultato della squadra. Anche a Torino, però, dovremo giocare seriamente: partire dal 2 a 0 ottenuto qui è un bel vantaggio, ma non dovremo avere cali di concentrazione". Così Marko Pjaca ai microfoni di Premium dopo la partita al 'Do Dragao'. "Se mi sento più titolare? Rispetto le decisioni del mister, io cerco di fare sempre il meglio tutte le volte che vengo chiamato in causa", ha concluso.

00:14Calcio: Champions League, Siviglia-Leicester 2-1

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - Siviglia-Leicester 2-1 (1-0) nell'incontro di andata degli ottavi di finale di Champions League disputato in Spagna. Le reti: Sarabia al 25', Correa al 62', Vardy al 73'. Il ritorno il 14 marzo in Inghilterra.

00:07Calcio: Champions League, Porto-Juventus 0-2

(ANSA) - OPORTO (PORTOGALLO), 22 FEB -La Juventus batte il Porto 2-0 nell'andata degli ottavi di finale di Champions League ipotecando il passaggio del turno. Buon primo tempo della squadra di Allegri che si rende pericolosa con Dybala al 23' dopo una combinazione con Khedira e Higuain. Il Porto rimane in 10 al 27' per l'espulsione dell'ex interista Alex Telles che rimedia due cartellini gialli in un minuto. La Juve insiste e va vicina al gol prima con Cuadrado e poi con Khedira. Al 39' Casillas salva su Higuain e al 45' Dybala coglie un palo con un sinistro da fuori area. ll Porto si fa vedere dalle parti di Buffon solo al 48' con un colpo di testa di Herrera. La Juve, agevolata dalla superiorità numerica, continua a fare la partita, al 60' una conclusione di Khedira si spegne sul fondo poi ci prova Higuain. Al 72' i bianconeri sbloccano il risultato con Pjaca, entrato 5' prima al posto di Cuadrado. Due minuti dopo il raddoppio di Dani Alves, che aveva appena sostituito Lichtsteiner. Ritorno allo Juventus Stadium il 14 marzo.

23:50Gay: Iene, revocato finanziamento 55mila euro Andoss

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - Con un provvedimento del Capo Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanna Boda,è stata avviata la procedura di annullamento solo per l'associazione Anddos dei finanziamenti relativi al bando oggetto di polemiche. Lo comunicano le Iene sui loro account Facebook e Twitter specificando che l'annuncio é stato dato loro dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi. Di fatto questo significa la revoca del finanziamento di 55mila euro alla sola associazione Andoss.

23:47Prescritta violenza bimba, Orlando: scuse a nome Stato

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - "Chiedo scusa a nome dello Stato, anche se naturalmente il Ministero non ha dirette competenze. In fondo rappresentiamo complessivamente il sistema giustizia e se succedono questi episodi non possiamo che, con poche parole, scusarci". Lo dichiara a Matrix Andrea Orlando, ministro della Giustizia, a seguito della prescrizione del reato di abusi sessuali a danno di una bambina, avvenuto 20 anni fa e andato in prescrizione nei giorni scorsi a Torino. "Ho disposto un'ispezione per ricostruire la dinamica che ha portato a questo tremendo risultato per lo Stato e per le persone coinvolte".

Archivio Ultima ora