Crac Pellicano: condanna Ponzoni dimezzata in appello Milano

(ANSA) – MILANO, 26 SET – La Corte d’Appello di Milano ha ridotto da 10 anni e mezzo di reclusione a 5 anni e 10 mesi la pena che era stata inflitta in primo grado a Massimo Ponzoni, ex assessore lombardo all’Ambiente, arrestato nel 2012 e che era imputato per un totale di 20 capi di imputazione, dalla bancarotta al peculato fino alla corruzione. Ponzoni è stato prosciolto in secondo grado da sedici dei 20 capi di imputazione. In particolare, l’ex assessore è stato condannato per il crac di due società, Immobiliare Mais e Pellicano, per un episodio di presunta corruzione legato al piano attuativo di un centro commerciale del Comune di Desio (Monza) e per le informazioni riservate che avrebbe ottenuto da un ex carabiniere. In secondo grado, tra l’altro, è stato assolto il geometra Rosario Perri, mentre sono stati condannati per il presunto episodio corruttivo del piano di attuazione di Desio l’ex assessore all’Urbanistica del Comune, Antonio Brambilla (3 anni) e il presunto intermediario Filippo Duzioni (2 anni e 6 mesi).

Condividi: