Referendum costituzionale: si vota il 4 dicembre

Pubblicato il 26 settembre 2016 da ansa

Si svolgerà il 4 dicembre il referendum costituzionale: lo ha stabilito il Consiglio dei ministri avviando la procedura che prevede ora l'indizione da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Renzi avverte: "La partita è adesso e non tornerà. Non ci sarà un'altra occasione"

Si svolgerà il 4 dicembre il referendum costituzionale: lo ha stabilito il Consiglio dei ministri avviando la procedura che prevede ora l’indizione da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Renzi avverte: “La partita è adesso e non tornerà. Non ci sarà un’altra occasione”

ROMA. – Si svolgerà il 4 dicembre il referendum costituzionale: lo ha stabilito il Consiglio dei ministri avviando la procedura che prevede ora l’indizione da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Renzi avverte: “La partita è adesso e non tornerà. Non ci sarà un’altra occasione”.

Ma le opposizioni in coro criticano una data giudicata troppo lontana, mentre la maggioranza invita a parlare di contenuti. Il presidente della Cei, Angelo Bagnasco, nella prolusione al Consiglio permanente, ha esortato i cittadini a informarsi e a votare in un appuntamento decisivo.

Già da fine luglio le indiscrezioni indicavano nel periodo tra il 27 novembre e il 4 dicembre la possibile data del referendum, per assicurare la prima lettura alla Camera della Legge di Bilancio, come sembrerebbe che anche il capo dello Stato Mattarella e la Commissione Europea avrebbero suggerito, così da mettere comunque in sicurezza la Manovra.

Al termine del Consiglio dei Ministri, interpellato sui motivi della scelta caduta sul 4 dicembre, il sottosegretario alla presidenza Claudio De Vincenti ha detto che “non ci sono ragioni particolari” e che sono stati solo rispettati i tempi della legge.

Di parere opposto le opposizioni, da Paolo Ferrero (Prc) a Giorgia Meloni e Matteo Salvini, passando per Forza Italia e Sinistra Italiana. Per i capigruppo di Si, Loredana De Petris e Arturo Scotto “Renzi vuol vincere col trucco”: una campagna così lunga, dicono, gli consentirà di avvalersi di una Rai “mai così di parte”.

Ma ciò non consentirà a Renzi, a giudizio di Renato Brunetta, di vincere perché alcuni sondaggi danno in vantaggio il “no”, come ha rilevato anche il Financial Times. “Ora conosciamo la data di scadenza di questo governo” ha ironizzato Giorgia Meloni, mentre Massimo D’Alema ha detto che la vittoria del “no” darà “una ‘sveglia’ a un premier troppo arrogante”.

Insomma, anche se Renzi ha smesso di “personalizzare” lo fanno i suoi avversari facendo capire il tono della campagna. La maggioranza, da Ettore Rosato (Pd) a Enrico Zanelli (Sc), da Dore Misuraca (Ncd) a Pino Pisicchio (presidente del gruppo Misto), salutano positivamente la data scelta che consentirà ai cittadini di informarsi e invitano le opposizioni a confrontarsi sui contenuti della riforma approvata dal Parlamento.

L’episcopato, come di consueto, non dà indicazioni di voto ma invita a recarsi alle urne per un “appuntamento importante”. “Il nostro invito – ha detto il cardinal Bagnasco – è di informarsi personalmente, al fine di avere chiari tutti gli elementi di giudizio circa la posta in gioco e le sue durature conseguenze”. Quindi la Cei esorta a considerare non solo i contenuti della riforma ma anche le diverse possibili conseguenze politiche (“tutti gli elementi”). Insomma un invito a un giudizio ponderato e non emotivo.

Il premier, pronto ad un tour che partirà idealmente da Firenze – in occasione degli otto anni della sua candidatura alle primarie per diventare sindaco – è consapevole che il test è decisivo. “La partita è adesso e non tornerà. Non ci sarà un’altra occasione”, ha scritto ai militanti del Pd, chiedendo loro un impegno attivo. Ma, come suo costume, mostra anche ottimismo: “Sono certo che non sprecheremo questa occasione”.

“Nel merito la questione è semplice – prosegue – Vogliamo superare il bicameralismo paritario sì o no? Vogliamo ridurre il numero dei parlamentari si o no? Vogliamo contenere i costi delle istituzioni si o no? Vogliamo cancellare il CNEL si o no? Vogliamo cambiare i rapporti Stato Regioni che tanti conflitti di competenza hanno causato in questi 15 anni si o no? Questo è il quesito referendario. Così stabilito dalla Legge, non dal marketing”.

Un ragionamento che riduce ad un un concetto ancora più netto: “Vogliamo avere un Paese più stabile e più semplice o vogliamo tornare alle bicamerali D’Alema-Berlusconi, o consegnarci a una strana forma di democrazia diretta in cui una srl di Milano controlla la democrazia interna di uno dei più grandi partiti del Paese e si lega ai propri amministratori da contratti privati con tanto di penali da pagare? La partita è tutta qui”.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

21:30Calcio: Manchester, lutto al braccio e minuto di silenzio

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Manchester United e Ajax, squadre finaliste di Europa League, hanno osservato un minuto di silenzio prima della partita in corso ora alla Friends Arena di Stoccolma, in onore delle vittime dell'attentato di lunedì sera al concerto di Ariana Grande. Ben prima del termine dell'omaggio, con i giocatori abbracciati in mezzo al campo, il pubblico non ha trattenuto il silenzio e si è unito in un applauso inneggiando alla città colpita dal terrorismo. La squadra di Mourinho gioca con il lutto al braccio.

21:08Calcio: Mourinho, giocheremo senza felicità

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Mi aspetto una grande partita e mi aspetto che il Manchester United non sia giudicato da questa partita per tutta la stagione: ma soprattutto, giochiamo una finale di Europa League senza la felicità che comporterebbe". Così José Mourinho parla della sfida all'Ajax, tornando ad esprimere il dolore per l'attentato di Manchester. "Di solito, partite così si giocano con la felicità dentro - ha detto il tecnico portoghese pochi minuti prima del fischio d'inizio a Stoccolma - ma questa volta non è così, non può essere così".

21:03Bambino investito da un’auto a Roma, è grave

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Un bambino di 5 anni è stato investito da un'auto nel pomeriggio a Roma. E' accaduto in via Laodicea, zona San Paolo. Il piccolo è stato trasportato in gravi condizioni dal 118 in ospedale. Sembra fosse in compagnia di uno zio quando è stato travolto. Sul posto per i rilievi la polizia locale. Dalle primissime informazioni, sembra che il bambino sia sbucato all'improvviso tra le auto in sosta per attraversare quando l'auto lo ha investito in una stradina stretta che costeggia un piccolo parco pubblico. Secondo quanto si è appreso, in quel punto non ci sarebbero le strisce pedonali. Il piccolo è stato trasportato in ospedale in codice rosso, ma sembrerebbe non sia in pericolo di vita. La polizia locale sta effettuando accertamenti per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Sono state raccolte alcune testimonianze. Sembrerebbe che il bimbo sia un nomade e che quando è stato investito fosse in compagnia di uno zio.

20:58Ddl toghe sporche: Senato approva all’unanimità

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - L'Aula di Palazzo Madama approva il ddl che inasprisce le pene per i magistrati che commettono i reati contro la Pubblica Amministrazione con 178 sì, senza contrari né astenuti. Il provvedimento passa ora all'esame della Camera

20:53Renzi, Rosatellum ha numeri Camera, vediamo se a Senato

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "La mia posizione è il Mattarellum, al Mattarellum dicono di no. Abbiamo presentato il Rosatellum, secondo me alla Camera i numeri potrebbe averli: bisogna che gli altri ci dicano se li ha anche al Senato o no". Lo dice Matteo Renzi, interpellato a margine del Maurizio Costanzo Show. "Vediamo un po', il punto vero è che noi stiamo facendo le cose sul serio per accogliere l'invito del presidente della Repubblica, dopodiché gli italiani valuteranno chi sta dalla parte della soluzione e chi no", aggiunge.

20:49G7: Politico, Trump mantiene incertezze su commercio e clima

(ANSA) - WASHINGTON, 24 MAG - Commercio e clima tengono in sospeso il testo del comunicato finale del G7 di Taormina a causa delle incertezze mantenute sino ad oggi dagli americani. Lo scrive Politico, citando alcuni dirigenti e diplomatici stranieri e uno americano. Finora, secondo Politico, la parte statunitense ha sottoposto punti generici che impediscono di definire con precisione le posizioni che i leader discuteranno venerdì e sabato in Sicilia. Un dirigente americano che ha visto i 'key point' Usa ha riferito che Washington ha accettato di includere solo un linguaggio generico nel 'communique' del G7, come "promuovere la prosperità economica e la crescita globale". E ha anticipato che Trump parlerà "delle pratiche commerciali sleali e di altre questioni globali, come il ruolo dell'innovazione nell'economia, l'uguaglianza delle donne e la sicurezza alimentare". (ANSA).

20:38Blitz Gdf in filiale Unicredit a Olbia, s’indaga per usura

(ANSA) - OLBIA, 24 MAG - La Guardia di finanza di Olbia ha acquisito una serie di documenti in una filiale Unicredit della città gallurese, relativi a finanziamenti erogati alla Cite Commerciale Srl,a seguito del fallimento di quest'ultima. Oggi al direttore della filiale è stato notificato un ordine di esibizione firmato dal Procuratore della Repubblica di Tempio, Domenico Fiordalisi. L'attività, coordinata dal maggiore delle Fiamme gialle Marco Salvagno, è stata disposta nell'ambito di un'inchiesta che ipotizza il reato di usura ai danni della società olbiese. La Cite commerciale srl, che si occupava della vendita di materiale e impianti idraulici, era fallita a causa di debiti per una somma vicina ai 3 milioni di euro maturati con le banche. La Procura di Tempio sta procedendo con le indagini per verificare se i tassi applicati ai prestiti avessero superato i limiti previsti dalla legge. Si parla di interessi sui prestiti che arriverebbero, stando ai conteggi effettuati da un consulente, sino al 18 per cento. (ANSA).

Archivio Ultima ora