Roma: Tutino si tira indietro

(ANSA) – ROMA, 27 SET – “Mi tiro indietro, sono da 20 giorni sulla graticola” e “lascio per il clima che c’è all’interno del partito che dovrebbe sostenere la giunta di Roma”. Così Salvatore Tutino, da molti indicato come candidato all’assessorato al Bilancio del Comune di Roma, che, parlando con l’ANSA, rivendica di essere “un tecnico non condizionato da adesioni acritiche”. “Il primo che si alza batte un colpo – dice Tutino – e anche le persone animate da buone intenzioni, e serie come la Raggi, se non sono messe nelle migliori condizioni non possono fare molto”. “Io volevo fare qualcosa per la mia città ed ero disposto a fare un lavoro da tecnico – racconta -. Non è un fatto di curriculum o di capacità, ma sono fatti legati alle beghe politiche, in un contesto in cui tutti sono in grado di parlare e di sostenere falsità”.

Condividi: