Tav: giornalisti aggrediti in Val Susa, processo a No Tav

(ANSA) – TORINO, 27 SET – La procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio del leader storico dei No Tav della Valle di Susa, Alberto Perino, per un episodio legato all’aggressione di una troupe di giornalisti di H24-Corriere Tv. Il 29 febbraio 2012 i teleoperatori vennero circondati e affrontati da una quarantina di persone mentre, a Chianocco (Torino), stazionavano nei pressi dell’autostrada Torino-Bardonecchia, dove era in corso un presidio No Tav: le loro attrezzature furono danneggiate e portate via. Perino è stato chiamato a rispondere di ricettazione perché, dopo quella che il pm ha definito una “vera e propria attività di mediazione”, restituì ai giornalisti il materiale che aveva preso in consegna. Il difensore, l’avvocato Danilo Ghia, ha detto invece che “non solo Perino non ha commesso reati, ma ha avuto dei meriti”. L’udienza si aprirà domani. La richiesta di rinvio a giudizio riguarda altre due persone, che risponderanno, a seconda delle condotte contestate, di rapina, violenza privata e danneggiamento.(ANSA).

Condividi: