Mafie: pg Viola, non sottovalutare infiltrazioni in Toscana

(ANSA) – FIRENZE, 27 SET – “Occorre prestare grande attenzione, in una regione importante come la Toscana, caratterizzata da grande dinamismo e da vivacità economica di primario rilievo, al rischio di infiltrazioni e di radicamento di organizzazioni di stampo mafioso, connotate dalla elevata capacità di penetrazione in importanti settori produttivi”, “bisogna pertanto rifuggire da ogni forma di sottovalutazione della questione, che rischia di favorire la dinamica espansiva di tali organizzazioni criminali”. Lo ha detto il nuovo procuratore generale presso la corte di appello di Firenze, Marcello Viola, stamani nel suo saluto alla cerimonia di insediamento al palazzo di giustizia di Firenze. Marcello Viola, 59 anni, finora a capo della procura di Trapani, ha anche sottolineato la necessità di “rafforzare l’azione repressiva nei confronti di una criminalità che ha come fine quello della formazione di illecite ricchezze”.

Condividi: