Sisma: non ci sono più sfollati nel campo di Pescara Tronto

(ANSA) – ANCONA, 27 SET – Non ci sono più sfollati nella tendopoli di Pescara del Tronto, la frazione di Arquata simbolo del sisma del 24 agosto nelle Marche. Oggi, fa sapere la Protezione civile regionale, nella tendopoli sono rimasti solo 31 volontari, che stanno chiudendo le tende e mettendo via le attrezzature. In totale in pochi campi ancora attivi e nelle varie tende sparse allestite nelle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata (per un totale di 177 tende) dormono ancora 610 persone. Le altre sono tornate nelle proprie case agibili, o hanno trovato una sistemazione nelle seconde case o in albergo. Il campo di Spelonga di Arquata è stato smantellato, a Pretare si stanno chiudendo le tende, a Montemonaco il campo è stato chiuso. Sono però ancora oltre 1.600 i pasti serviti ogni giorno, non solo per gli sfollati ma anche per i volontari, i vigili del fuoco e i carabinieri ancora al lavoro nell’area del cratere sismico.

Condividi: