Per rapinare il cellulare mordeva le vittime, preso a Napoli

(ANSA) – NAPOLI, 27 SET – Per costringere le sue vittime, tutte giovanissime, a consegnare il loro smartphone, era arrivato anche a morderle sul collo, com’è capitato a un dodicenne. Un rapinatore seriale di telefoni cellulari, Antonio Raia, pregiudicato di 25 anni, è stato arrestato a Napoli dalla Polizia. Secondo quanto emerso dalle indagini, metteva a segno i suoi colpi prevalentemente tra il Centro Direzionale della città e il corso Malta, minacciando le sue vittime, tra 12 e 15 anni, di ferirle con un coltello oppure di spararle con una pistola. L’ultima rapina l’ha compiuta ieri, ai danni di tre quindicenni. Sono 25 i casi di rapina, tutti messi a segno tra giugno e settembre, con lo stesso modus operandi, sui quali gli investigatori stanno indagando. Stamane gli agenti hanno bloccato Raia mentre rincasava, malgrado cercasse di celare la sua identità camuffandosi con un cappuccio. Ha tentato la fuga ma è stato ugualmente bloccato. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Poggioreale. (ANSA).

Condividi: