Berlusconi compie 80 anni, mi sento patriarca e penso alla famiglia

Pubblicato il 27 settembre 2016 da ansa

Berlusconi compie 80 anni

Berlusconi compie 80 anni

ROMA. – Il 29 settembre Silvio Berlusconi compirà 80 anni e per la prima volta dall’operazione al cuore a cui si è sottoposto nel mese di giugno, il Cavaliere si racconta in una lunga intervista al settimanale Chi che sarà in edicola domani. Nella foto in copertina il leader di Forza Italia appare circondato da quasi tutti i suoi nipoti “sono loro il mio futuro”, confida l’ex premier spiegando che ormai al centro delle sue priorità non c’è più solo la politica.

Il capo di Fi sceglie proprio di partire dai problemi al cuore, che lo hanno costretto ad un lungo periodo di riabilitazione post operatorio, per spiegare come sia cambiata la percezione di sé stesso e del suo futuro: “Nella mia vita – spiega – non ho mai pensato all’età. Al contrario, ho sempre vissuto come se avessi quarant’anni. Poi, improvvisa, è arrivata la malattia. E con l’operazione che ho subito è arrivata forte la consapevolezza che sono un uomo di ottant’anni”.

Futuro ancora da programmare dunque, unica eccezione il suo compleanno. Niente festeggiamenti in grande ma solo una cena con tutti e cinque figli ed i nipoti. L’ampio capitolo sulle vicende famigliari parte dai ricordi dei genitori: “Il giorno più felice e quello più triste della mia vita sono legati in modo forte e indissolubile a loro”, confida il Cavaliere che poi ancora una volta sottolinea il rapporto speciale con la primogenita. “Quando mia madre è morta, l’ho sostituita con Marina: Marina oggi per me è madre, sorella e figlia”.

Sempre parlando della sua vita personale, Berlusconi ricorda le sue due ex mogli e smentisce che il suo rapporto con Francesca Pascale sia in crisi. Nell’intervista non poteva poi mancare il capitolo Milan che rappresenta un pezzo importante della storia del Cavaliere.

Il leader Fi bolla come “unico rimpianto” il poco tempo dedicato negli ultimi anni al club rossonero: “Se negli ultimi anni il Milan non è stato come prima è solo perchè non ho avuto più tempo per occuparmene personalmente”. Una colpa che Berlusconi attribuisce ai suoi processi: “Per anni – è l’accusa – ho lavorato almeno tre pomeriggi alla settimana con i miei avvocati per preparare le 3.600 udienze dei 73 processi politici”.

Poco lo spazio che Berlusconi dedica a parlare di politica nonostante il Cavaliere abbia trascorso la scorsa settimana in incontri e riunioni politiche. La sensazione dunque, è che al di là di quanto racconta a Chi, l’ex premier non abbia intenzione di tenersi lontano dalla scena. Tutto ovviamente dipenderà dall’esito del referendum che in caso di vittoria del no potrebbe portare Forza Italia di nuovo sotto i riflettori nella trattativa per la nuova legge elettorale.

Al settimanale diretto da Alfonso Signorini il Cavaliere sceglie di parlare del suo ruolo politico quasi con distacco “la politica non mi ha mai appassionato. Mi ha fatto solo spendere un sacco di tempo e di energie” lasciando però trasparire ancora un certa dose di rabbia per come si è conclusa la sua esperienza a palazzo Chigi: “Tanto in politica estera quanto in politica interna non ho mai sbagliato un colpo. E non sono caduto per colpa mia”.

Non mancano infine le frecciate ai ‘traditori’: “Pensandoci bene – ammette – non mi viene in mente neppure un nome di un vero amico in politica”.

(di Yasmin Inangiray/ANSA)

Ultima ora

23:12Calcio: la Roma vince 4-1, Pescara matematicamente in B

(ANSA) - ROMA, 24 APR - La Roma batte 4-1 il Pescara e lo condanna alla serie B con cinque giornate di anticipo sulla fine del campionato. Gli abruzzesi, con 14 punti, non possono più raggiungere l'Empoli, quart'ultimo con 29 e in vantaggio negli scontri diretti. I giallorossi salgono a quota 75 punti, a +4 sul Napoli e a -8 dalla Juventus. Di Strootman e Nainggolan le prime reti degli ospiti, venute entrambe alla fine del primo tempo. Salah segna una doppietta a inizio ripresa. Nel finale la rete della bandiera degli abruzzesi con Benali.

22:22Siria: sanzioni Usa al centro ricerca armi chimiche

(ANSA) - WASHINGTON, 24 APR - Gli Usa hanno emesso oggi sanzioni nei confronti dei dipendenti del Centro di ricerca siriano ritenuto responsabile dello sviluppo di armi chimiche: lo ha annunciato dalla Casa Bianca il segretario al Tesoro Steven Mnuchin, come risposta "all'orribile attacco con armi chimiche contro civili innocenti". Nella 'lista nera' sono finiti 271 dipendenti del centro di ricerche. Si tratta di una delle cifre più alte di persone sottoposte a sanzioni nella storia degli Stati Uniti.

20:47Pd: Renzi, vince chi ha un voto in più, stop discussioni

(ANSA) - ROMA, 24 APR - Vince le primarie Pd "chi ha un voto in più. Ma se votasse solo un milione di persone, quindi molte meno di quelle che pensiamo, o se votasse una sola persona, sarebbero comunque 999.999 in più a decidere rispetto a quelle che decidono ad Arcore o nel blog". Lo dice Matteo Renzi a Radio Capital. "Un milione sarebbe un flop? E' un giudizio politico, io spero siano di più, faccio un appello alla partecipazione a questa grande festa della democrazia ma non posso accettare che si metta in discussione il risultato", sottolinea.

20:42Calcio: Milan, confronto in spogliatoio Montella-giocatori

(ANSA) - MILANO, 24 APR - All'indomani della brutta sconfitta interna contro l'Empoli Vincenzo Montella ha catechizzato negli spogliatoi di Milanello i giocatori rossoneri. Toni accesi per invitare la squadra a reagire e non buttare via nelle ultime cinque partite la possibilità di tornare in Europa dopo tre anni. Il tecnico ha chiesto ai giocatori di avere più carattere in campo e un atteggiamento diverso rispetto a quanto mostrato con l'Empoli, a partire dalla gara di domenica pomeriggio contro il Crotone.

20:40Francia: Renzi, ballottaggio difficile, partita non scontata

(ANSA) - ROMA, 24 APR - "Occhio perché non è così facile. E' un ballottaggio difficile. C'è un candidato di destra estrema che ha preso più o meno quanto il candidato socialista. Non è una partita scontata, bisognerà fare molta attenzione". Lo dice Matteo Renzi a Radio Capital.

20:39Beatificazione 18enne a Brindisi: cerimonia, folla fedeli

(ANSA) - BRINDISI, 24 APR - Una folla di fedeli ha partecipato nella cattedrale di Brindisi alla celebrazione per la chiusura della fase diocesana del processo di beatificazione di Matteo Farina, giovane al quale fu diagnosticato un tumore cerebrale in tenera età e che morì a 18 anni il 24 aprile 2009. Sono stati apposti i sigilli ai documenti raccolti che saranno consegnati alla Congregazione per le cause dei santi a Roma. La celebrazione dei Vespri ha preceduto la sessione conclusiva, svoltasi alla presenza della postulatrice, Francesca Consolini, e dei membri del tribunale ecclesiastico. A presiedere la solenne celebrazione è stato l'arcivescovo di Brindisi-Ostuni, mons. Domenico Caliandro. In molti, arrivati anche con pullman, non sono potuti entrare in cattedrale, assistendo alla cerimonia all'esterno attraverso un maxischermo. Il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, ha deciso di intitolare a Matteo Farina il nuovo giardino comunale attiguo al tempietto di San Giovanni al Sepolcro che sarà inaugurato a giorni.

20:39Renzi, spese militari creino filiera, non come F35

(ANSA) - ROMA, 24 APR - "Agli F35 non rinunci più, quello è un progetto ormai andato. Per il futuro dobbiamo usare le spese militari, come fanno altri Paesi, per creare filiere interne. Questo in passato non si è fatto". Lo dice Matteo Renzi a Radio Capital. "L'Italia deve fare delle spese nel settore militare che - aggiunge - non siano inutili: creare ingegneria, una filiera nell'aviospazio o in strutture dell'innovazione. Quelli degli F35 sono soldi importanti messi in un progetto comune ma la cui stragrande maggioranza è andata all'estero, non va bene".

Archivio Ultima ora