Renzi mobilita il Pd, ma la minoranza fa campagna per il NO

Pubblicato il 27 settembre 2016 da ansa

Referendum: Renzi punta sugli indecisi.

Referendum: Renzi punta sugli indecisi.

ROMA. – La campagna referendaria è “una rissa più dura di quella del confronto tra Hillary Clinton e Donald Trump”, dice Romano Prodi, da osservatore esterno deciso a “non pronunciarsi neanche sotto tortura” su come voterà. E i toni del confronto, nel primo giorno di campagna sul referendum costituzionale dopo l’indizione del voto per il 4 dicembre, sembrano dargli ragione.

I partiti del No insorgono per il rilancio di Matteo Renzi sul Ponte sullo Stretto. E il confronto si sposta su quel fronte, con picchi come quello di Beppe Grillo, che dà del “menomato morale” al premier. Ma i dirigenti Pd scrollano le spalle: ogni giorno il fronte del No cerca uno spunto polemico – affermano – ora è il momento di parlare agli elettori.

L’indicazione del Nazareno non lascia ombra di dubbio: tutti mobilitati, per i prossimi settanta giorni. Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, ma anche parlamentari e dirigenti Dem. Con iniziative a tappeto che culmineranno nel weekend della Leopolda, il 13 o 20 novembre. Agende pienissime, per andare a spiegare di persona a quanti più cittadini possibile le ragioni del Sì. Perché ci saranno le affissioni – il taglio dei parlamentari sarà uno degli temi più marcati – ma conta più il ‘porta a porta’.

Un pezzo di partito, però, non è sul fronte del Sì. Roberto Speranza e Pier Luigi Bersani hanno tenuto uno spiraglio aperto: se arriveranno novità concrete sulle modifiche alla legge elettorale entro il prossimo mese, sono disponibili a cambiare idea. Ma i segnali dicono tutti che di Italicum si tornerà a parlare sul serio solo dopo il referendum e dunque al momento il loro voto, così come quello di parlamentari e dirigenti locali di Sinistra riformista, è No.

Non formeranno comitati, al contrario di Massimo D’Alema. E, con una iniziativa che si terrà il 7 o 8 ottobre, proveranno a rilanciare sui temi sociali ed economici (“Sono centrali”) con le loro proposte per la legge di stabilità. Ma c’è chi sta facendo campagna per il No. Come Miguel Gotor, che domenica scorsa ha partecipato a un dibattito al circolo Pd di via dei Giubbonari a Roma per difendere le tesi contro la riforma e lo farà ad altri eventi nei prossimi giorni.

Gianni Cuperlo, che ha inviato al premier un appello ancora senza risposta, tiene una posizione più interlocutoria. Ma nella sinistra Pd trapela “sconcerto e preoccupazione” per una mossa, come quella dell’impegno di Renzi per il Ponte sullo Stretto, che più di un esponente della minoranza Dem definisce “berlusconiana”.

I renziani spiegano che il Ponte sullo stretto parla anche all’elettorato del Sud ma si inserisce in una più complessiva scommessa sulle Infrastrutture per il Paese. La priorità, assicurano, resta completare prima la Salerno-Reggio Calabria, l’alta velocità fino a Puglia e Calabria e le ferrovie in Sicilia. Ma dire fin d’ora No a un’opera come il Ponte sarebbe dire No al futuro, come ha fatto il M5s sulle Olimpiadi. Questo il ragionamento che marcherà tutta la campagna.

Ma alta resta anche l’attenzione a tenere il dibattito nel merito della riforma e non sul governo. Renzi si confronterà venerdì sera in tv con il professor Gustavo Zagrebelsky, esponente del No. E Boschi ricorda: “Non si vota sulla simpatia del governo”. Ma la presidente della Camera Laura Boldrini fa un passo ulteriore: “Non si deve arrivare al giudizio universale. E’ un referendum importante ma il giorno dopo noi dovremmo continuare a svolgere il nostro lavoro”, avverte.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

20:43Confederations: Camerun-Australia 1-1

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Camerun e Australia hanno pareggiato 1-1 (1-0) in una partita del gruppo B della Confederations Cup giocata a San Pietroburgo. Reti di Anguissa al 46' pt e Milligan su rigore al 15' st.

20:35Calcio: Spalletti, Borja Valero? Giocatore forte ed esperto

(ANSA) - MILANO, 22 GIU - "Borja Valero è forte ed esperto. A centrocampo siamo a posto, se le cose restano così non andiamo a prendere nessuno. Se va via qualcuno gli metteremo gli occhi addosso. E’ un giocatore di sicuro affidamento": lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti, intervistato da Premium Sport, a Catanzaro dove sarà premiato con il 'Premio Ceravolo'. "Rudiger? In difesa faremo sicuramente qualcosa -aggiunge l'allenatore - lui è un grandissimo come Manolas, ha fatto vedere quanto vale ma dire il nome di chi andremo a prendere mi sembra prematuro e scorretto". Spalletti conferma che l'Inter dovrà prima cedere qualche giocatore "perchè c'è un regolamento", solo in seguito il club nerazzurro interverrà per "migliorare la rosa e sostituire chi partirà".

20:35Delitto Noventa: 30 anni carcere a fratelli Sorgato

(ANSA) - PADOVA, 22 GIU - Condanna a 30 anni di carcere per Freddy Sorgato e per la sorella Debora, 16 anni e 10 mesi per la loro amica Manuela Cacco. Sono le pene inflitte poco fa dal Tribunale di Padova, con rito abbreviato, nei confronti dei tre imputati - l'uomo era l'ex fidanzato della vittima - dell'omicidio premeditato e l'occultamento di cadavere di Isabella Noventa, l'impiegata 55enne padovana scomparsa la notte tra il 15 e il 16 gennaio 2016, il cui corpo non è mai stato trovato.

20:15Boldrini, dico sì ad Europa, ma a condizione che cambi

(ANSA) - VENEZIA, 22 GIU - "All'Europa dico sì, ma a una condizione: che ci sia un reale cambiamento". Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, in occasione della presentazione del suo libro a Venezia. "Credo - ha spiegato - che ci sia oggi bisogno che l'Europa sia percepita come un'istituzione benigna, che protegge i cittadini e dà loro delle chance. Bisogna quindi lavorare sull'aspetto sociale dell'Europa, che deve essere più capace di mettere i cittadini al centro della propria azione". "Penso infatti - ha proseguito la presidente della Camera - che debba fare qualcosa che vada a vantaggio dei più bisognosi: ad esempio, immagino come un sussidio di disoccupazione europeo cambierebbe la percezione dell'Europa e porterebbe a dire che l'Europa dei diritti, affermando i principi che sono alla base del progetto europeo, non lascia indietro nessuno. Credo che ci siano buone speranze per portare avanti questo progetto europeo".

20:07Classifica ribaltata all’Audi sailing week-52 super series

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - La 52 Super Series questa mattina si è ritrovata sulla linea di partenza alle 12.00 per disputare due regate a bastone - con un vento che ha oscillato tra i 10 - 12 nodi dai quadranti sud-orientali - previste per la seconda giornata dell'Audi Sailing Week - 52 Super Series, organizzata dello Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il Title Sponsor Audi. Si porta al comando della classifica provvisoria Rán Racing, seguito a tre punti di distacco dal secondo classificato Bronenosec e Sled dietro di un solo punto. Con alle spalle una giornata difficile conclusa ai piani bassi, Quantum Racing, alla tattica il velista di America's Cup Terry Hutchinson, ha scalato oggi la classifica e, con un primo ed un terzo posto di giornata, si è posizionato sesto. Nella prima prova è partito lanciatissimo sul pin e ha dominato tutta la gara allungando costantemente le distanze sugli avversari mentre nella seconda prova ha avuto la meglio Rán Racing, con il tattico Adrian Sted, che ha così conquistato il vertice

20:04Terrorismo: espulso tunisino, apologia Isis su Facebook

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Con un provvedimento firmato dal ministro dell'Interno, Marco Minniti, è stata eseguita oggi l'espulsione di un 25enne tunisino, per motivi di sicurezza dello Stato. Il giovane, residente a Scicli (Rg), fa sapere il Viminale, è emerso all'attenzione delle forze di polizia nell'ambito dell'attività di ricerca informativa in relazione a due suoi connazionali, già espulsi il 14 aprile scorso, entrambi con decreto del ministro. Il tunisino frequentava la moschea di Donnalucata (Rg) e sul suo profilo Facebook presentava la sua immagine con la frase "io sto andando, è sicuro che non torno, quindi addio". Aveva, inoltre ripetutamente postato contenuti di propaganda jihadista ed immagini con riferimenti apologetici dello Stato Islamico. Con il rimpatrio di oggi, il 55/o del 2017, sono 187 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel proprio Paese dal 2015.

19:58Calcio: da giocatore a imprenditore,ecco convenzione Ics-Aic

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Una partnership consolidata quella tra l'Istituto per il Credito Sportivo e l'Associazione Italiana Calciatori che si rafforza maggiormente grazie a due importanti iniziative. Siglata infatti oggi da Damiano Tommasi, Presidente di Aic e Paolo D'Alessio, Commissario Straordinario dell'Istituto per il Credito Sportivo, la nuova convenzione triennale che consentirà ai calciatori che vogliono investire nell'impiantistica sportiva di usufruire di vantaggi e agevolazioni grazie ai Fondi Speciali gestiti dall'ICS: 5 milioni a tasso zero per mutui fino a 200.000 euro in 10 anni, su un plafond complessivo di 25 milioni di euro stanziato dal Credito Sportivo per dare un impulso importante all'imprenditorialità di settore. L'agevolazione è volta a favorire soprattutto gli ex atleti o atleti a fine carriera con massimo 45 anni di età, che abbiano disputato le principali competizioni internazionali o giocato nei maggiori campionati nazionali organizzati dalle rispettive Leghe

Archivio Ultima ora