Calcio venezuelano: il fantasma della retrocessione passeggia per Cachamay

Pubblicato il 28 settembre 2016 da redazione

Il fantasma della Segunda passeggia per Cachamay

Il fantasma della Segunda passeggia per Cachamay

CARACAS – Non é la prima volta che il Mineros, una delle compagini storiche della Primera División, si trova a dover lottare con i fantasma della zona retrocessione.

Circa otto anni fa, per la precisione un 5 ottobre, la formazione di Puerto Ordaz occupava l’ultima casella in classifica del Torneo Apertura 2008. Poi con una rimonta pazzesca riuscì a ribaltare la situazione e a chiudere il campionato al 12esimo posto, allora il campionato era a 18 squadre.

Attualmente, il torneo di Primera División si disputa con 20 partecipanti, Mineros é ultimo quando mancano quattro giornate alla fine. Nell’ultimo turno di campionato ha pareggiato 1-1 contro il Deportivo Táchira nello stadio Cachamay. Il Mineros giace sul fondo della classifica del campionato venezuelano, con il misero score di 2 vittorie a fronte di 6 sconfitte e un totale di 17 gol fatti contro ben 22 incassati. Dal sogno Octagonal all’incubo retrocessione: i neroazzurri sembrano essere precipitati in un baratro senza fine, e lo spettro della retrocessione si sta facendo sempre più vivo.

Nelle ultime quattro giornate del Torneo Clausura affronterá nell’ordine: Portuguesa (in trasferta), Llaneros (fuori casa), Caracas (in casa) ed Aragua (a Maracay). In questa lotta per non retrocedere ci sono 10 squadre separate da soli 6 punti.

Un Mineros cosí rinunciatario, certo, un Mineros così indebolito rispetto ai piú blasonati Zamora, deportivo La Guaira, Deportivo Táchira e Caracas, senza dimenticare alla grata sorpresa Carabobo, non s’era mai visto; ma com’è possibile che una squadra che solo la passata stagione ha raggiunto la qualificazione in Coppa Libertadores, oggi sia relegata all’ultimo posto in classifica?

La risposta va, almeno in parte, cercata nel mercato estivo, che ha privato la squadra di alcuni elementi di livello senza rimpiazzarli adeguatamente. Hanno abbandonato la squadra neroazzurra giocatori del calibro di Richard Blanco (Zamora) e Jhon Chancellor (Deportivo La Guaira).

In Segunda División, salvo miracoli sportivi, quasi sicuramente approderanno Petare ed Estudiantes de Caracas, poi gli altri due posti cercheranno di evitarli Mineros, Trujillanos, Deportivo Lara, Monagas, Estudiantes de Mérida, JBL Zulia, Portuguesa, Ureña e Llaneros.

Oggi si disputerá la 16esima giornata del Torneo Clausura e potrebbe darci i primi verdetti nella lotta per l’octagonal dove l’unico con un posto sicuro è il Carabobo. Mentre nella zona calda, un passo falso di Petare (sfiderá l’Atlético Venezuela) ed Estudiantes de Caracas (contro il Caracas) potrebbe essere fatale. Il Mineros avrá una sorta di spareggio in casa del Portuguesa, se i neroazzurri riusciranno a conquistare l’intera posta in palio potrebbero prendere una boccata d’ossigeno.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

17:19Agguato in Ogliastra, un morto e un ferito

(ANSA) - NUORO, 22 NOV - E' stato trovato morto dai carabinieri, Fabio Longoni, l'allevatore di 39 anni colpito dalle fucilate durante un agguato nelle campagne di Villagrande Strisaili, in Ogliastra. L'uomo si trovava insieme a Daniele Angelo Congiu, 37 anni, suo socio in affari, rimasto ferito a un polpaccio e ricoverato all'ospedale di Lanusei. Dopo essere stato raggiunto dalle fucilate, Longoni era riuscito a scappare, ma le ferite si sono rivelate fatali: l'allevatore è morto quando ormai era giunto in prossimità dell'ovile.

17:19Cassazione: ‘matrimonio rom’ con quindicenne è reato

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Anche se la cultura rom ammette le spose bambine, in Italia il matrimonio con minorenni non esiste. E commette reato - atti sessuali con minore (art.609 quater) - chi convive more uxorio con una minore di 16 anni, anche se c'è il suo consenso. La Cassazione ha così confermato la condanna a un anno, con le attenuanti generiche, inflitta dalla Corte d'Appello di Sassari a un giovane, all'epoca 22enne, che aveva sposato una ragazza con 'matrimonio rom'. I fatti si sono svolti nel 2011 e il giovane era stato ritenuto colpevole sia dal Tribunale di Sassari, che dalla Corte d'Appello. Nel ricorso in Cassazione, il difensore dell'imputato aveva opposto che non ci fosse alcuna "situazione di soggezione", neanche morale, tra i "due fidanzati, già coniugi", secondo la loro cultura. In pratica, la difesa aveva provato a sostenere che la norma punisce gli atti sessuali compiuti in un rapporto non paritario, di supremazia dell'autore tale da condizionare una ragazza di meno di 16 anni. Non in un'unione stabile.

17:16Onu, Mladic è quintessenza del male, vince la giustizia

(ANSA) - BRUXELLES, 22 NOV - "Una memorabile vittoria della giustizia". Così l'Alto commissario delle Nazioni Unite per i Diritti umani Zeid Ra'ad Al Hussein commenta, in una nota, la condanna all'ergastolo dell'ex comandante dell'esercito serbo bosniaco Ratko Mladic. "Mladic è la quintessenza del male, e l'azione penale nei suoi confronti è il simbolo di ciò che la giustizia internazionale rappresenta", afferma Al Hussein, che ricorda come l'ex comandante dell'esercito serbo bosniaco abbia guidato "alcuni dei crimini più oscuri avvenuti in Europa dalla Seconda guerra mondiale. La sua detenzione è un riconoscimento al coraggio e alla determinazione di quelle vittime e testimoni che non hanno mai abbandonato la speranza di vederlo di fronte alla giustizia", ha detto Zeid, già membro dei caschi blu Onu nella ex Yugoslavia dal 1994 al 1996. La condanna di oggi "è un avvertimento a chi commette" tali atrocità: "non sfuggiranno alla giustizia", aggiunge.

17:15Ostia: giornalista aggredito, temo per me e mia famiglia

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Ora temo ritorsioni degli Spada nei miei confronti e ho paura per la mia famiglia": lo ha dichiarato il giornalista Daniele Piervincenzi ai magistrati della Procura di Roma, che indagano sulla aggressione al giornalista della Rai da parte di Roberto Spada il 7 novembre scorso. Stralci del verbale dell'audizione del cronista sono presenti nella memoria che oggi i pm hanno depositato davanti ai giudici del Riesame, che dovranno decidere sulla richiesta di scarcerazione avanzata dai difensori di Spada, accusato di lesioni e violenza privata aggravate dal metodo mafioso.

17:14Aereo Usa precipitato: 8 persone ritrovate stanno bene

(ANSA) - TOKYO, 22 NOV - Sono in buone condizioni gli otto membri dell'equipaggio dell'aereo Usa precipitato nel Pacifico che sono stati recuperati. Lo ha reso noto la marina Usa, specificando che sono ancora in corso le ricerche agli altri tre.

17:13Violenza donne: 74,5% autori sono italiani

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Da un monitoraggio effettuato dal ministero della Giustizia, partendo dall'esame di 417 sentenze rappresentative del 60% dei casi di violenza sulle donne, tra il 2012 e il 2016, emerge che l'85% dei casi (355 su 417) sono classificabili come omicidio. Nel 98% dei casi l'autore del reato è un uomo e la nazionalità dell'autore conferma la prevalenza di soggetti italiani (74,5%). Nel 55,8% dei casi tra autore e vittima esiste una relazione sentimentale. Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, sentito dalla commissione parlamentare sul femminicidio. Riguardo alla relazione sentimentale che lega vittima e autore, la percentuale del 55,8% è così distribuita: nel 63,8% dei casi si registra un rapporto di coniugio o convivenza; nel 12% una relazione sentimentale in atto; per il restante 24% tra le due parti vi era stata una relazione sentimentale terminata prima dell'omicidio. L'arma prevalentemente utilizzata è il coltello, che spesso risulta il mezzo di più agevole disponibilità.

17:11Dottoressa violentata, chi mi ha esposto al rischio non paga

(ANSA) - PALERMO, 22 NOV - A due mesi dagli abusi subiti mentre prestava servizio nella guardia medica di Trecastagni, nel Catanese, Serafina Strano, la dottoressa aggredita e violentata nella notte tra il 18 e il 19 settembre, definisce "tugurio" quell'ambulatorio medico dove un ventiseienne ora in carcere, Alfio Cardillo, l'ha violentata per ore e dove i suoi colleghi continuano a lavorare senza che nulla sia cambiato. Lo fa a Palermo nel corso un'iniziativa sul contrasto al fenomeno della violenza sulle donne medico nel luogo di lavoro. E accusa i vertici dell'Asp che l'hanno esposta al rischio "e verso i quali la magistratura dovrebbe aprire un'inchiesta parallela". "E' ineccepibile quanto stanno facendo i magistrati nei confronti del mio aggressore; però ci sono dei corresponsabili. Si dovrebbe aprire un'inchiesta parallela sui dirigenti dell'Asp che mi hanno esposto a quel rischio. Non voglio far polemiche, ma qual è l'organo che deve far assumere responsabilità ai dirigenti, se non la magistratura?".

Archivio Ultima ora