Muore un gigante, il mondo si inchina a Shimon Peres

Pubblicato il 28 settembre 2016 da ansa

Muore un gigante, il mondo si inchina a Shimon Peres

Muore un gigante, il mondo si inchina a Shimon Peres

TEL AVIV. – Venerdì mattina i grandi della terra a Gerusalemme diranno addio all’ex presidente Shimon Peres, figura chiave di Israele e del suo popolo. L’ultimo padre della patria è morto a 93 anni la notte scorsa, ucciso da un ictus che l’ha colpito il 13 settembre e che sembrava in un primo momento non aver infierito fino in fondo, quasi a testimoniare la leggenda di indistruttibilità che avvolgeva il personaggio.

Viso quasi sempre segnato da un ottimismo contagioso e voce profonda da ex fumatore, il Nobel per la pace 1994, insieme al palestinese Arafat, ha raggiunto tutti i risultati politici del suo Paese, forte di una visione strategica e una capacità non comune di immaginare il futuro.

Israele – come hanno testimoniato le dichiarazioni della sua leadership, dal premier Benyamin Netanyahu al presidente in carica Reuven Rivlin all’intero spettro politico e la mestizia che ha avvolto la società tutta – sa cosa ha perso con la morte di Peres.

Ma anche il mondo, dalla notte scorsa, è consapevole di essere forse un po’ più piccolo. Dopodomani a Gerusalemme ci sarà anche il presidente Usa Barack Obama, che ha definito Peres “l’essenza di Israele”, rimarcando che è stato “guidato da una visione della dignità umana e di un progresso verso il quale lui sapeva che le persone di buona volontà avrebbero potuto avanzare insieme”.

Bill Clinton – che firmò con lui gli Accordi di Oslo e che venerdì non mancherà all’estremo saluto al suo amico, ma senza la moglie Hillary – ha reso omaggio ad “una vita che è stata una benedizione per tutti quelli che si battono per la pace”.

Un obiettivo quello della pace – forse l’unico mancato da Peres fino in fondo – apprezzato da papa Francesco. Per il pontefice – che non sarà a Gerusalemme nonostante le voci circolate in merito – Peres è stato un “uomo di pace e perseverante negli sforzi di pace”: “la sua eredità – ha aggiunto – ispiri tutti a prodigarsi urgentemente” per questo risultato.

Stesso giudizio da parte del premier Matteo Renzi: “Un grande del nostro tempo, un uomo di pace” e “un grande amico dell’Italia”. “E’ una di quelle figure che – ha insistito – vale doppio”. Da Ramallah, in Cisgiordania, è giunta la voce del presidente palestinese Abu Mazen (Mahmoud Abbas): “Peres è stato un partner nella pace dei coraggiosi assieme con Yasser Arafat ed Yitzhak Rabin”.

Ma il fronte palestinese è spaccato: Hamas da Gaza ha gioito per la morte di “un criminale”, “l’ultimo funzionario israeliano rimasto in vita tra gli artefici dell’occupazione. La sua morte segna la fine di una fase nella storia dell’occupazione e l’inizio di una nuova fase di debolezza”.

Domani sarà il popolo di Israele a riversarsi a Gerusalemme per salutare l’ultimo combattente per la nascita dello Stato: tra bandiere a mezz’asta e imponenti misure di sicurezza, la sua bara, dal mattino a sera, sarà esposta sul piazzale della Knesset, il Parlamento, come avvenne non molto tempo fa per Ariel Sharon.

Poi venerdì mattina, sul Monte Herzl, toccherà al mondo in esequie solenni, come fu per Rabin. Obama “desidera molto” esserci, ha fatto sapere in serata la Casa Bianca, spiegando che si sta lavorando per valutare tutti gli elementi logistici. Il timore, ovviamente, è la sicurezza.

Per ora comunque sono previsti Bill Clinton, il segretario di Stato John Kerry, il cancelliere tedesco Angela Merkel, il presidente francese Francois Hollande, il principe di Galles, Carlo, il primo ministro canadese Justin Trudeau, quello australiano Malcolm Turnbull e la regina d’Olanda. Da loro l’omaggio a un uomo che – come disse lui stesso il giorno dell’insediamento – non sognava di diventare presidente, “bensì un pastore o un poeta delle stelle”.

(di Massimo Lomonaco/ANSAmed)

Ultima ora

23:28Calcio: Liga, Barca vince derby e risponde al Real Madrid

(ANSA) - ROMA, 29 APR - Il Barcellona vince il derby con l'Espanyol riportandosi in testa alla Liga in coabitazione con il Real Madrid che nel pomeriggio aveva battuto di misura il Valencia. A dare la vittoria 3-0 ai blaugrana, i gol di Suarez (5' e 42' st) e Rakitic (31' st). In testa al massimo campionato spagnolo Barcellona e Real Madrid si trovano a quota 81 punti, ma le merengues devono ancora recuperare la partita di Vigo contro il Celta.

23:15Calcio: Torino-Sampdoria 1-1

(ANSA) - TORINO, 29 APR - Torino-Sampdoria 1-1 (0-1) nell'anticipo della 34/a giornata del campionato di Serie A. Al gol di Schick nel primo tempo (12') risponde l'ex romanista Iturbe al 33' della ripresa.

22:51Pallavolo: Champions, Perugia in finale con Zenit Kazan

(ANSA) - ROMA, 29 APR - La Sir Safety Conad Perugia ha conquistato la finale della Champions League 2017 di volley maschile battendo la Lube Civitanova nell'attesissimo derby italiano al PalaLottomatica di Roma davanti a 10mila spettatori. La squadra di Ivan Zaytsev ha vinto 3-2 al tie-break (25-19; 22-25; 25-19; 21-25; 15-9) e nella finalissima della massima competizione europea di volley con i russi dello Zenit Kazan. (

22:35Usa: clima, 300 cortei contro Trump

(ANSA) - WASHINGTON, 29 APR - ''Con l'aumento dei livelli del mare Mar-a-Lago diventerà Mar-a-long gone'': è lo striscione esibito dalla sedicenne Olivia Springberg, con Trump e il suo staff raffigurati mentre rischiano di annegare tra le palme della residenza del presidente in Florida. E' uno dei tanti cartelloni esibiti dalle decine di migliaia di persone, tra cui l'attore Leonardo di Caprio, che oggi hanno invaso Washington con una marcia per il clima, per protestare contro le politiche ambientali di Trump in coincidenza con i primi cento giorni della sua amministrazione. Un periodo breve ma nel quale il tycoon ha già indicato chiaramente la politica di deregulation che intende seguire, cancellando l'eredità 'verde' di Barack Obama: sblocco degli oleodotti, nuove licenze per le miniere, revoca delle restrizioni sulle emissioni dei gas serra e per le trivellazioni nell'Artico, in attesa di decidere prima del G7 italiano se confermare o abbandonare l'accordo di Parigi sul clima. La marcia si tiene in altre 300 città Usa.

21:39Calcio: Bonucci a Toro-Samp con figlio in maglia granata

(ANSA) - TORINO, 29 APR - C'è Leonardo Bonucci tra gli spettatori di Torino-Sampdoria con in braccio il figlio Lorenzo che indossa la maglia di Belotti. Il centrale difensivo della Juventus, a una settimana dal derby, ha accompagnato il piccolo, tifoso granata, ad ammirare il suo giocatore preferito, il 'Gallo', prossimo avversario diretto del padre nella stracittadina di sabato 6 maggio. Bonucci ha scelto così di unire l'utile al dilettevole: seguire dal vivo il Toro e il bomber granata facendo allo stesso tempo la felicità del figlio.

21:31Schiaffi e minacce a bimbi 3 anni, sospese 2 maestre asilo

(ANSA) - PETILIA POLICASTRO (CROTONE), 29 APR - Schiaffi, calci alle gambe, tirate di capelli e minacce di morte a bambini di 3 anni, alcuni dei quali chiusi per brevi periodi anche in un'aula buia: è quanto avrebbero fatto due maestre di un asilo statale alle quali i carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro hanno notificato la misura della sospensione dall'insegnamento fino al termine dell'anno scolastico emessa dal gip di Crotone su proposta della Procura. Le due avrebbero maltrattato ripetutamente i bimbi sottoponendoli a vessazioni e prevaricazioni continue. In alcuni casi i piccoli sarebbero anche stati graffiati e strattonati ed i loro oggetti, come zaini e scarpe, gettati fuori dall'aula. Le indagini hanno preso il via dalle dichiarazioni di diversi genitori. Gli investigatori hanno installato telecamere in vari punti della scuola trovando conferma delle vessazioni subite dai piccoli che, per l'accusa, avrebbero subito una involuzione della personalità con un diffuso senso di timore e di rifiuto della scuola.(ANSA).

21:25Militanti di destra in manifestazione al Campo X a Milano

(ANSA) - MILANO, 29 APR - Alcune centinaia di militanti di destra si sono presentati questo pomeriggio al Campo X del Cimitero Maggiore di Milano per commemorare i caduti della Repubblica di Salò. Il Prefetto di Milano, in pieno accordo con il sindaco, Giuseppe Sala, in occasione delle celebrazioni del 25 aprile aveva vietato che all'interno del cimitero venissero organizzate manifestazioni in qualche modo celebrative del fascismo. La Questura ha riferito che la manifestazione di oggi, durata circa un'ora, non era autorizzata. Una manifestazione analoga si è svolta a Cremona: una cinquantina di persone, comprese delegazioni provenienti dalla Spagna e dalla Francia, si sono radunate al cimitero per commemorare Roberto Farinacci, esibendosi con il saluto romano. Il sindaco, in accordo con la Prefettura, aveva vietato la manifestazione.

Archivio Ultima ora