Siria: Usa valutano “opzioni non diplomatiche”

Pubblicato il 28 settembre 2016 da ansa

FILE - In this Wednesday, Sept. 21, 2016, file photo, provided by the Syrian Civil Defense White Helmets, rescue workers work the site of airstrikes in the al-Sakhour neighborhood of the rebel-held part of eastern Aleppo, Syria.  (Syrian Civil Defense White Helmets via AP, File)

FILE – In this Wednesday, Sept. 21, 2016, file photo, provided by the Syrian Civil Defense White Helmets, rescue workers work the site of airstrikes in the al-Sakhour neighborhood of the rebel-held part of eastern Aleppo, Syria.
(Syrian Civil Defense White Helmets via AP, File)

BEIRUT. – Gli Stati Uniti, di fronte al fallimento del cessate il fuoco in Siria, stanno discutendo e valutando anche “opzioni non diplomatiche”. Le parole del portavoce del Dipartimento di Stato Usa arrivano al termine di una giornata molto tesa sia sul fronte diplomatico, sia sul terreno. Le forze governative siriane, sostenute dall’aviazione russa, da militari iraniani e dagli Hezbollah libanesi, si preparano a un’offensiva di terra senza precedenti contro Aleppo est, da venerdì scorso martellata da intensi bombardamenti aerei che hanno causato l’uccisione di centinaia di persone, tra cui circa 100 minori, secondo l’Unicef. Tanto che gli Usa, tramite il segretario di Stato John Kerry, hanno minacciano di interrompere i contatti con la Russia sulla Siria se non si fermeranno i bombardamenti sulla città. E poi in serata hanno deciso di mettere in campo anche la possibilità di “opzioni non diplomatiche”.

Ma la gravità degli eventi è data soprattutto dalle dichiarazioni del Papa, che si è rivolto a chi bombarda Aleppo est – la Russia e il governo siriano – senza nominarli in maniera esplicita. Il pontefice ha rinnovato “a tutti l’appello ad impegnarsi con tutte le forze nella protezione dei civili, quale obbligo imperativo e urgente, e alla coscienza dei responsabili dei bombardamenti, che dovranno dare conto davanti a Dio”.

Le immagini provenienti da Aleppo est sono agghiaccianti: corpi di civili, tra cui bambini, senza vita tirati fuori dalle macerie, altri corpi intrappolati e senza vita, altri ancora maciullati e raccolti a pezzi dai volontari della Protezione civile. L’Unicef, che aveva lanciato l’allarme di circa 100mila bambini costretti a bere acqua contaminata, ha ricordato che “i bambini di Aleppo sono intrappolati in un incubo”. L’agenzia Onu ha riferito che “almeno 96 bambini sono stati uccisi e 223 sono rimasti feriti ad Aleppo est da venerdì”. Citato dall’Unicef, un medico ha detto che “i piccoli con basse probabilità di sopravvivenza sono spesso lasciati morire a causa di forniture mediche limitate”.

Anche per questo il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon, dopo i raid che hanno colpito due ospedali e un gruppo di persone in fila per la distribuzione del pane, ha ribadito che “colpire gli ospedali è un crimine di guerra”. Mosca ha respinto ogni responsabilità sul raid.

Il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni, unendosi alle preoccupazioni del collega americano John Kerry, non ha escluso che i rapporti con Mosca possano subire una brusca rottura. “Ancora mi auguro che la Russia collabori per far smettere Bashar al Assad nel suo atteggiamento di massacrare il suo popolo. Se non lo farà – ha detto Gentiloni – credo che sarà inevitabile una rottura drammatica a livello diplomatico internazionale”.

Gentiloni ha ricordato che ad Aleppo rimangono circa 300mila civili accanto a “forse 15mila combattenti delle opposizioni”. La città “è martellata da settimane e settimane – ha proseguito il ministro – non puoi distruggere una zona di una città con 300mila persone, non si capisce neanche quale sia l’obiettivo tranne la barbarie. Non stanno combattendo contro obiettivi militari, ma contro la città”.

Il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov ha difeso la posizione di Mosca affermando che i miliziani detti “moderati” e filo-Usa si stanno radicalizzando e si stanno unendo ai qaidisti. Fonti contattate dall’ANSA ad Aleppo ovest e a Idlib ricordano che in un contesto di prolungata violenza commessa su Aleppo est da Damasco e dai suoi alleati, e senza una concreta forma di protezione internazionale ai civili, è comprensibile che numerosi miliziani delle opposizioni, ad Aleppo est e altrove, finiscano per radicalizzarsi.

Accanto al dramma siriano si consuma quello di Mosul, in Iraq, dove circa un milione di civili rimangono sotto il controllo dell’Isis. E nel quadro della tanto attesa offensiva militare anti-Stato islamico, gli Usa hanno annunciato l’invio in Iraq di altri 600 militari pronti a unirsi alle truppe già presenti nel Paese.

(di Lorenzo Trombetta/ANSAmed)

Ultima ora

20:58Sci nordico: Pellegrino, atteso momento giusto

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - "Sono veramente contento, ho usato la testa per tutta la gara. Tantissimo merito va ai tecnici dei materiali perché avevo degli sci fantastici. Non mi restava che aspettare il momento giusto e attaccare e così ho fatto". Così l'azzurro Federico Pellegrino, dopo la vittoria nella gara di sprint a tecnica libera dei Mondiali di sci di fondo a Lahti. "E' stato fantastico fare questa gara in notturna - dice ancora Pellegrino - e fra i miei tifosi. Oggi la giornata è stata un po' lunga. Mi sono svegliato presto, poi ho dormito un paio d'ore, quindi una buona pasta italiana e poi eccomi qui a vincere".

20:47Calcio: Europa League, Olimpiacos agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - i greci dell'Olimpiacos si sono qualificati per gli ottavi di finale di Europa grazie al successo esterno per 3-0 sui turchi dell'Osmanlispor. La partita di andata era finita 0-0. Le reti sono state segnate da Ansarifard (47' e 86') e Elyounoussi (70').

20:23Calcio: Ceferin, Tavecchio onesto e indipendente

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - "Ho un'ottima opinione di Carlo Tavecchio. È una persona onesta, appassionata di football e sta guidando bene la Federcalcio. E poi è indipendente, non si lascia influenzare dall'esterno, nessuno può dirgli che strada seguire". Lo dice il presidente Uefa, Aleksander Ceferin, oggi a Roma per incontrare i membri del Consiglio Figc. "La nostra cooperazione con la Figc è ottima e continuerà ad esserlo. Conosco bene Carlo - si limita ad aggiungere Ceferin - e oggi ho incontrato anche l'altro candidato (Andrea Abodi, ndr): non voglio dire niente delle elezioni, è una questione della Figc: noi rispetteremo le decisioni dei delegati". "Ceferin - ha detto da parte sua Tavecchio - è una garanzia per il cambiamento del sistema dopo quello che è emerso negli ultimi tempi, sia nella Uefa che nella Fifa. Noi siamo stati tra i primi a supportarlo perché abbiamo individuato in lui una persona capace, competente e con grande senso del dovere".

20:17Sci nordico: Mondiali, oro per Pellegrino

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - Federico Pellegrino ha vinto la medaglia d'oro, ai Mondiali di sci di fondo in corso a Lathi (Finlandia), imponendosi nello gara sprint a tecnica libera. L'azzurro, vincitore della Coppa del mondo di specialità nella passata stagione, aveva vinto anche la semifinale alla quale aveva partecipato. L'atleta originario di Aosta, 26 anni, tesserato per le Fiamme Oro, si è imposto con il tempo di 3'13"76, precedendo nell'ordine il russo Sergey Ustiugov di 15" e il norvegese Johannes Hoesflot, terzo con un ritardo di 44". Al quarto e quinto posto si sono piazzati altri due atleti norvegesi, rispettivamente Finn Haagen Krogh, a 1'07", e Petter Northug, a 12'13". Si tratta del primo oro italiano iridato nella specialità, che è arrivato al termine di una grande rimonta. Nell'ultimo rettilineo di gara, Pellegrino, già vincitore della Coppa di specialità nella scorsa stagione, ha fatto valere la propria esplosività, mettendosi tutti gli avversari alle spalle.

20:10Calcio: Uefa, Ceferin chiude alla Superlega

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - "La Superlega europea? Per la Uefa è fuori discussione. Il sogno di qualificarsi in Champions ed Europa League deve rimanere reale per tutti. Sono convinto che anche i club sono dalla mia parte". Il presidente dell' Uefa, Aleksander Ceferin, chiude a ogni possibilità che in futuro possa nascere una Superlega europea sotto l'egida del massimo organismo calcistico continentale. "In passato ci sono stati malintesi e una difficile comunicazione tra la Uefa e i club - aggiunge il n.1 Uefa alla conferenza stampa seguita alla sua visita ufficiale al Consiglio Figc - Le competizioni devono rimanere aperte a tutti e dare la possibilità a tutti di qualificarsi. Se c'è qualcuno che parla molto di questa cosa chiedetevi se è anche qualcuno che decide su questa cosa".

20:01Calcio: Crotone, aumenta la capienza dello stadio

(ANSA) - CROTONE, 23 FEB - È stato autorizzato l'utilizzo della curva sud alta dello stadio 'Ezio Scida' di Crotone. Oggi la Commissione provinciale per i pubblici spettacoli ha svolto il sopralluogo di verifica alla struttura amovibile da 2.605 posti installata da fine novembre e finora utilizzata, a capienza ridotta, solo con l'assunzione di responsabilità da parte del sindaco di Crotone, Ugo Pugliese. Al termine della verifica è stato dato il via libera all'utilizzo già dalla prossima gara che domenica 26 vedrà il Crotone opposto al Cagliari. Con l'apertura della curva sud alta si completa l'ampliamento dello stadio che raggiunge così la capienza di 16.280 posti e che, per quanto riguarda la parte pubblica, è costato circa 1,8 milioni. La tribuna centrale è stata noleggiata dalla società Fc Crotone per due anni al costo di circa due milioni.

19:58Alluvione Piemonte:Costa, stato emergenza Asti e Alessandria

(ANSA) - TORINO, 23 FEB - "Il Consiglio dei ministri ha approvato la delibera che estende lo stato di emergenza per l'alluvione di fine novembre 2016 alle province di Asti e di Alessandria, provvedendo ad assegnare una prima somma di 5 milioni di euro". Lo annuncia il ministro per gli Affari regionali, Enrico Costa. "Si tratta di un passaggio atteso - aggiunge Costa - per un territorio che ha registrato danni significativi. Nelle scorse settimane mi sono recato personalmente ad Asti, dove ho incontrato il presidente della Provincia e ascoltato le preoccupazioni degli amministratori dei comuni colpiti". (ANSA).

Archivio Ultima ora