“No” ricompatta il centrodestra. Renzi, non si voti su di me

Pubblicato il 28 settembre 2016 da ansa

Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e Matteo Salvini

Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e Matteo Salvini

ROMA. – Le sorti del governo. Al giorno tre della campagna referendaria, si riprende la scena lo ‘spettro’ che il presidente del Consiglio prova da settimane a spazzare via. “Non si utilizzi il referendum in nome del desiderio di buttar giù il governo: si manda a casa per sempre la riforma, si perde un’occasione”, è il messaggio di Matteo Renzi. Ma proprio sul tasto della ‘cacciata’ di Renzi battono Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini in una nota che, alla vigilia del compleanno del Cav, suggella una ‘pax’ ritrovata in nome del No: “Il referendum sarà anche un giudizio sul governo”.

Renzi in un primo momento aveva annunciato le sue dimissioni nel caso di bocciatura della riforma costituzionale, poi ha smesso di parlarne per riportare al centro la riforma ed evitare una ‘conta’ contro di lui. Ma il tema è tutt’altro che assente. “Se vince il No il governo deve andare avanti, non è il giudizio universale”, dichiara il ministro Angelino Alfano.

Ma a una domanda del Corriere della sera, l’editore Carlo De Benedetti, che voterà No se l’Italicum non cambierà, così risponde: “Se vincesse il No, Renzi dovrebbe dimettersi. Anche se non credo che lascerà la politica. E per fortuna, perché ha dimostrato di avere energia e qualità”. Ma Beppe Grillo, dando fuoco alle polveri della campagna M5s per il No, usa le sue parole per un attacco durissimo al premier: “Renzi non va più contrastato, ormai conta zero. De Benedetti oggi l’ha licenziato e il countdown al 4 dicembre è iniziato”.

Una recrudescenza, affermano dal Pd, tutt’altro che inattesa. Ogni giorno, mettono in conto, ci sarà un attacco più duro. Ma al Nazareno sono convinti di avere dalla loro argomenti più che convincenti per ribattere colpo su colpo. Anzi, i colpi quasi li previene Renzi, di primo mattino, in un’intervista alla radio Rtl 102.5. “Berlusconi – afferma – punta a tornare in campo assieme a D’Alema e a tanti altri che utilizzano il referendum per questo e per fare una bella Bicamerale”.

E Massimo D’Alema si infuria: “Una sciocchezza, Renzi ritiene gli italiani degli sprovveduti. Non è mia intenzione ricercare cariche pubbliche ma rivendico il diritto a oppormi a una riforma cattiva e dannosa”. Renzi, però, traccia una linea di demarcazione netta. Tra la “cooperativa di reduci” che “indossa il broncio di ordinanza” e chi “ha il coraggio di rischiare per un futuro in cui l’Italia sia leader”.

Non solo le riforme. Anche un progetto come il Ponte sullo Stretto, può avere un “effetto simbolico”, rivendica dopo le polemiche per la sua proposta. Anche nella maggioranza Pd, dai Giovani turchi alla vicesegretaria Debora Serracchiani, emergono forti perplessità (“Non è una priorità”, dichiarano). Ma Renzi precisa che è un progetto per il futuro, da realizzare dopo opere come la banda larga e la Salerno-Reggio Calabria.

“Al futuro sì”, è il tema che accompagnerà il leader Pd in tutta la campagna referendaria, che avrà il suo apice nella Leopolda che dovrebbe svolgersi dal 18 al 20 novembre. Una campagna che punta molto sul porta a porta, tanto che David Hunter, socio del guru americano Jim Messina, avvierà venerdì a Firenze una serie di incontri per ‘formare’ i volontari del Sì.

Ma anche il No serra le fila. Ad Arcore il centrodestra di Berlusconi, Meloni e Salvini si ricompatta proprio contro il referendum. “La vittoria del No non sarà un salto nel buio”, scrivono in una nota congiunta, impegnandosi a presentare una nuova riforma. “E’ il passato che torna, il loro slogan è: non facciamo nulla per altri 20 anni”, replica Andrea Marcucci.

Ma anche nel Pd potrebbero presto dire un No definitivo gli esponenti della minoranza. Il confronto decisivo con Renzi potrebbe essere in una riunione della direzione convocata per la metà di ottobre. Ma per ora, affermano i renziani, la richiesta di cambiare subito l’Italicum è esorbitante: “La nostra apertura è sincera, ma al momento non ci sono pervenute proposte da altre forze politiche”.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

23:38Europei U.21: Slovacchia-Svezia 3-0

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - La Slovacchia ha battuto 3-0 la Svezia campione uscente nell'altra partita del gruppo A degli Europei under 21, giocata a Lublino. Reti di Chrien al 5' pt, Mihalik al 22' pt e Satka al 28' st. Questo successo permette alla Slovacchia, seconda nella classifica finale del girone, di finire a quota 6 punti con una differenza reti di +3. Ancora in corsa (alle semifinali del torneo si qualifica anche la migliore seconda dei tre gruppi) rimangono Portogallo (in campo domani contro la Macedonia, con 3 punti e una differenza reti di 0), Repubblica Ceca (ha 3 punti e differenza reti di 0, sabato match con la Danimarca) e l'Italia (stessa situazione e gioca sabato contro la Germania).

23:37Europei U.21: Inghilterra in semifinale, 3-0 alla Polonia

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - L'Inghilterra si è qualificata per le semifinali dell'Europeo under 21 battendo la Polonia per 3-0 a Kielce la Polonia padrona di casa, conquistando il primo posto nel girone A, con 7 punti. Le reti sono state segnate da Gray al 6' pt, Murphy al 24' st e Baker al 36' st.

22:55Calcio:Roma,Salah al Liverpool per 42 mln e 8 bonus

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - La Roma ha reso noto di aver sottoscritto con il Liverpool l'accordo per la cessione a titolo definitivo di Mohamed Salah. Il calciatore egiziano passerà al club inglese a fronte di un corrispettivo fisso di 42 milioni di euro, e variabile, fino a un massimo di 8 milioni di euro, per bonus legati al raggiungimento da parte del club inglese e del calciatore di determinati obiettivi sportivi. Salah, arrivato in prestito ad agosto 2015 e poi acquistato a titolo definitivo, ha totalizzato in giallorosso 83 presenze e 34 reti. Successivamente anche il Liverpool ha confermato la conclusione positiva dell'affare, con una nota sul proprio sito in cui si precisa che l'egiziano, che avrà la maglia numero 11, "ha firmato un contratto di lunga durata". "Sono felice di essere qui - ha commentato Salah - e darò tutto me stesso per questo club, con cui voglio vincere qualcosa".

22:50Tusk, Ue estenderà sanzioni a Russia su Ucraina di 6 mesi

(ANSA) - BRUXELLES, 22 GIU - L'Ue estenderà di sei mesi, a partire da luglio, le sanzioni economiche contro la Russia per il conflitto in Ucraina. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, via Twitter, mentre è in corso la sessione del vertice Ue dedicata alla politica estera. "D'accordo. L'Ue estenderà le sanzioni economiche contro la Russia per la mancata attuazione degli accordi di Minsk". La decisione fa seguito alla presentazione ai 28 della valutazione della situazione da parte della cancelliera tedesca, Angela Merkel, e del presidente francese, Emmanuel Macron.

22:42Corea Nord: Fox, testato motore per missili balistici

(ANSA) - NEW YORK, 22 GIU - Il regime nordcoreano avrebbe condotto un nuovo test per sperimentare un motore da utilizzare in futuro su missili balistici intercontinentali o su vettori per il lancio di satelliti in orbita. Lo riporta Fox News citanto fonti dell'amministrazione Usa. Se la notizia fosse confermata sarebbe il terzo test del genere dal mese di marzo, quando ve ne furono ben tre. E il sito in cui e' avvenuto sarebbe lo stesso delle volte precedenti, nell'area della citta' di Yun Song.

22:41Messico: a maggio boom di omicidi, è record ultimi 20 anni

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 22 GIU - L'ondata di violenza criminale che si abbatte sul Messico non sembra avere più alcun limite: secondo cifre ufficiali, il numero di omicidi registrati nel paese durante il maggio scorso ha superato il livello più alto registrato negli ultimi venti anni. Le statistiche diffuse dal Sistema Nazionale di Sicurezza Pubblica (Snsp), infatti, indicano che nel mese di maggio si sono aperte 2.186 inchieste giudiziarie per omicidio. Finora il numero più alto era quello del maggio del 2011, con 2.131 casi. A questo dato statistico, il peggiore dall'inizio della serie storica apertasi nel 1997, si devono aggiungere due fattori: il numero, difficile da stimare, di omicidi non denunciati né registrati dalle autorità e un livello di impunità superiore al 95%. In altre parole, ci sono ogni volta più omicidi in Messico, e ogni volta meno assassini catturati e condannati.

22:39Trump, da parte mia nessun nastro colloqui con Comey

(ANSA) - WASHINGTON, 22 GIU - "Con tutte le notizie recenti di sorveglianze elettroniche, intercettazioni, smascheramenti e fughe illegali di informazioni, non ho idea se ci sono 'nastri' o registrazioni delle mie conversazioni con James Comey, ma io non ho fatto, e non ho, alcuna registrazione del genere": lo ha twittato Donald Trump in riferimento ai suoi colloqui con l'ex capo dell'Fbi da lui licenziato.

Archivio Ultima ora