Mattarella, sport investimento sempre proficuo

Pubblicato il 28 settembre 2016 da ansa

Mattarella, sport investimento sempre proficuo

Mattarella, sport investimento sempre proficuo

ROMA. – Lo sport “risorsa e investimento sempre proficuo”, quando porta medaglie e soprattutto quando “la cura dell’eccellenza va di pari passo con la pratica” di base. Le bandiere che hanno sfilato a Rio tornano al Quirinale ed è nella casa di tutti gli italiani che il presidente Sergio Mattarella accoglie le medaglie azzurre, olimpiche e paralimpiche, e per la prima volta anche i quarti posti perché, usando le parole del n.1 del Coni, Giovanni Malagò, “non deve essere una questione di centimetri, di centesimi o di scarto minimo nei punteggi a precludere loro l’onore di essere ricevuti dal Capo dello Stato”.

Una festa, presente anche il premier Matteo Renzi (la prima volta per un presidente del consiglio a una cerimonia di sport al Colle) per celebrare i risultati agli ultimi Giochi che hanno dato testimonianza di “un’Italia in cui è davvero bello riconoscersi” ha sottolineato Mattarella rivolgendosi agli azzurri, “voi siete stati la nostra bandiera”.

Quel tricolore che il mondo dello sport avrebbe voluto far sventolare a Roma 2024: il tema delle Olimpiadi mancate, proprio alla vigilia della giunta straordinaria capitolina che dovrà ratificare il ‘no’ ai Giochi già annunciato dalla sindaca Virginia Raggi, non è stato accantonato. Ci ha pensato Malagò, aprendo la cerimonia, a lanciare un messaggio chiaro. “Qui ci sono campioni che ci insegnano che ogni obiettivo è possibile: sono lo spot più bello ed efficace per veicolare l’immagine di un’Italia fiera, che non ha timore delle nuove sfide da affrontare con lungimiranza – punge il presidente del Coni -, lealtà e trasparenza, perché crede in un domani in cui il nostro movimento possa rappresentare una fantastica leva di rilancio e di sviluppo.

Un domani “a cinque cerchi”, aspirazione unanimemente condivisa dal nostro mondo, che gli atleti chiedono non venga negata dai pregiudizi, perché “soltanto una cosa rende impossibile un sogno, la paura di fallire”. La citazione di Paulo Coehlo per insistere sul tasto olimpico, sperando ancora di poter rimandare il game over. Con un rimpianto, ammette il capo dello sport, “a film visto”, non aver fatto il referendum.

Della vicenda di Roma 2024 però non vuole parlare Mattarella (“Questa è un’occasione per fare festa con gli atleti non faccio dichiarazioni” ha detto a conclusione dell’evento), presidente che pure ha osannato quel mondo dello sport, giudicandolo un investimento “specialmente se la cura dell’eccellenza va di pari passo con la pratica. Non devono mai essere disgiunte e nemmeno contrapposte”.

Contrapposizione – nota qualcuno nella platea degli atleti – presente invece nelle motivazioni addotte dalla giunta pentastellata per rifiutare la candidatura ai Giochi. Che al momento, nonostante il parere negativo del comune, non verrà formalmente ritirata, almeno fino a febbraio. Ma quel no rischia di coinvolgere anche altri progetti, come quello dei mondiali di rugby del 2023.

Ma neppure Renzi, che prima di arrivare al Colle sulla vicenda aveva ribadito il suo pensiero (“triste dire no perché si dice che qualcuno ruba. Credo sia un capitolo chiuso, rispettiamo la scelta”), ha voluto parlare dell’argomento. “Qui siamo al Quirinale e parla il presidente della Repubblica…” si limita a dire, mentre fa foto con tutti gli azzurri, parla a lungo con Campriani, scherza con il capitano del Settebello Tempesti, saluta le farfalle della ritmica che volevano fare una foto col premier.

Gli atleti intanto si godono la giornata di festa: da Federica Pellegrini portabandiera chiamata (assente la Caironi per i paralimpici) con Bebe Vio a riconsegnare i tricolori, passando per gli ori di Paltrinieri, Campriani e Basile (il judoka strappa anche un selfie con Mattarella), a quelli di Alex Zanardi applauditissimo e commosso quando il presidente lo cita. “Raggiungere un obiettivo non comporta la felicità – dice Mattarella parafrasando un discorso fatto nei giorni scorsi dall’ex pilota campione di handbike – bisogna averla dentro per raggiungere l’obiettivo, a quel punto l’impegno e la fatica restituiscono sempre qualcosa”. Quel seme che “si tramanda”. L’investimento sul futuro.

Ultima ora

20:43Confederations: Camerun-Australia 1-1

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Camerun e Australia hanno pareggiato 1-1 (1-0) in una partita del gruppo B della Confederations Cup giocata a San Pietroburgo. Reti di Anguissa al 46' pt e Milligan su rigore al 15' st.

20:35Calcio: Spalletti, Borja Valero? Giocatore forte ed esperto

(ANSA) - MILANO, 22 GIU - "Borja Valero è forte ed esperto. A centrocampo siamo a posto, se le cose restano così non andiamo a prendere nessuno. Se va via qualcuno gli metteremo gli occhi addosso. E’ un giocatore di sicuro affidamento": lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti, intervistato da Premium Sport, a Catanzaro dove sarà premiato con il 'Premio Ceravolo'. "Rudiger? In difesa faremo sicuramente qualcosa -aggiunge l'allenatore - lui è un grandissimo come Manolas, ha fatto vedere quanto vale ma dire il nome di chi andremo a prendere mi sembra prematuro e scorretto". Spalletti conferma che l'Inter dovrà prima cedere qualche giocatore "perchè c'è un regolamento", solo in seguito il club nerazzurro interverrà per "migliorare la rosa e sostituire chi partirà".

20:35Delitto Noventa: 30 anni carcere a fratelli Sorgato

(ANSA) - PADOVA, 22 GIU - Condanna a 30 anni di carcere per Freddy Sorgato e per la sorella Debora, 16 anni e 10 mesi per la loro amica Manuela Cacco. Sono le pene inflitte poco fa dal Tribunale di Padova, con rito abbreviato, nei confronti dei tre imputati - l'uomo era l'ex fidanzato della vittima - dell'omicidio premeditato e l'occultamento di cadavere di Isabella Noventa, l'impiegata 55enne padovana scomparsa la notte tra il 15 e il 16 gennaio 2016, il cui corpo non è mai stato trovato.

20:15Boldrini, dico sì ad Europa, ma a condizione che cambi

(ANSA) - VENEZIA, 22 GIU - "All'Europa dico sì, ma a una condizione: che ci sia un reale cambiamento". Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, in occasione della presentazione del suo libro a Venezia. "Credo - ha spiegato - che ci sia oggi bisogno che l'Europa sia percepita come un'istituzione benigna, che protegge i cittadini e dà loro delle chance. Bisogna quindi lavorare sull'aspetto sociale dell'Europa, che deve essere più capace di mettere i cittadini al centro della propria azione". "Penso infatti - ha proseguito la presidente della Camera - che debba fare qualcosa che vada a vantaggio dei più bisognosi: ad esempio, immagino come un sussidio di disoccupazione europeo cambierebbe la percezione dell'Europa e porterebbe a dire che l'Europa dei diritti, affermando i principi che sono alla base del progetto europeo, non lascia indietro nessuno. Credo che ci siano buone speranze per portare avanti questo progetto europeo".

20:07Classifica ribaltata all’Audi sailing week-52 super series

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - La 52 Super Series questa mattina si è ritrovata sulla linea di partenza alle 12.00 per disputare due regate a bastone - con un vento che ha oscillato tra i 10 - 12 nodi dai quadranti sud-orientali - previste per la seconda giornata dell'Audi Sailing Week - 52 Super Series, organizzata dello Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il Title Sponsor Audi. Si porta al comando della classifica provvisoria Rán Racing, seguito a tre punti di distacco dal secondo classificato Bronenosec e Sled dietro di un solo punto. Con alle spalle una giornata difficile conclusa ai piani bassi, Quantum Racing, alla tattica il velista di America's Cup Terry Hutchinson, ha scalato oggi la classifica e, con un primo ed un terzo posto di giornata, si è posizionato sesto. Nella prima prova è partito lanciatissimo sul pin e ha dominato tutta la gara allungando costantemente le distanze sugli avversari mentre nella seconda prova ha avuto la meglio Rán Racing, con il tattico Adrian Sted, che ha così conquistato il vertice

20:04Terrorismo: espulso tunisino, apologia Isis su Facebook

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Con un provvedimento firmato dal ministro dell'Interno, Marco Minniti, è stata eseguita oggi l'espulsione di un 25enne tunisino, per motivi di sicurezza dello Stato. Il giovane, residente a Scicli (Rg), fa sapere il Viminale, è emerso all'attenzione delle forze di polizia nell'ambito dell'attività di ricerca informativa in relazione a due suoi connazionali, già espulsi il 14 aprile scorso, entrambi con decreto del ministro. Il tunisino frequentava la moschea di Donnalucata (Rg) e sul suo profilo Facebook presentava la sua immagine con la frase "io sto andando, è sicuro che non torno, quindi addio". Aveva, inoltre ripetutamente postato contenuti di propaganda jihadista ed immagini con riferimenti apologetici dello Stato Islamico. Con il rimpatrio di oggi, il 55/o del 2017, sono 187 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel proprio Paese dal 2015.

19:58Calcio: da giocatore a imprenditore,ecco convenzione Ics-Aic

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Una partnership consolidata quella tra l'Istituto per il Credito Sportivo e l'Associazione Italiana Calciatori che si rafforza maggiormente grazie a due importanti iniziative. Siglata infatti oggi da Damiano Tommasi, Presidente di Aic e Paolo D'Alessio, Commissario Straordinario dell'Istituto per il Credito Sportivo, la nuova convenzione triennale che consentirà ai calciatori che vogliono investire nell'impiantistica sportiva di usufruire di vantaggi e agevolazioni grazie ai Fondi Speciali gestiti dall'ICS: 5 milioni a tasso zero per mutui fino a 200.000 euro in 10 anni, su un plafond complessivo di 25 milioni di euro stanziato dal Credito Sportivo per dare un impulso importante all'imprenditorialità di settore. L'agevolazione è volta a favorire soprattutto gli ex atleti o atleti a fine carriera con massimo 45 anni di età, che abbiano disputato le principali competizioni internazionali o giocato nei maggiori campionati nazionali organizzati dalle rispettive Leghe

Archivio Ultima ora