Marò: Corte Suprema India, Latorre può restare in Italia

Pubblicato il 28 settembre 2016 da ansa

Marò: Corte Suprema India, Latorre può restare in Italia

Marò: Corte Suprema India, Latorre può restare in Italia

NEW DELHI. – La parola chiave è “soddisfazione”. E davvero oggi non si è fatta alcuna fatica nel pronunciarla dopo che a New Delhi la Corte Suprema ha disposto, al termine di una breve udienza, che il Fuciliere di Marina Massimiliano Latorre resti in Italia fino alla fine del processo giurisdizionale aperto presso il tribunale arbitrale internazionale dell’Aja.

E “soddisfazione” per la decisione è stata subito manifestata dalla Farnesina in un comunicato che sottolinea come si tratti di “un passaggio importante che riconosce l’impegno intrapreso dal governo italiano con il ricorso all’arbitrato internazionale”. Sulla stessa lunghezza d’onda, il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha sostenuto via Facebook che “la strategia del governo è quella giusta. Andiamo avanti, certi che anche la conclusione del procedimento di arbitrato porterà alla soluzione definitiva auspicata dall’Italia”.

Latorre, ormai rimessosi dall’ictus che lo ha colpito nell’agosto 2014, ha ringraziato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la ministro Pinotti e “tutti gli italiani che non mi hanno abbandonato e che resteranno sempre nel mio cuore”. La sua compagna, Paola Moschetti si è rallegrata perché “si è spezzato un circolo vizioso”. Ora, ha aggiunto, “avremo più tempo per recuperare una vita normale”.

Sulla scia di quanto stabilito il 26 maggio su indicazione del Tribunale dell’Aja per l’altro Fuciliere Salvatore Girone, i giudici indiani hanno accettato di modificare le condizioni della libertà provvisoria di Latorre, che fra l’altro aveva un permesso in scadenza il 30 settembre, richiedendo in cambio impegni scritti ed il rispetto di alcune regole di comportamento.

Si è trattato di una conclusione annunciata, perché già il 20 settembre, quando l’istanza italiana era stata presentata, l”Additional Sollicitor General’, P.S. Narasimha, si era verbalmente detto d’accordo per questa soluzione. Ma la Corte aveva comunque preteso da parte del governo un impegno scritto. Al termine dell’udienza, l’ambasciatore d’Italia Lorenzo Angeloni, presente in aula, e i legali dello studio Titus che hanno assistito i due marò fin dall’inizio, si sono rallegrati per il risultato ottenuto, che ha tutta l’aria di poter essere interpretato come la fine di un braccio di ferro italo-indiano su questa vicenda che ha deteriorato le relazioni bilaterali negli ultimi quattro anni e mezzo.

In definitiva la decisione apre una parentesi molto ampia nella vicenda processuale legata a quanto avvenuto nel febbraio 2012 al largo delle coste del Kerala, quando la petroliera Enrica Lexie, su cui Latorre e Girone svolgevano compiti di sicurezza, ed il peschereccio St.Antony, furono protagonisti di un incidente in cui morirono due pescatori. Il relativo dossier è infatti, su iniziativa italiana a cui l’India ha aderito, all’esame di un tribunale di arbitrato a l’Aja, e secondo il calendario dei lavori pubblicato in primavera, una decisione su chi, fra Italia e India, ha diritto alla giurisdizione sul caso, non giungerà in ogni caso prima della fine del 2018.

(di Maurizio Salvi/ANSA)

Ultima ora

00:28Slovenia: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

(ANSA) - LUBIANA, 22 MAR - Uccide la nonna di 80 anni e il fratello di 31, poi li decapita, brucia le teste e si autodenuncia alla polizia. Si è consumato così nel villaggio di Lukovec, piccolo paesino di una quindicina di case a Nord-Ovest di San Daniele del Carso, nel Comune di Komen, nel cuore del Carso sloveno, un delitto familiare che - secondo gli investigatori - assume i contorni dell'atto di follia. Il protagonista è un uomo di 35 anni, Marko Abram, che nella serata di lunedì ha ucciso i due familiari. Ancora da capire il movente del delitto, così come ancora poco chiare sono gli strumenti utilizzati per il delitto, che secondo alcune ricostruzioni, potrebbero essere due coltelli e un'accetta, al momento in possesso della Polizia scientifica che li sta esaminando ed esprimerà le proprie valutazioni nei prossimi giorni. L'avvocato dell'assassino, Gorazd Gabri, oggi, all'uscita dal Tribunale dove Abram è stato interrogato per sei ore, ha detto ai giornalisti che il suo cliente ha riconosciuto la propria colpevolezza.

00:23Calcio: Podolski saluta con un gol

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Sconfitta immeritata per l'Inghilterra, battuta 1-0 dalla Germania nell'amichevole di lusso giocata questa sera a Dortmund. L'unica rete porta la firma di Lukas Podolski, gran sinistro all'incrocio dei pali al 24' della ripresa. L'ex interista, campione del mondo nel 2014, ha così salutato nel migliore dei modi la maglia bianca dopo 130 presenze e 49 reti. Ma fino al momento in cui è passata in svantaggio ha fatto più bella figura l'Inghilterra, che nel primo tempo ha colpito un palo con Lallana ed è andata ancora vicino al gol con Dele Alli, tiro centrale parato da ter Stegen.

23:08Fillon denuncia ‘un complotto di Stato’

(ANSA) - PARIGI, 22 MAR - Il candidato della Destra alle elezioni presidenziali francesi, Francois Fillon, denuncia un "complotto" e violazioni del "segreto istruttorio" con fughe di notizie organizzate dai "servizi dello Stato". "Le maschere cadono, il complotto è ormai sotto agli occhi di tutti i francesi", ha detto ai microfoni di radio France Info, aggiungendo: "Ogni settimana ci sono fughe (di notizie) contro il segreto istruttorio, fughe di notizie organizzate dai servizi dello Stato".

22:34Attacco Londra: chiusa la London Eye

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Il London Eye, la ruota panoramica della capitale britannica sulla riva del Tamigi, ha sospeso il suo servizio. Lo hanno riferito le autorità precisando che tutti i turisti, dopo essere rimasti bloccati per quasi un'ora nelle cabine, sono stati fatti scendere e non hanno avuto problemi.

22:24Siria: i turchi bombardano zona curda

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 MAR - L'artiglieria turca ha bombardato nelle ultime ore postazioni curdo-siriane nella Siria nord-occidentale, un giorno dopo l'arrivo in quella stessa area di mezzi blindati russi a protezione dell'area a maggioranza curda. Lo riferisce l'Osservatorio per i diritti umani in Siria (Ondus), secondo cui i colpi di artiglieria hanno colpito il distretto di Afrin e quello di Jenderes. Non si registrano uccisi ma solo feriti tra civili e miliziani curdi. La stampa araba aveva dato ampio risalto ieri all'arrivo ad Afrin di truppe russe a bordo di mezzi blindati. E' la prima volta che le forze di Mosca si schierano al confine con la Turchia.

22:18Milan: arrivati 20 mln, resto caparra atteso entro venerdì

(ANSA) - MILANO, 22 MAR - Sarebbero arrivati nelle casse di Fininvest 20 dei 100 milioni di euro della terza caparra che i cinesi di Sino-Europe Sports devono pagare per ottenere una nuova proroga del closing per l'acquisto del Milan. Secondo quanto filtra, due sono le ricostruzioni della vicenda. La società cinese di Li Yonghong si starebbe muovendo con più di una banca per completare il pagamento di questa terza caparra da 100 milioni di euro e questo bonifico sarebbe avvenuto con tempistiche diverse da quello da 80 milioni di euro, atteso fra domani e venerdì. Oppure Ses si sarebbe affidata a un unico istituto finanziario che ha deliberato i bonifici in momenti diversi.

22:16Calcio: Spalletti a cena con Pallotta, il contratto nel menù

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Il presidente della Roma James Pallota si trova in questo momento a cena col tecnico toscano Luciano Spalletti, appena rientrato nella capitale dopo due giorni in Toscana. All'incontro, in un ristorante non distante dall'albergo che ospita Pallotta, è presente anche il dg Mauro Baldissoni. I due si erano già incontrati a Trigoria prima della partita col Sassuolo, ma non avevano approfondito i discorsi sul futuro e sul rinnovo del contratto dell'allenatore.

Archivio Ultima ora