Marò: Corte Suprema India, Latorre può restare in Italia

Pubblicato il 28 settembre 2016 da ansa

Marò: Corte Suprema India, Latorre può restare in Italia

Marò: Corte Suprema India, Latorre può restare in Italia

NEW DELHI. – La parola chiave è “soddisfazione”. E davvero oggi non si è fatta alcuna fatica nel pronunciarla dopo che a New Delhi la Corte Suprema ha disposto, al termine di una breve udienza, che il Fuciliere di Marina Massimiliano Latorre resti in Italia fino alla fine del processo giurisdizionale aperto presso il tribunale arbitrale internazionale dell’Aja.

E “soddisfazione” per la decisione è stata subito manifestata dalla Farnesina in un comunicato che sottolinea come si tratti di “un passaggio importante che riconosce l’impegno intrapreso dal governo italiano con il ricorso all’arbitrato internazionale”. Sulla stessa lunghezza d’onda, il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha sostenuto via Facebook che “la strategia del governo è quella giusta. Andiamo avanti, certi che anche la conclusione del procedimento di arbitrato porterà alla soluzione definitiva auspicata dall’Italia”.

Latorre, ormai rimessosi dall’ictus che lo ha colpito nell’agosto 2014, ha ringraziato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la ministro Pinotti e “tutti gli italiani che non mi hanno abbandonato e che resteranno sempre nel mio cuore”. La sua compagna, Paola Moschetti si è rallegrata perché “si è spezzato un circolo vizioso”. Ora, ha aggiunto, “avremo più tempo per recuperare una vita normale”.

Sulla scia di quanto stabilito il 26 maggio su indicazione del Tribunale dell’Aja per l’altro Fuciliere Salvatore Girone, i giudici indiani hanno accettato di modificare le condizioni della libertà provvisoria di Latorre, che fra l’altro aveva un permesso in scadenza il 30 settembre, richiedendo in cambio impegni scritti ed il rispetto di alcune regole di comportamento.

Si è trattato di una conclusione annunciata, perché già il 20 settembre, quando l’istanza italiana era stata presentata, l”Additional Sollicitor General’, P.S. Narasimha, si era verbalmente detto d’accordo per questa soluzione. Ma la Corte aveva comunque preteso da parte del governo un impegno scritto. Al termine dell’udienza, l’ambasciatore d’Italia Lorenzo Angeloni, presente in aula, e i legali dello studio Titus che hanno assistito i due marò fin dall’inizio, si sono rallegrati per il risultato ottenuto, che ha tutta l’aria di poter essere interpretato come la fine di un braccio di ferro italo-indiano su questa vicenda che ha deteriorato le relazioni bilaterali negli ultimi quattro anni e mezzo.

In definitiva la decisione apre una parentesi molto ampia nella vicenda processuale legata a quanto avvenuto nel febbraio 2012 al largo delle coste del Kerala, quando la petroliera Enrica Lexie, su cui Latorre e Girone svolgevano compiti di sicurezza, ed il peschereccio St.Antony, furono protagonisti di un incidente in cui morirono due pescatori. Il relativo dossier è infatti, su iniziativa italiana a cui l’India ha aderito, all’esame di un tribunale di arbitrato a l’Aja, e secondo il calendario dei lavori pubblicato in primavera, una decisione su chi, fra Italia e India, ha diritto alla giurisdizione sul caso, non giungerà in ogni caso prima della fine del 2018.

(di Maurizio Salvi/ANSA)

Ultima ora

22:29Calcio: Atalanta, Papu Gomez “attenti a Icardi domenica”

(ANSA) - BERGAMO, 17 NOV - "Bisogna stare attenti a Icardi, perché negli ultimi venti metri sbaglia poche palle e noi abbiamo bisogno di fare punti". A due giorni dalla sfida con l'Inter a San Siro alla ripresa del campionato, Alejandro Gomez mette in guardia la sua Atalanta: "Sarà la prima delle tante sfide di un tour de force da qui a gennaio in cui dobbiamo anche chiudere la qualificazione in Europa League - spiega il Papu -. Domenica sera sarà dura, perché Mauro è micidiale dentro l'area anche se magari non partecipa molto al gioco". In casa dei bergamaschi c'è voglia di rivalsa per il 7-1 del 12 marzo scorso: "Cose che capitano, da lì comunque non perdemmo più arrivando quarti", prosegue il numero 10 atalantino. Chiosa sull'esclusione della nazionale azzurra da Russia 2018: "Mi spiace per Spinazzola e per gli altri ragazzi che conosco bene da anni. L'Italia è un Paese che vive di calcio e un Mondiale azzurri senza fa una strana sensazione".

22:07Diciassettenne in rianimazione con meningite a Imola

(ANSA) - BOLOGNA, 17 NOV - Un ragazzo di 17 anni è ricoverato in rianimazione all'ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola per una meningite, confermata dagli esami. Sarebbe in gravi condizioni. E' stata attivata la tipica profilassi, con segnalazione al dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl e individuazione delle persone in contatto, come familiari, amici, compagni di classe del ragazzo, che è residente a Imola; la profilassi antibiotica è stata somministrata anche agli operatori sanitari che lo hanno preso in cura. (ANSA).

21:56Calcio: Toro, Rincon “Belotti sognava mondiale,lo aiuteremo”

(ANSA) - TORINO, 17 NOV - "Belotti sognava di giocare il suo primo Mondiale, dobbiamo aiutarlo a riprendersi da questo brutto colpo". Rincon sprona il 'Gallo', scoppiato in un pianto a dirotto lunedì sera dopo Italia-Svezia: "Cercheremo di dargli nuovi stimoli al Toro, di fargli ritrovare il gol e il sorriso. Spiace per Andrea, per tutti gli azzurri e per il calcio italiano: un Mondiale senza di loro sarà strano, particolare". Il Torino cerca di tenere la rotta per il sesto posto finale, che varrebbe un posto in Europa League: "Siamo reduci - ricorda Rincon - da una buona prova contro l'Inter davanti a 70 mia spettatori. Dobbiamo trovare continuità nelle prestazioni, quella nei risultati arriverà di conseguenza. Il Chievo sarà un avversario di tutto rispetto, è da tanti anni che gioca in A".

21:39Ippica: Agnano festeggia il driver più anziano al mondo

(ANSA) - NAPOLI, 17 NOV - Festa grande all'ippodromo di Agnano di Napoli per 'O barone, al secolo Carmine Di Vincenzo, che con i suoi 90 anni appena compiuti è il driver, ancora in attività, più anziano del mondo. Amici, colleghi e cavalli hanno accolto con calore ed entusiasmo quello che tutti considerano una leggenda vivente dell'ippica italiana, il cui nome e' stato scritto duemila volte nelle griglie di partenza dei maggiori ippodromi. Una cifra da record come da Guinness le volte che e' salito sul podio, quattrocento. 'O barone, indossata la divisa con i suoi colori di scuderia - bianca e cappellino rosso - si e' concesso un giro di anello portando al traguardo il suo Totem.''Festeggio solo i miei primi 90 anni di amore per questo sport e per i cavalli'' ha detto al taglio di torta che, manco a dirlo, era a forma di testa equina. Gia', solo i primi 90 visto che 'O barone non ha nessuna intenzione di scendere dal sulky e, come tutti gli anni, si e' presentato alle visite mediche per la prossima stagione di corse.

21:18Calcio: Spalletti a tifosi Inter,onorati per vostra passione

(ANSA) - MILANO, 17 NOV - Luciano Spalletti ricorda i numeri da record dei tifosi dell'Inter e li ringrazia per aver raggiunto i 50.115 biglietti venduti anche contro l'Atalanta, per un totale di 413.499 spettatori in poco meno di tre mesi. "La vostra clausola rescissoria non ha prezzo, onorati di essere la vostra passione", si legge nella foto pubblicata su Instagram dal tecnico nerazzurro. Poi Spalletti elenca i dati sugli spettatori in questo avvio di stagione: 51.752 contro la Fiorentina, 57.235 con la neopromossa Spal, 50.037 col Genoa poi il record del derby con 78.328 spettatori. Contro la Sampdoria riempirono gli spalti di San Siro 54.451 tifosi e prima della sosta, in 71-581 col Torino nell'ultima sfida prima della sosta del campionato.

21:06Biotestamento: Zanda invia a senatori Pd messaggio Papa

(ANSA) - ROMA, 17 NOV - Il presidente dei senatori del Pd, Luigi Zanda, secondo quanto apprende l'Ansa, ha inviato ai senatori del proprio gruppo il messaggio inviato ieri da Papa Francesco al convegno al convegno sul 'fine vita' promosso dalla Pontificia Accademia. "Care amiche e cari amici - scrive Zanda ai senatori Dem - penso possa interessarvi il testo integrale del messaggio di Papa Francesco sulla questione del fine vita".

21:05Lavoro: Prodi, quello precario deve costare di più

(ANSA) - ROMA, 17 NOV - "Il lavoro precario deve costare di più, altrimenti togliamo ai giovani la prospettiva, destrutturiamo il Paese. Il riformismo deve dare certezze, fare i cammini che si possono fare". Queste le parole di Romano Prodi sul tema del lavoro, nel corso del dibattito sulle migrazioni a Bologna col ministro della Giustizia Andrea Orlando e il segretario generale della Cei Nunzio Galantino.

Archivio Ultima ora