Sisma: Piano, abbandonare concetto medioevale di fatalità

(ANSA) – ROMA, 29 SET – “Abbandonare il concetto medioevale di fatalità”. E’ l’invito del senatore a vita Renzo Piano mentre parla in Aula a palazzo Madama sul progetto “Casa Italia” e sul sisma. “Il terremoto – afferma – c’è sempre stato in Italia e ci sarà sempre”. Si appella al concetto di “natura indifferente”, “ne’ cattiva, ne’ buona”. Però, precisa, “Ci ha consentito di costruire dighe, argini, case per difenderci e allora difendiamoci”. La soluzione secondo l’architetto e senatore, sono “cantieri leggeri” una possibilità che non bisogna sottovalutare: “Benvenuti nel mondo della contemporaneità”, aggiunge e spiega: la “cantieristica leggera” permette di “non dover allontanare le persone dalle proprie case” e “abbassa i costi degli interventi, sia fisici che umani”. Poi passa a parlare dell’organizzazione come prima necessità per realizzare la sicurezza del paese. “Stiamo parlando di un patrimonio di 10 milioni di case. Patrimonio fatto di borghi che può essere messo in sicurezza”.

Condividi: