Ministro Arias: “L’industria non può produrre in perdita”

Ministro Arias: “L’industria non può produrre in perdita”
Ministro Arias: “L’industria non può produrre in perdita”
Ministro Arias: “L’industria non può produrre in perdita”

CARACAS – “L’industria non può produrre e non guadagnare”. Lo ha affermato il ministro dell’Industria di Base, Juan Arrias, che ha anche detto che è stata necessaria la crisi per trasformare il modello economico nato dalla “sbornia petrolifera”.

– Ora – ha spiegato il responsabile del ministero dell’Industria di base – è necessario sviluppare le forze produttive e permettere che cresca un’economia più competitiva.

Il ministro ha riconosciuto che sono “stati commessi errori in materia economica” ma ha indicato come principale responsabile della crisi quello che ha definito “dollaro guarimbero” che, fino al tasso di cambio “Dicon” accompagnato da altri provvedimenti non si era riuscito a frenare.

Ha ammesso che vi sono contraddizioni tra alcuni economisti che difendono posizioni diverse in seno al governo come, ad esempio “la percezione che bisogna stabilire il prezzo più basso possibile per favorire i venezuelani” anche se l’industria, poi, produce a perdita.

Ha assicurato che il governo prossimamente applicherà provvedimenti per iniziare un processo di deflazione ma, nel caso che non si riesca a raggiungere l’obiettivo, i prezzi dovranno restare al livello attuale. Ha quindi sostenuto che gli operai e gli impiegati sono coscienti che non si possono esigere rivendicazioni salariali se prima non si aumenta la produzione.

– Non si può dissanguare l’azienda esigendo aumenti salariali se prima non si aumenta la produzione – ha commentato.