Usa 2016: Castro connection, Trump violò embargo con Cuba

Pubblicato il 29 settembre 2016 da ansa

Usa 2016:Castro connection,Trump violò embargo con Cuba

Usa 2016:Castro connection,Trump violò embargo con Cuba

WASHINGTON. – Nuove ombre sugli affari di Donald Trump, una tegola sulla campagna elettorale che rischia di alienargli la vasta comunità di cubani americani, soprattutto in Florida, uno degli swing state. E’ la ‘Castro connection’, come ha titolato Newsweek, il settimanale autore dello scoop sulla violazione dello storico embargo contro Cuba da parte del tycoon nel 1988.

Secondo la ricostruzione del settimanale, basata su interviste con ex dirigenti di Trump, documenti interni della società del tycoon e documenti giudiziari, in quell’anno il magnate spese almeno 68 mila dollari per una iniziativa imprenditoriale a Cuba, quando guidava la Trump Hotels and Casino resorts. Ma lo fece indirettamente, tramite la società di consulenza Seven Arrows investment and development corporation, che inviò suoi dipendenti a Cuba per sostenere le spese suggerendo poi ai dirigenti della compagnia di Trump di farle apparire legali legandole ad una donazione di beneficenza retroattiva. Alcuni documenti mostrano che i dirigenti coinvolti nel progetto cubano stavano ancora discutendo la necessità di una autorizzazione federale dopo la “missione segreta”.

L’obiettivo del viaggio, secondo un ex manager di Trump, era quello di creare per la compagnia del tycoon un punto di appoggio nel caso Washington avesse allentato o tolto l’embargo. I rappresentanti di Trump si incontrarono a Cuba con dirigenti di governo, banchieri e imprenditori per esplorare possibili opportunità per la casino company del magnate.

Un episodio imbarazzante, allora come adesso. Pochi mesi dopo il rimborso delle spese alla Seven Arrows investment, Trump lanciò la sua prima sfida presidenziale come candidato del Reform party, fondato dal miliardario Ross Perot, e nel primo giorno di campagna andò a Miami sostenendo che era a favore del mantenimento dell’embargo e che non avrebbe speso un penny a Cuba finché Fidel Castro fosse rimasto al potere. Sette mesi prima aveva sborsato 68 mila dollari.

Ma rivelare l’investimento a Cuba o che era interessato ad un possibile alleggerimento dell’embargo per fare business avrebbe polverizzato le sue chance in Florida, stato cruciale dove la vasta comunità cubano-americana resta ostile al regime di Castro.

La vicenda rischia di restare imbarazzante anche ora: Trump ha promesso che, se verrà eletto, cancellerà il disgelo di Barack Obama verso Cuba se il governo di Castro non consentirà la libertà di religione e non libererà i prigionieri politici.

Ad incalzarlo per primo l’ex candidato repubblicano alla Casa Bianca, Marco Rubio, che dopo essersi ritirato dalla corsa presidenziale ha formalmente appoggiato la candidatura del tycoon: “mi auguro che la campagna di Trump si faccia avanti rispondendo ad alcune domande perché se l’articolo dice la verità sarei profondamente preoccupato”, ha affermato l’ex senatore della Florida di origine cubane durante un’intervista a Espn/Abc.

“È qualcosa su cui devono rispondere: se è davvero successo si tratta di una violazione della legge americana”, ha aggiunto Rubio.

Finora nessuna reazione. Trump incassa uno schiaffo anche dal ministro degli esteri francese, Jean-Marc Ayrault, che in una intervista alla Cnn ha definito “molto confusi” gli obiettivi della sua politica estera e ammonito che non dimenticherà i “duri commenti” fatti dal tycoon dopo gli attentati subiti da Parigi. Il capo della diplomazia francese non ha dato un vero e proprio endorsement a Hillary Clinton ma ha elogiato il suo “grande lavoro” da segretario di Stato e ricordato agli elettori americani che “il futuro presidente degli Usa è importante non solo per gli Stati Uniti ma anche per il resto del mondo”.

Mentre fa campagna in New Hampshire puntando sullo zoccolo duro della working class, nello stesso stato dove ieri Clinton ha cercato di allargare la sua base elettorale corteggiando insieme a Bernie Sanders i millennials, Trump pensa già alla rivincita del prossimo dibattito elettorale del 9 ottobre. Promette di essere più duro, aggressivo, minacciando anche di usare l’arma di Monica Lewinski e delle infedeltà di Bill Clinton.

Hillary invece cerca di cavalcare il ‘momentum’ anche scommettendo sul voto anticipato, come quello partito oggi in Iowa, dove farà un tour di dieci città.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

22:39Cc morto in incidente, condanna camionista parcheggiato male

(ANSA) - PIACENZA, 21 NOV - E' stato condannato in Tribunale a due anni e sei mesi di reclusione il camionista moldavo coinvolto nell'incidente stradale che nel settembre 2014 costò la vita a un appuntato dei carabinieri di Piacenza, Luca Di Pietra, alla guida di una gazzella che si schiantò contro un Tir posteggiato lungo una curva a Castel San Giovanni. Nell'incidente rimase gravemente ferito il collega che era sulla gazzella con lui, l'appuntato scelto Massimo Banci. Il giudice ha accolto la richiesta di condanna avanzata dal pubblico ministero, disponendo anche una provvisionale di 225mila euro da suddividere tra la vedova e i figli del carabiniere morto, i suoi parenti e il collega sopravvissuto. Il legale dell'imputato, Marco Malvicini del Foro di Piacenza, aveva chiesto l'assoluzione dell'autista sostenendo che la posizione del mezzo pesante fosse stata ininfluente, e che l'auto dei carabinieri sarebbe comunque finita fuori strada a causa della velocità sostenuta. E ha annunciato ricorso in Corte d'appello. (ANSA).

22:27SI: Fratoianni, a Fassino diremo che tempo è scaduto

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - "I capigruppo di Sinistra Italiana incontreranno Fassino, già domani, per una questione persino di cortesia ma gli diremo che il tempo ormai è scaduto perché il PD ha governato con diverse destre e ha attuato politiche che danno un'idea di Paese diversa dalla nostra e che rendono la parola coalizione impronunciabile" così il segretario di SI Nicola Fratoianni, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7.

22:25Champions: Allegri “con Barca chance, vogliamo qualificarci”

(ANSA) - TORINO, 21 NOV - "Domani abbiamo la possibilità di qualificarci: possiamo conquistare il primo obiettivo della stagione". Così Allegri che guarda a domani senza però dimenticare la lezione di Genova: "Abbiamo giocato una buon partita, ci è mancato solo il risultato e i nostri gol sono arrivati troppo tardi". Allegri vorrebbe chiudere il conto qualificazione senza rischiare il 5 dicembre nel caldo stadio di Atene, pochi giorni dopo la trasferta di Napoli: "Ma non è un problema - dice - il calendario è questo. Speriamo che Atene non conti, ma ho una rosa importante per potere ruotare i giocatori al meglio. Questo è il campionato, altrimenti alleni una squadra che gioca ogni 15 giorni: ma a me non piace, mi annoio".

22:17Omicidio Palmina: ex imputato, ho la coscienza a posto

(ANSA) - BARI, 21 NOV - "Ho la coscienza a posto, non avevo nessun motivo di commettere una cosa del genere. Mi sono sempre chiesto perché Palmina fece il mio nome. Dopo tanti anni mi auguro che si arrivi a una conclusione una volta per tutte". Lo ha detto Enrico Bernardi lasciando la caserma dei Carabinieri di via Tanzi, a Bari, dove da questa mattina sono iniziate le audizioni disposte dalla Procura di Bari nell'ambito della nuova indagine sulla morte di Palmina Martinelli, la 14enne di Fasano (Brindisi) trovata avvolta dalle fiamme in casa l'11 novembre 1981 e morta nel Policlinico di Bari dopo 20 giorni di agonia. Bernardi è tra le prime cinque persone convocate dalle pm Simona Filoni e Bruna Manganelli. Oltre a lui è stato sentito oggi come persona informata sui fatti Giovanni Costantini, imputato per l'omicidio in concorso con Bernardi e entrambi assolti in via definitiva ormai quasi trent'anni fa. Sono stati convocati anche la sorella maggiore della vittima e suo marito. Si indaga per omicidio volontario aggravato.

22:11Calcio: Allegri, Dybala e Messi sono tanto diversi

(ANSA) - TORINO, 21 NOV - "Dybala e Messi? Sono due giocatori diversi, difficili da paragonare. Entrambi mancini, ma profondamente diversi nella struttura fisica". Così Massimiliano Allegri sul confronto tra i due argentini, protagonisti domani in campo di Juventus-Barcellona: "Paulo è un calciatore aerobico, Leo invece è potente - ha spiegato il tecnico bianconero - Dybala ha 24 anni, deve crescere ancora, ha fatto una prima parte di stagione molto buona segnando tanti gol, poi è calato dopo i rigori sbagliati. Ma sono momenti di crescita che lui deve vivere". Messi "è il miglior calciatore al mondo, ha spostato gli equilibri e continua a farlo - ha aggiunto Allegri - L'unico che fa passare la palla dove gli altri pensano non sia possibile, 'legge' il suo marcatore alla perfezione. Per questo serve una prova collettiva per fermarlo".

22:08Violenza donne: Comune di Cagliari riserva un banco in Aula

(ANSA) - CAGLIARI, 21 NOV - Da stasera al Comune di Cagliari uno dei banchi dell'Aula é riservato idealmente a tutte le donne vittime di violenza. "L'iniziativa 'Posto occupato' è un gesto concreto dedicato a tutte le vittime di violenza -ha ribadito il presidente del Consiglio comunale Guido Portoghese in apertura di lavori-. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Uno dei banchi dell'Aula è appunto riservato a tutte loro per far riflettere e sensibilizzare tutti rispetto alla violenza di genere". "L'iniziativa è inserita nel programma promosso dall'Assessorato alle Politiche delle Pari Opportunità, in collaborazione con i cittadine, le cittadini e il mondo dell'associazionismo locale, in occasione della "Giornata mondiale contro la violenza sulle donne" ha spiegato l'assessore Marzia Cilloccu. Ma il senso della ricorrenza che dal 1999 si celebra nella Giornata del 25 novembre, "vuole essere un monito per tutto l'anno", ha scandito l'esponente della Giunta Zedda, per ricordare a tutti che il rispetto è alla base di ogni rapporto. Quella presentata oggi durante il Consiglio comunale, su proposta dell'Associazione culturale "Le donne sarde", non è quindi come nel campo della fisica, "assenza di materia in un volume di spazio" e nemmeno "mancanza del pieno"."Posto occupato rappresenta un messaggio importante, partitodal Centro Donna dell'Ospedale Binaghi, sempre in prima linea per la salute delle donne e simbolo della dimensione ideale per la libertà e il diritto di ognuna all'autodeterminazione, come nelle intenzioni dell'ideatrice dell'iniziativa, l'attivista Maria Andaloro" ha detto Morena Deriu di "Le donne sarde".Si andrà avanti tutta la settimana con una serie di "Posti occupati": alla MEM (mediateca del mediterraneo), sugli autobus, all'aeroporto e nell'Ex vetreria di Pirri. "Un posto occupato - ha concluso - deve richiamare l'attenzione sugli stereotipi che sono alla radice della cultura della violenza di genere. Per estirparla ci vuole l'impegno di tutti".(ANSA).

21:52Azzardo: Piemonte ribadisce sì a propria legge regionale

(ANSA) - TORINO, 21 NOV - Il Consiglio regionale del Piemonte ribadisce il sì alla legge contro il gioco d'azzardo, più restrittiva di quella nazionale, i cui vincoli sono entrati in vigore lunedì. Un ordine del giorno impegna la Giunta Chiamparino a dare "piena applicazione" alla legge. Il documento, proposto da Pd e maggioranza, è stato approvato anche con i voti del M5S, dopo una piccola modifica. Astenuti invece Fi, Lega e Mns. In una lettera al ministero dell'Economia, l'associazione Astro che raccoglie i gestori di slot machine, aveva chiesto di "sospendere l'applicazione del prelievo erariale su circa 20 mila macchine da gioco in Piemonte, per le quali la nuova legge regionale impone la rimozione". E in una recente intervista, Pier Paolo Baretta, aveva paventato un danno erariale. "Con questa discussione - ha detto Chiamparino, durante un acceso dibattito - mi pare si metta una parola chiara e definitiva che ci permette di assumerci piena responsabilità per garantire l'applicazione di questa importante legge". (ANSA).

Archivio Ultima ora