Cgil: oltre un milione di firme per la Carta dei diritti

Pubblicato il 29 settembre 2016 da ansa

Intervento del segretario generale della Cgil Susanna Camusso al banchetto allestito per la raccolta firme per la Carta dei diritti dei lavoratori in piazza San Babila. Milano, 9 aprile 2016.  ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

Intervento del segretario generale della Cgil Susanna Camusso al banchetto allestito per la raccolta firme per la Carta dei diritti dei lavoratori in piazza San Babila. Milano, 9 aprile 2016. ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

ROMA. – La Cgil consegna alla Camera, nel giorno in cui festeggia i suoi 110 anni, le firme a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare sulla ‘Carta dei diritti universali del lavoro’, messa a punto dallo stesso sindacato e battezzata anche ‘Nuovo Statuto delle lavoratrici e dei lavoratori’: oltre 1 milione 150 mila firme “certificate”, che fanno seguito a quelle (3 milioni 300 mila), già depositate in Cassazione il primo luglio scorso, sui tre referendum che accompagnano la proposta.

I tre quesiti riguardano l’abolizione dei voucher, il reintegro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende al di sopra dei 5 dipendenti (allargato rispetto al ‘vecchio’ articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, di fatto mandato in soffitta dal Jobs act, per le aziende sopra i 15 dipendenti), la reintroduzione della piena responsabilità solidale negli appalti.

“E’ un risultato che non ha paragoni”, ha sottolineato il segretario generale Susanna Camusso, che è stata ricevuta dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, insieme ad una delegazione della Cgil. “Ora il nostro obiettivo è che si apra la discussione parlamentare”, ha proseguito Camusso.

Pronta la risposta di Boldrini: “Conto che la vostra proposta possa essere calendarizzata ed esaminata”, ha detto ritenendo “importante che dal sindacato venga una forte proposta, a riprova di quanto sia infondato il pregiudizio di chi ritiene che le rappresentanze del mondo del lavoro sappiano pronunciare solo dei no”.

Lettura condivisa da Camusso, che ha anche ricordato “il lungo viaggio per l’Italia” che ha accompagnato la ‘Carta’ “e il desiderio di una nuova legge per dare diritti e tutele a tutti i lavoratori”. Tra gli auguri per il compleanno della Cgil, anche quelli del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti (“un patrimonio di valori che hanno dato, e continuano a dare, un contributo importante alla crescita civile del Paese”) e del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia (“per altri 110 anni di confronto serrato e leale in nome del lavoro e della crescita”).

Ultima ora

19:01Calcio: Abatantuono, Donnarumma andrà via

(ANSA) - MILANO, 21 FEB - Gianluigi Donnarumma, che sabato prossimo compirà 18 anni, "è un grande portiere e un grande giocatore, di conseguenza non so ancora quanto potrà restare nel Milan", perchè "è in esatto contrasto con la logica degli acquisti del Milan e quello che è il suo valore di mercato". Lo ha detto Diego Abatantuono, grande tifoso milanista. "A volte vedo in campo una vena di comicità anche da parte di qualche giocatore del Milan - ha aggiunto l'attore -. Visto che lui (Donnarumma, ndr) invece non fa ridere, magari lo prenderà qualcun altro. Ho la sensazione netta, purtroppo che lui non starà a lungo nel Milan, anche se spero che non sarà così". Parlando di Vincenzo Montella, Abatantuono lo ha definito "l'unica star, la vera grande intuizione. Senza l'allenatore quest'anno non avremmo raggiunto nessun risultato" Sul closing "è la cosa più citata ma che non si conclude mai, è difficile da capire, forse proprio perché è cinese". Nessun dubbio invece su Bacca: "Non lo terrei".

18:59Alimentare: perquisizioni Nas per tutela marchi Igp

(ANSA) - UDINE, 21 FEB - Perquisizioni dei Carabinieri del Nas di Udine e dei funzionari dell'Icqrf, Ispettorato Repressione frodi Nord Est, sono in corso in una cinquantina di allevamenti, macelli, abitazioni e studi professionali nelle province di Pordenone, Udine, Gorizia, Milano, Padova, Brescia, Verona, Treviso, Vicenza. Le perquisizioni sono state disposte dalla Procura della Repubblica di Pordenone nell'ambito di indagini per contrastare frodi e illeciti ai danni dei consumatori e per la tutela e qualità delle Indicazioni geografiche tipiche.

18:54Unar: il direttore Spano, ho agito sempre in modo corretto

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - "Ho deciso di rimettere il mio mandato non perché ritenga di avere responsabilità, perché rivendico la piena correttezza del mio operato in questo anno, ma per rispetto al ruolo affidato all'ufficio che ho avuto l'onore di guidare. Occuparsi di contrasto alle discriminazioni presuppone, infatti, entusiasmo e generosità: due doti che ho provato ad avere sempre in questi mesi e che questa squallida vicenda mi ha tolto": così Francesco Spano, il direttore dell'Unar che ieri si è dimesso dopo le polemiche su alcuni finanziamenti. Spano annuncia poi possibili azioni di difesa: "per quanto mi riguarda valuterò nelle prossime settimane come procedere a tutela della mia onorabilità. Resta la spaventosa considerazione su come la cosiddetta 'macchina del fango' resti l'arma di persone vigliacche che non esitano a denigrare chi compie con lealtà e correttezza il proprio dovere". A difesa di Spano sono intervenuti Arcigay e Anddos, l'associazione al centro delle polemiche.

18:52Pd: Emiliano, mi candido segreteria,nessun può cacciarmi

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - "L'avrei voluto fare in assemblea ma il rispetto che ho per Rossi e Speranza non me l'ha consentito. Oggi vi ribadisco che mi candiderò alla segreteria del Pd. Questa è casa mia, casa nostra e nessuno può cacciarmi o cacciarci via". Lo dice Michele Emiliano intervenendo in direzione Pd.

18:50Si lavora per fioritura Castelluccio di Norcia

(ANSA) - PERUGIA, 21 FEB - A Norcia si lavora per aprire un "corridoio" che dia la possibilità ai trattori di "salire fino Castelluccio e fare la semina per la fioritura". Lo ha annunciato il sindaco, Nicola Alemanno. Lo ha fatto durante la presentazione di Nero Norcia, mostra-mercato del tartufo e dei prodotti tipici. "La nostra idea - ha detto Alemanno - è di riuscire ad aprire una strada per tutti proprio in occasione della fioritura a luglio. Per questo ora stiamo vagliando diverse ipotesi che consentirebbero ai trattori di salire a Castelluccio durante il mese di marzo proprio per seminare". "Nella mia amministrazione ho diversi assessori originari di Castelluccio - ha sottolineato ancora il sindaco - e non ci perdoneremmo mai di non aver lavorato con tutte le forse a disposizione per consentire la tradizionale fioritura".

18:49Pd: Orfini, grazie a chi c’è, non mi rassegno agli addii

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - "Ringrazio chi è qui oggi. Ho sentito in queste ore Emiliano, Rossi e Speranza e ho chiesto loro di partecipare alla direzione e al congresso e continuerò a farlo non rassegnandomi alla scelta di chi ha deciso di non partecipare". Lo dice Matteo Orfini aprendo la direzione del Pd. "Chiedo a chi ha fatto una scelta diversa di ripensarci - sottolinea, con riferimento ai bersaniani e a Rossi - penso ci siano condizioni per andare avanti insieme ed evitare addii. Il congresso serve a questo". "Quanto emerso nel dibattito in assemblea e dopo non è tale da giustificare e rendere inevitabile addii dal nostro partito. Credo che ci siano ancora margini per tenere unito questo partito", conclude. "Alla commissione che nomineremo oggi spetta il compito di raccogliere le diverse posizioni per vedere se si può fare ancora qualche passo per ricomporre le distanze".

18:45Disabili: urla Pif a telefono Crocetta, trova soluzione

(ANSA) - PALERMO, 21 FEB - "Presidente c'è un'emergenza: ci sono 3600 disabili che non hanno assistenza. E' un loro diritto. Se lei non è in grado di dare assistenza a questi disabili, se non sa trovare i fondi si dimetta". Con questo tono Pif si è rivolto al governatore Rosario Crocetta parlandogli al telefono mentre una decina di disabili in sedia a rotelle occupavano la sede della Presidenza della Regione. "Non abbiamo più pazienza - ha aggiunto Pif - deve trovare subito una soluzione definitiva, basta perdite di tempo. Ci deve dire quando. Oggi pomeriggio è già tardi. Deve venire subito perchè noi siamo incazzati, ci sono i disabili che aspettano".

Archivio Ultima ora