Onu: successione Ban Ki-moon, Irina Bokova non lascia

Pubblicato il 29 settembre 2016 da ansa

Irina Bokova [foto: Nazioni Unite / Jean-Marc Ferré]

Irina Bokova [foto: Nazioni Unite / Jean-Marc Ferré]

NEW YORK. – Si agitano le acque nella corsa per l’elezione del prossimo segretario generale dell’Onu: la Bulgaria ha deciso di appoggiare la candidatura della vice presidente della Commissione Ue Kristalina Georgieva, ‘scaricando’ il direttore generale dell’Unesco Irina Bokova, la quale però non ha alcuna intenzione di farsi da parte.

Dopo i risultati deludenti ottenuti da Bokova nei voti informali condotti dal Consiglio di Sicurezza, il premier bulgaro Boyko Borissov ha dato il via libera ufficiale alla candidatura della responsabile del bilancio Ue, da sempre una ‘protetta’ della cancelliera tedesca Angela Merkel.

Le procedure delle Nazioni Unite, però, non permettono al governo di uno stato membro di sostituire un candidato a meno che quello già in corsa non si ritiri. E Bokova ha confermato che non ha alcuna intenzione di rinunciare. Nelle ore successive all’annuncio che il governo di Sofia ha deciso di appoggiare Georgieva per la successione a Ban Ki-moon, la numero uno dell’Unesco ha confermato di essere “ancora in corsa”.

“Ci sono stati cinque turni di votazioni preliminari, e la fase più importante arriva il mese prossimo – ha precisato – non vedo alcun motivo per ritirarmi ora”. Secondo quanto ipotizzato da fonti diplomatiche del Palazzo di Vetro, la spiegazione potrebbe essere la seguente: è l’unica candidata dell’est Europa (gruppo a cui per rotazione informale dovrebbe spettare la successione) sostenuta dalla Russia.

Dopo la quinta votazione informale del Consiglio di Sicurezza è ancora saldamente in testa l’ex premier portoghese ed ex Alto Commissario per i Rifugiati, Antonio Guterres. Molto atteso il prossimo voto, il 5 ottobre, il primo in cui al Consiglio di Sicurezza si useranno schede di diverso colore. Si capirà quindi se un paese con diritto di veto intende utilizzarlo.

Ultima ora

09:23‘Ndrangheta: Dda smantella traffico di cocaina

(ANSA) - MILANO, 23 MAG - Nuovo colpo della Dda di Milano alla 'ndrangheta. In una operazione dei Carabinieri del comando provinciale di Milano e del Ros sono state arrestate 21 persone accusate a vario titolo di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso. Le catture riguardano le province di Milano, Monza e Brianza, Perugia, Alessandria, Catanzaro, Roma, Varese e Vercelli. Provvedimenti sono stati eseguiti anche in Germania. L'indagine è partita dopo l'arresto in flagranza, nel settembre 2015 a Bareggio (Milano), di uno degli indagati che fu trovato in possesso di 30 chili di cocaina. I militari hanno scoperto l'esistenza di un sodalizio radicato ad Arluno (Milano) e collegato alla famiglia di 'ndrangheta Gallace, egemone nel territorio di Guardavalle (Catanzaro) e con ramificazioni sia in Lombardia che nel Lazio (Anzio e Nettuno). Il gruppo criminale di stampo mafioso, l'ennesimo gravitante nel Milanese, secondo le accuse era collegata ai narcos colombiani.(ANSA).

09:10Manchester: Gentiloni, Italia unita a popolo e governo

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "L'Italia si unisce al popolo e al governo britannici. I nostri pensieri alle vittime dell'attacco di #Manchester e alle loro famiglie". Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

09:02Manchester: Bbc, tra le vittime ci sono bambini

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - Ci sono anche bambini tra le almeno 22 vittime di ieri alla Manchester Arena, colpita da un attentato di un terrorista kamikaze. Lo riporta la Bbc online. I feriti sono 59.

08:59Polizia, a Manchester è stato un kamikaze

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - Il capo della polizia di Manchester Ian Hopkins, citato dalla Bbc, ha detto che l'uomo che ha attaccato la Manchester Arena "è morto sulla scena dopo aver attivato l'esplosivo". Hopkins ha aggiunto che stanno cercando di capire se l'uomo abbia agito da solo o meno.

08:56Manchester: Alfano, siamo vicini al popolo britannico

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "Cordoglio e dolore per quanto accaduto a Manchester. Siamo vicini al popolo britannico, al Governo, ai feriti e alle famiglie delle vittime": lo ha scritto in un tweet il ministro degli Esteri Angelino Alfano riferendosi alla strage della Manchester Arena. L'Unita' di crisi della Farnesina e l'Ambasciata d'Italia a Londra sono in stretto contatto con le autorità inglesi per verificare l'eventuale presenza di italiani e prestare ogni possibile assistenza ai connazionali presenti nel Regno Unito in relazione all'esplosione avvenuta a Manchester questa notte.

08:51Manchester: sospesa campagna elettorale in Gb

(ANSA) - LONDRA, 23 MAG - Campagna elettorale sospesa oggi in seguito alla strage di Manchester. Lo ha annunciato una fonte del Partito conservatore del primo ministro Theresa May all'agenzia Pa. Intanto da Downing Street filtra la notizia di una convocazione d'urgenza, in mattinata, del Consiglio dei ministri e del comitato d'emergenza Cobra da parte della stessa premier. Rinviati anche comizi e appuntamenti di altri partiti.

08:49Manchester: polizia, 22 morti e 59 feriti

(ANSA) - MANCHESTER, 23 MAG - Il bilancio delle vittime dell'esplosione all'Arena di Manchester durante il concerto di Ariana Grande è salito a 22 morti. Lo ha riferito la polizia. Il Servizio ambulanze del nordovest (Nhs) ha detto che 59 persone sono state trasportate in ospedale, mentre diversi altri feriti lievi sono stati trattati in loco.

Archivio Ultima ora