Regeni: madre, vorrei sapere perché di sua morte e torture

(ANSA) – FERRARA, 30 SET – Della sua morte “non sappiamo ancora perché, come lo abbiamo capito ma io vorrei sapere perché, perché lui e perché qualcuno ha permesso una simile tortura; questo vorrei proprio saperlo”. Così, intervenendo all’apertura della decima edizione del Festival di giornalismo di ‘Internazionale’ a Ferrara, Paola Deffendi, madre di Giulio Regeni, ha parlato del figlio ucciso lo scorso gennaio al Cairo. La mamma del giovane ricercatore, insieme al padre, Claudio Regeni ha incontrato e salutato, pochi minuti prima di salire sul palco, Patrizia Moretti, la madre di Federico Aldrovandi il cui 11esismo anniversario di morte è caduto lo scorso 25 settembre. “Essere qui ci fa molto piacere – ha osservato Claudio Regeni – perché ci permette di far conoscere ancora meglio la storia di Giulio non soltanto in Italia ma anche all’estero. Giulio era un ragazzo contemporaneo e penso che la sua storia abbia toccato molte persone proprio per questo fatto”.(ANSA).

Condividi: