Comunicato Stampa del Consolato Generale d’Italia sul Referendum Costituzionale del 4 dicembre

Pubblicato il 30 settembre 2016 da redazione

Referendum: il testo del quesito, come si vota

Referendum: il testo del quesito, come si vota

COMUNICATO STAMPA

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 27 settembre 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 227 del 28 settembre 2016 sono stati convocati per domenica 4 dicembre 2016 i comizi elettorali per il REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO avente ad oggetto il seguente quesito referendario: Approvate il testo della legge costituzionale concernente “disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?

modello_opzione_votanti_in_italia___bis1

Elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE
Gli elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) riceveranno come di consueto il plico elettorale al loro indirizzo di residenza. Qualora l’elettore non lo ricevesse potrà sempre richiederne il duplicato all’Ufficio consolare di riferimento. Si ricorda che è onere del cittadino mantenere aggiornato l’UFFICIO CONSOLARE competente circa il proprio indirizzo di residenza.

Chi invece, essendo iscritto nell’AIRE, intende votare in Italia, dovrà far pervenire all’UFFICIO CONSOLARE competente per residenza (Ambasciata o Consolato) un’apposita dichiarazione su carta libera che riporti: nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza, indicazione del comune italiano d’iscrizione all’anagrafe degli italiani residenti all’estero, l’indicazione della consultazione per la quale l’elettore intende esercitare l’opzione.

La dichiarazione deve essere datata e firmata dall’elettore e accompagnata da fotocopia di un documento di identità dello stesso e può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano all’UFFICIO CONSOLARE, anche tramite persona diversa dall’interessato, entro l’8 di ottobre pv, con possibilità di revoca entro lo stesso termine.

OPZIONE PER L' ESERCIZIO DEL VOTO PER CORRISPONDENZA NELLA CIRCOSCRIZIONE ESTERO - REFERENDUM COSTITUZIONALE - AUTUNNO 2016

OPZIONE PER L’ ESERCIZIO DEL VOTO PER CORRISPONDENZA NELLA CIRCOSCRIZIONE ESTERO – REFERENDUM COSTITUZIONALE – AUTUNNO 2016

Elettori temporaneamente all’estero.

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del Referendum, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 dell’art. 4-bis), ricevendo la scheda al loro indirizzo all’estero.

Per partecipare al voto all’estero, tali elettori dovranno – entro l’8 ottobre pv – far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione. E’ possibile la revoca entro lo stesso termine. Si ricorda che l’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per il Referendum del 4 dicembre 2016).
L’opzione può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato (nel sito www.indicepa.gov.it sono reperibili gli indirizzi di posta elettronica certificata dei comuni italiani).

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (vale a dire che ci si trova – per motivi di lavoro, studio o cure mediche – in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del referendum; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

Ultima ora

20:11Ansia a Bali per vulcano, 30mila gli evacuati

(ANSA) - BANGKOK, 23 SET - L'allerta è al massimo livello, e un'eruzione è considerata imminente. Bali vive ore di angosciosa attesa per il risveglio dopo mezzo secolo del vulcano Agung, nel nord-est dell'isola, che ha portato le autorità locali a disporre l'evacuazione precauzionale di quasi 30mila residenti in un raggio di 12 chilometri dal cratere. L'attività vulcanica dell'Agung (3.031 metri), la cui ultima eruzione risale al 1963, è aumentata progressivamente nell'ultima settimana, con centinaia di tremori a segnalare una salita del magma. Dopo una "eccezionale crescita" dell'attività sismica rilevata, il livello di allerta già alzato in settimana è stato portato al livello più alto. Gli evacuati, provenienti da una zona che non attira stranieri, sono stati portati in centri di accoglienza provvisori. L'agenzia nazionale per la gestione dei disastri sta cercando di procurarsi 500mila maschere per sopravvivere alla cenere, e prevede che l'emergenza possa durare un mese.

20:04M5s: Di Maio candidato premier e leader movimento

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Lui Di Maio è stato eletto candidato premier e leader del Movimento Cinque Stelle. I votanti delle primarie on line sono stati 37.442 ed il vice presidente della Camera ha ottenuto 30.936 preferenze. Di Maio prendendo la parola ha ringraziato tutti dagli attivisti fino ai fondatori del Movimento: Beppe Grillo e GianRoberto Casaleggio.

20:02Messico: salgono a 305 i morti del sisma del 19 settembre

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 23 SET - E' salito a 305 il nuovo bilancio dei morti del terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito il Messico lo scorso 19 settembre. Lo hanno reso noto oggi le autorità. Il responsabile della protezione civile, Luis Felipe Puente ha precisato che tra le 305 vittime, 167 persone hanno perso la vita nella capitale Città del Messico.

20:00Libia: Guterres vede Sarraj, ‘unire libici con road map’

(ANSA) - NEW YORK, 23 SET - Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha incontrato a margine dei lavori dell'Assemblea Generale il premier della Libia Fayez al Sarraj. Guterres - fa sapere il portavoce del Palazzo di Vetro - "ha sottolineato l'importanza di unire i libici con il piano d'azione facilitato dalle Nazioni Unite". I due hanno poi "discusso le conseguenze umanitarie e socioeconomiche dell'attuale situazione politica e della sicurezza".

19:56Iraq: curdi non cedono, lunedì referendum indipendenza

(ANSA) - BEIRUT, 23 SET - "Una occasione storica, che non può essere sprecata". Con queste parole il governatore di Kirkuk ha chiamato tutti i curdi iracheni a partecipare compatti lunedì al referendum per la loro indipendenza, osteggiato dai Paesi vicini e da gran parte della comunità internazionale. Il governatore, Najmaldin Karim, è forse la figura più rappresentativa delle tensioni che la consultazione rischia di esacerbare tra diverse etnie e gruppi confessionali, mentre la guerra all'Isis infuria ancora in diverse regioni, tra cui quella di Hawija, poche decine di chilometri a sud-ovest di Kirkuk. Il Parlamento di Baghdad, accogliendo una richiesta del premier Haidar al Abadi, ha votato una mozione per rimuovere dalla carica Karim, che però è rimasto al suo posto. La ragione è il fatto che il governatore, membro dell'Unione patriottica del Kurdistan (Upk), ha sostenuto con forza la tenuta del referendum anche a Kirkuk, nonostante questa provincia non faccia parte del territorio della regione autonoma del Kurdistan.

19:45Golf: Francesco Molinari, Ryder 2022 spinta per Italia

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Ha vinto un anno fa, punta al bis quest'anno su un green dove sono attesi tantissimi campioni "che ora guardano all'Italia come una meta golfistica per i propri viaggi". "C'è grande soddisfazione ed emozione nel poter difendere il titolo in Italia, davanti ai nostri tifosi, in un Open con un field fantastico - dice Francesco Molinari all'Ansa, parlando del 74/o Open d'Italia che si svolgerà al Golf Club Milano dal 12 al 15/10 -. Ci saranno tantissimi campioni e sarà davvero stimolante competere con loro. Grazie all'aggiudicazione della Ryder Cup, l'Open d'Italia ha fatto un salto di qualità incredibile Vivo a Londra e gioco prevalentemente negli Stati Uniti nel PGA Tour: posso assicurare che la prospettiva della Ryder Cup 2022 ha contribuito a cambiare l'immagine del golf italiano agli occhi degli stranieri. Per quanto mi riguarda, l'obiettivo principale per il 2018 è sempre quello di migliorare e raggiungere obiettivi ambiziosi. Mi concentrerò come negli ultimi anni soprattutto sul Pga Tour in America".

19:41Terrorismo: commerciante marocchino indagato a Genova

(ANSA) - GENOVA, 23 SET - Un giovane commerciante marocchino con partita Iva abitante a Milano è stato fermato nei giorni scorsi nel porto di Genova ed indagato per terrorismo perché si ritiene abbia contatti con l'Isis. A intercettare il magrebino, 22 anni, incensurato ma inserito nella black list per le sue frequentazioni in rete, sono stati i finanzieri del Gico di Genova che lo hanno individuato e bloccato appena sbarcato da una nave salpata dal Magreb. A detta degli inquirenti non ci sono per ora elementi per affermare che il ventenne sia un terrorista ma è plausibile ipotizzare che possa avere collegamenti con importanti esponenti dell'Isis. Potrebbe essere un potenziale fiancheggiatore e per questo il magistrato titolare dell'indagine, Federico Manotti, della procura distrettuale antiterrorismo, lo ha iscritto sul registro degli indagati per approfondire gli accertamenti tecnici sul suo conto a cominciare dalla verifica dei suoi collegamenti on line con computer e telefonino, di cui è stata effettuata una copia forense. Abitante a Milano, l'uomo era tornato in Marocco per le ferie. Nelle scorse settimane i poliziotti della Polizia di frontiera di Genova in servizio al terminal traghetti di Genova grazie alle segnalazioni dei finanzieri del Gico di Milano avevano bloccato e rimpatriato un tunisino residente in Lombardia sospettato di essere in qualche modo legato ad affiliati all'Isis: l'uomo è stato espulso dall'Italia e rimpatriato perché ritenuto socialmente pericoloso. (ANSA).

Archivio Ultima ora