Fisco: pm Milano, condannare Diana Bracco a 1 anno e 3 mesi

(ANSA) – MILANO, 30 SET – Il pm di Milano Giordano Baggio ha chiesto una condanna a 1 anno e 3 mesi di reclusione per Diana Bracco, presidente dell’omonimo gruppo, ex vicepresidente di Confindustria ed ex presidente di Expo 2015 spa, per frode fiscale e appropriazione indebita, reati che avrebbe commesso in qualità di presidente del Cda di Bracco Spa. Secondo l’accusa, Bracco avrebbe commesso una frode fiscale da oltre un milione di euro. In particolare, la frode, sempre secondo l’accusa, sarebbe stata realizzata abbattendo l’imponibile attraverso fatture per spese personali, come la manutenzione di barche o case in celebri località turistiche, dall’isola di Capri alla Provenza, fatte confluire sui bilanci delle società del gruppo Bracco. Il pm oggi, al termine della requisitoria davanti al giudice della seconda sezione penale, ha chiesto anche altre tre condanne per altrettanti imputati a 9 mesi. La difesa dell’industriale, rappresentata dal legale Giuseppe Bana, parlerà nell’udienza del 5 ottobre.

Condividi: