Baseball: Vent’anni fa l’impresa dell’italo-venezuelano Galarraga Padovani

Pubblicato il 30 settembre 2016 da redazione

Baseball: Vent’anni fa l’impresa dell’italo-venezuelano Galarraga Padovani

Baseball: Vent’anni fa l’impresa dell’italo-venezuelano Galarraga Padovani

CARACAS – Se parliamo di venezuelani con una media battuta alta il primo nome che salta in mente ai tifosi é quello di Miguel Cabrera. Pero se si parla di un pelotero di potenza non si puó fare a meno di parlare dell’italo-venezuelano Andrés Galarraga Padovani.

Nel 1996, il ragazzo del rione popolare Chapellín entró negli almanacchi della Major League Baseball: in quella stagione mise a segno 47 fuori campo e 150 punti battuti a casa, quella media gli permise essere il leader della National League. Questa performance li permise di diventare il miglior battitore latinoamericano, superando i portoricani Orlando Cepeda (1961) e Juan Gonzalez (1993). Basta pensare che la prestazione stagionale dell’italo-venezuelano non é stata ancora superata da un mostro sacro come Miguel Cabrera.

“Sono passati giá vent’anni. Sembra bugia, mi sembra che é stato ieri. É una cosa indimenticabile per me. Volevo arrivare a 150 punti battuti a casa perche quello era il mio lavoro, portare a casa il maggior numero di punti possibili” ha dichiarato Galarraga.

Quella fu una stagione da favola per il pelotero caraqueño: “Fu un anno bellissimo. Fu una stagione da MVP, dove sono arrivato sesto nella votazione, per il semplice fatto che non ero in un team vincente. E credo che quel fatto abbia influito nella votazione per la Hall of Fame.” Quell’anno, il premio MVP fu vinto dall’italo-americano Ken Caminiti che finí la stagione con una media battuta di 326 punti, con 40 fuori campo e 130 punti battuti a casa. Il campione dei San Diego Padres vinse la Divisione Ovest della National League.

Galarraga in carriera é stato un vero cecchino con la mazza, la sua media battuta non é stata ancora superata da nessun venezuelano nella MLB. Il pelotero italo-venezuelano ha chiuso la sua carriera nella Major League Baseball con 399 fuori campo.

“Penso che la media battuta di 370 punti sará difficile da superare. Spero che il Venezuela abbia piú campioni di potere, però spero anche che il mio record si mantenga almeno un paio di anni in piú cosí si parlerà per un po’ ancora di me.”

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

19:04Reporter Welt arrestato, Berlino convoca amb. Turchia

(ANSA) - BERLINO, 28 FEB - Il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, ha convocato l'ambasciatore turco a Berlino per il caso del reporter tedesco della Welt, Deniz Yucel, fermato in Turchia 14 giorni fa e di cui ieri il giudice ha convalidato l'arresto.

18:59Pd: Silvia Prodi, io non iscritta ma indipendente

(ANSA) - BOLOGNA, 28 FEB - "Non ho mai cambiato idea, sono sempre quella, quand'ero in campagna elettorale sono andata a Roma con la Cgil a manifestare contro il Jobs Act e ho fatto la campagna elettorale per il No". Silvia Prodi, nipote dell'ex premier Romano, spiega l'adesione a Dp, il nuovo movimento separatosi dal Partito Democratico. "In realtà non sono iscritta al Pd - precisa - mi sono candidata alle scorse elezioni come indipendente e il Pd mi ha ospitato come tale. In questa fase continua la mia collaborazione, però porterò le istanze del movimento dei democratici-progressisti". "Quella di Dp sarà una politica che avrà il lavoro come perno - aggiunge Prodi - con una primissima piattaforma che prevede l'adesione al referendum promosso dalla Cgil". L'alleanza in Regione però per il momento non sembra correre rischi: "Ho già parlato col presidente Bonaccini, per me il centro-sinistra è proprio paradigma di quello che potrebbe essere un buon governo, ma se ci saranno punti di criticità non mancheremo di farli rilevare".(ANSA).

18:58Pd: Emiliano, da segretario ricucirò su scissione

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - "Se dovessi diventare segretario del Pd cercherò di riunire il centro sinistra, dal centro del cattolicesimo democratico alla sinistra. E la prima cosa che farò è riportare a casa la scissione che è stata voluta dal segretario uscente per liberarsi di ogni opposizione. E poi mi piacerebbe costruire un rapporto leale, collaborativo, con il Movimento 5 Stelle: certo, non aiuta il fatto che con il Pd i Cinque stelle siano spesso offensivi". Lo dice Michele Emiliano, presidente della Puglia e candidato alla segreteria Pd, in un'intervista a SkyTg24. "Se Renzi vince non solo resto nel Pd ma lo marco e come lui si distrae gliene dico di tutti i colori. Non farò l'opposizione all'acqua di rose fatta da qualche suo ministro o collaboratore ma un'opposizione dritto per dritto", aggiunge. "Ma io - sottolinea - sono un fortunato e vincerò".

18:57Calcio: Sampdoria respinge richiesta Cassano

(ANSA) - GENOVA, 28 FEB - La Sampdoria ha detto no alla richiesta di Antonio Cassano di potersi allenare con la Primavera blucerchiata fino a giugno. Nell'intesa raggiunta tra calciatore e club doriano nel giorno della rescissione era stata concessa a Cassano questa possibilità fino a fine febbraio, ovvero fino alla scadenza dei termini per gli svincolati di trovare una squadra. Al momento, il giocatore barese non ha trovato una nuova collocazione.

18:47Studentessa morta, condannati due scippatori

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - Condanne rispettivamente a due anni e ad un anno e mezzo di reclusione per i due nomadi che il 5 dicembre dello scorso anno derubarono una studentessa cinese, Zhang Yao, prima che questa, nel tentativo di recuperare la refurtiva, venisse travolta ed uccisa da un treno. La sentenza è stata emessa, previo patteggiamento della pena, dal gup Tamara De Amicis. I due imputati, Seferovic Sherif e Gianfranco Ramovic, entrambi ventenni e residenti nel campo nomadi di via Salviati, dovevano rispondere di furto con strappo. Sherif, condannato a due anni di reclusione, è tornato in libertà, mentre Ramovic (un anno e mezzo) resta ai domiciliari per effetto dei precedenti penali. "A fronte di quanto accaduto - ha commentato l'avvocato Gianluca Nicolini, difensore di Sherif - il ragazzo ha tenuto un comportamento corretto, rientrando in Italia e assumendosi le proprie responsabilità di fronte alla giustizia".

18:47Birmania: scontri con gruppi ribelli

(ANSA) - BANGKOK, 28 FEB - Scontri tra l'esercito birmano e diversi gruppi ribelli riuniti in un'offensiva comune hanno causato almeno 160 morti negli ultimi tre mesi nello stato Shan, nel nord-est del Paese, al confine con la Cina. Lo ha ammesso il generale Mya Tun Oo, capo di stato maggiore delle forze armate, mentre si avvicina la una seconda tornata di negoziati di un processo di pace che però parte con mille incognite. Da fine novembre, ha detto Mya Tun Oo, scontri con un'alleanza di gruppi ribelli delle etnie Kachin, Shan e Wa hanno ucciso 74 soldati, 15 poliziotti, 13 miliziani governativi e 13 civili, oltre ad almeno 45 ribelli, vicino alla città di Muse. I gruppi coinvolti sono tra i sette che negli ultimi anni non hanno firmato il cessate il fuoco introdotto dal precedente governo di Thein Sein, e si rifiutano di farlo anche ora che al potere c'è di fatto Aung San Suu Kyi, plenipotenziaria del governo del suo fedelissimo Htin Kyaw. Proprio oggi era in programma l'apertura della seconda tornata di negoziati

18:46Incidenti stradali: auto investe cinghiale, morto conducente

(ANSA) - PIACENZA, 28 FEB - Ha investito un cinghiale che ha improvvisamente attraversato la strada, poi la vettura si è schiantata contro un muretto e il conducente è morto poco dopo l'arrivo con l'eliambulanza all'ospedale Maggiore di Parma. La vittima è un uomo di 75 anni, Sergio Droghi; l'incidente è avvenuto poco prima delle 7 vicino a Borgonovo, in provincia di Piacenza. L'uomo era alla guida di una Fiat 16 e percorreva la provinciale della Valtidone, quando all'improvviso ha impattato contro un cinghiale. La vettura, senza controllo, si è schiantata contro un muretto vicino a un'abitazione. I vigili del fuoco hanno impiegato oltre un'ora per estrarlo dall'abitacolo. I rilievi sono stati eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Piacenza. (ANSA).

Archivio Ultima ora