Cina chiude i rubinetti, non più crediti al Venezuela

Pubblicato il 30 settembre 2016 da redazione

CARACAS – La Cina ha deciso di non prestare più denaro al Venezuela. Insomma, anche il colosso asiatico ha chiuso i rubinetti ed il Venezuela, ora, è ancora più isolato economicamente. La notizia, diffusa dalla prestigiosa Cnn, per il momento non è stata confermata né smentita dalle autorità cinesi o da quelle venezuelane.
E così, anche la luna di miele tra il Venezuela e la Cina sarebbe giunta a termine. Eppure, fino a qualche mese fa tra i due paesi era tutto “zucchero e miele”. La decisione del colosso asiatico, che è sempre stato disposto ad aiutare prima il governo dell’estinto presidente Chàvez e poi quello del presidente Maduro, arriva in un momento particolarmente difficile per il paese. Si ritiene, infatti, che la crisi sia così profonda da assumere il carattere di crisi umanitaria.
Stando a “Dialogo Inter-Americano”, un gruppo di ricerche con sede a Washington che segue i prestiti della Cina all’America Latina, il Venezuela, dal 2007 ad oggi, avrebbe ricevuto dal colosso asiatico ben 60 miliardi di dollari. Ed il Venezuela dovrebbe pagare ancora 20 miliardi. Per il momento, il Venezuela si starebbe sdebitando consegnando alla Cina migliaia di barili di petrolio. Ma la crisi istituzionale preoccupa le banche cinesi che hanno deciso di tirare i remi in barca in attesa di una schiarita. E poi il Venezuela, che è il paese con le maggiori riserve di petrolio al mondo, avrebbe ridotto drammaticamente la produzione di greggio a causa delle infrastrutture tecnologicamente obsolete e la carenza di una vera politica di manutenzione.
Le autorità cinesi sembrerebbero irritate dalla maniera in cui le ingenti risorse sarebbero state amministrate dal Venezuela, considerando che così facendo, si starebbe alimentando la corruzione mentre una fascia sempre maggiore di venezuelani resterebbe nella povertà più assoluta.

  • Mirko Pas

    Notizia smentita da numerosi giornali locali, quindi non veritiera. Entro fine anno probabile altri 5mld a PDVSA.

    • lavoceditalia

      La Voce, nel dare notizia della probabile chiusura del credito cinese al Venezuela, non solo ha citato la fonte, l’autorevole canale “all-news” Cnn (e non solo) ma ha anche sottolineato che quanto riferito da Cnn non era stato né confermato né smentito dalle autorità cinesi o quelle venezuelane.

Ultima ora

23:22Calcio: nella prima giornata di Serie A vincono le grandi

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Vincono le grandi, nella prima giornata di Serie A: dopo i successi di ieri di Juve e Napoli, oggi è toccato alla Roma, che si è imposta soffrendo a Bergamo, contro l'Atalanta. In serata è toccato alle milanesi: i rossoneri di Montella si sono imposti a Crotone per 3-0, i nerazzurri in casa sulla Fiorentina, con lo stesso punteggio. Pari fra Bologna e Torino (1-1) e senza reti fra Lazio e Spal. Grazie alla doppietta di Quagliarella, la Sampdoria ha battuto in casa il Benevento per 2-1, mentre il Chievo ha piegato in trasferta l'Udinese con lo stesso punteggio. Pari senza gol né emozioni fra Sassuolo e Genoa.

22:43Calcio: Totti 1/a da dirigente, “in tribuna è davvero tosta”

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - "Dalla tribuna la partita è davvero tosta!". Francesco Totti commenta così il proprio esordio da dirigente a Bergamo, dove la Roma ha vinto al debutto in campionato contro l'Atalanta grazie a una rete di Kolarov. L'ex capitano giallorosso ha assistito al successo della squadra allenata da Di Francesco dagli spalti, in giacca e cravatta, assieme agli altri dirigenti Monchi, Baldissoni e Gandini. "Forza ragazzi e complimenti per questo primo risultato... - aggiunge Totti in un post pubblicato sulla propria pagina Facebook -. Sarà un anno di lotte e di emozioni forti. Forza Roma!".

22:41Calcio: Barca, vittoria senza gioia al Camp Nou contro Betis

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Tutto facile per il Barcellona, ma è stata una vittoria con la morte nel cuore, quella conquistata stasera dai blaugrana, all'esordio nella Liga. A farne le spese, in un Camp Nou blindato, è stato il Betis Siviglia, che è stato messo sotto nel primo tempo in 3', grazie all'uno-due fra il 36' e il 39'. Messi e compagni sono andati in vantaggio grazie a un autogol di Tosca e hanno raddoppiato con Sergi Roberto, servito dall'ex milanista Deulofeu. Più volte Leo Messi ha cercato la via del gol, senza trovarla: in ben tre occasioni le sue bordate sono andate a finire sui pali. Grande commozione durante il minuto di raccoglimento prima della partita, dopo l'attentato nelle 'Ramblas', e squadra in campo con una maglia speciale con la scritta sulle spalle 'Barcelona'.(ANSA).

22:26Domani annuncio Trump su Afghanistan

(ANSA) - WASHINGTON, 20 AGO - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump parlera' domani alla nazione alle 21 locali (le 3 del mattino seguente in Italia) da Fort Myer ad Arlington, in Virginia, "per fornire un aggiornamento" sul percorso dell'"impegno dell'America in Afghanistan e in Sud Asia". Lo ha comunicato la Casa Bianca.

22:14Calcio: doppia Var a San Siro premia Inter

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Primo tempo nel segno della Var a San Siro, con la nuova 'moviola' tecnologica che prima (4') assegna un rigore in favore del nerazzurri per fallo di Astori su Icardi e poi, sul finire di tempo (42'), non riconosce come sanzionabile una caduta in area di Simeone jr, dopo il contatto con Miranda: l'arbitro Tagliavento ha fermato il gioco e consultato il Var, decidendo che il contatto non era da rigore.

22:10Calcio: Ciciretti firma prima rete in Serie A del Benevento

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Storico gol di Amato Ciciretti che, al 15' del primo tempo del 'Ferraris' di Genova, mette a segno la prima rete del Benevento in Serie A. Merito di una splendida giocata dell'ex primavera della Roma che sblocca la partita, stoppando prima di destro, su cross di Cataldi, e poi con uno splendido sinistro a giro beffa Puggioni, portiere della formazione blucerchiata.

21:36Calcio: rigore Milan poi Var, un espulso nel Crotone

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Rigore, Var e cartellino rosso in Crotone-Milan, dopo pochi minuti dell'inizio della sfida sul terreno dello Scida. L'arbitro Mariani di Aprilia ha fischiato un penalty a favore del Milan per un fallo in area di Ceccherini su Cutrone, poi ha chiesto l'ausilio della videoassistenza, recandosi anche a bordo campo per visualizzare di persona il replay. A quel punto ha confermato il rigore e ha aggiunto il rosso diretto per il giocatore del Crotone. Dal dischetto ha poi trasformato Kessiè.

Archivio Ultima ora