F1:Malesia,Hembery,virtual safety-car influenzato strategie

(ANSA) – ROMA, 2 OTT – “La differenza in termini di velocità tra una strategia a tre o due soste era davvero minima; abbiamo quindi assistito a una battaglia tecnica serrata tra Mercedes e Red Bull, con la Red Bull che ha diversificato le strategie per battere la Mercedes”. Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli fa il punto sulle prestazioni delle gomme dopo il GP della Malesia: ”Alla fine, sono state le virtual safety car a influenzare la gara. Abbiamo anche visto diverse strategie su una sosta, con alcuni piloti nelle posizioni dietro partiti sulla mescola hard e sulla medium. Questo – conclude Hembery – è stato possibile grazie ad una gestione del degrado dall’inizio alla fine, nonostante le più alte temperature viste quest’anno”. Il GP della Malesia, vinto da Daniel Ricciardo – fa notare la Pirelli – si è svolto con temperature della pista di 59°C: le condizioni di gara più calde di tutta la stagione. La strategia vincente è stata su due soste, ma la tattica è stata influenzata da tre virtual safety car.

Condividi: