Morto Paolo Ferri,uno degli ‘amici’ pesaresi papa Francesco

Pubblicato il 02 ottobre 2016 da ansa

(ANSA) – PESARO, 5 MAR – E’ morto a Pesaro dopo una breve malattia Paolo Ferri, 46 anni, uno dei fratelli di Andrea Ferri, il commerciante ucciso in un agguato a scopo di rapina il 4 giugno 2013 la cui storia commosse papa Francesco, che da allora chiama abitualmente al telefono la famiglia per far sentire la sua vicinanza.”Paolo – racconta all’ANSA il fratello Michele – era affetto dalla sindrome di down. A marzo gli era stato diagnosticato un tumore, e a maggio, quando era già grave, siamo andati in Vaticano perché il papa voleva conoscerlo. Il 9 settembre scorso papa Francesco ci ha chiamato per sapere come stava, e per parlare con mia madre Rosalba, come fa sempre”. Michele ha subito avvertito ”la Segreteria del papa, che è in viaggio in Azerbaigian. Non so quando potrà chiamarci, ma sono sicuro che appena possibile lo farà. Di telefonate ne abbiamo ricevute 28 in questi anni”. ”Ogni volta – spiega – ci dice che non è lui che dà la forza a noi, ma noi a lui. ‘Sentivo proprio il bisogno di chiamarvi’ ripete.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

15:04Omicidio piazzale Loreto: Questore Milano, risposta arrivata

(ANSA) - MILANO, 10 DIC - "La risposta è arrivata e doveva arrivare su un fatto grave, avvenuto in centro in un'ora molto frequentata. E' un primo passo per ristabilire, oltre che le responsabilità del crimine, la serenità dei cittadini": lo ha detto il questore di Milano, Antonio De Iesu, commentando l'arresto di un dominicano di 26 anni, ritenuto uno dei responsabili dell'omicidio avvenuto a Milano, in piazzale Loreto, il 12 novembre scorso. L'arresto è stato convalidato.

15:01Terremoto: cena solidale con i prodotti delle zone colpite

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - Lenticchie di Castelluccio, tartufo nero di Norcia, patate di Colfiorito, zafferano di Cascia: queste materie prime provenienti dalle zone colpite dal terremoto dei mesi scorsi sono le protagoniste, insieme a salumi e formaggi di quelle terre, di una serata di solidarietà alle popolazioni colpite, che si terrà a Roma. "Dal territorio al territorio" è il titolo dell'evento, organizzato dal Ghiottone Errante, da Magazzino Scipioni e da due aziende vinicole, La Carraia e Montecapponi. Si tratta di una cena solidale, che si terrà al Magazzino Scipioni a Roma, e il cui ricavato sarà devoluto al progetto Terremoto Centro Italia della Croce Rossa.(ANSA).

14:58Brasile: italiano ucciso, cugino rientrato in Italia

(ANSA) - VENEZIA, 10 DIC - E' rientrato in Italia Rino Polato, 59 anni, il turista di Fossalta di Piave (Venezia) sopravvissuto all'aggressione costata la vita in una favela di Rio de Janeiro al cugino Roberto Bardella, 52enne di Jesolo. L'uomo è atterrato all'aeroporto 'Marco Polo' di Tessera con un volo proveniente da Lisbona.

14:56Bosco in fiamme su Appennino tosco-emiliano,non escluso dolo

(ANSA) - BOLOGNA, 10 DIC - Un vasto incendio di bosco è scoppiato nella tarda serata di ieri sull'Appennino tosco-emiliano, nei dintorni del lago Scaffaiolo. Si tratterebbe di un'area di oltre 20 ettari nel territorio tra Doganaccia e Lizzano Pistoiese, sul versante toscano, ma per controllare le fiamme sono al lavoro uomini e mezzi dei vigili del fuoco (anche elicotteri) arrivati da Modena e da Bologna, oltre che da Lucca e Firenze. A bruciare sono boschi e prati, mentre non ci sarebbero al momento abitazioni minacciate dall'incendio. Oltre ai pompieri sono impegnati uomini della Protezione Civile e del Corpo Forestale. Dalle prime informazioni non viene esclusa un'origine dolosa del rogo, che risulterebbe partito da più focolai. (ANSA).

14:55Incidenti montagna: scivola in dirupo, morto escursionista

(ANSA) - TORINO, 10 DIC - Un escursionista è morto sulle montagne della Val Pellice, in provincia di Torino. Secondo le prime informazioni del soccorso alpino, che sta intervenendo sul posto con i carabinieri, sarebbe precipitato in un dirupo dopo essere scivolato su una lastra di ghiaccio. A dare l'allarme i due compagni d'escursione, sotto choc, che sono poi stati trasportati in elicottero a valle. Si tratta della quarta vittima della montagna, in provincia di Torino, nell'ultima settimana. L'incidente è avvenuto intorno ai 1.800 metri di quota in località Rio Cambalera, nel territorio del Comune di Bobbio Pellice. La vittima, un uomo di 66 anni residente a Villafranca Piemonte, era diretto al col Cuntent, lungo l'anello panoramico che da Villanova porta ai 2.260 metri della vetta. Sul posto è intervenuto anche l'elisoccorso del 118.(ANSA).

14:46Appalti campi nomadi, 13 rinviati a giudizio

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - Il gip di Roma ha rinviato a giudizio 13 persone per un presunto giro di tangenti (soldi, assunzioni e altre utilità) legato all'assegnazione di lavori in alcuni campi nomadi di Roma. E' un'indagine parallela a quella per Mafia Capitale. Via libera anche a quattro patteggiamenti. A giudizio, tra gli altri, funzionari del Dipartimento Politiche Sociali del Comune, imprenditori e altri pubblici ufficiali. Il processo è stato fissato al 19 aprile davanti alla ottava sezione penale. Nel procedimento si è costituito parte civile il Comune di Roma su istanza presentata dall'avvocato Enrico Maggiore dell'avvocatura interna dell'ente. Tra i rinviati a giudizio anche Emanuela Salvatori, funzionaria del Campidoglio già condannata a 4 anni per i suoi affari con il ras delle coop Salvatore Buzzi. I pm contestano, a seconda delle posizioni e per fatti avvenuti tra fine 2013 e marzo 2014 i reati di corruzione, falso e turbativa d'asta.

14:41Studentessa morta, è caccia ai ladri

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - Tre uomini, probabilmente giovani, fuggiti a piedi dopo lo scippo e immortalati dalle telecamere di videosorveglianza di un'azienda. Vanno avanti le indagini sulla morte di Zhang Yao la studentessa cinese ventenne trovata morta ieri notte dopo essere sparita nel nulla lunedì nei pressi dell'Ufficio Immigrazione, nella zona di Tor Sapienza, alla periferia di Roma. In particolare si cercano gli autori della rapina subita dalla giovane poco prima di morire. Nel mirino ci sarebbero in particolare gli ambienti dei campi nomadi. Poco distante dall'Ufficio Immigrazione e dal luogo del ritrovamento del corpo c'è l'insediamento di via Salviati. Intanto dall'autopsia, prevista per lunedì prossimo, potrebbero arrivare elementi utili per far luce sulla vicenda. Si cercano anche il cellulare e la borsetta della ragazza che non sarebbero ancora stati trovati.

Archivio Ultima ora