Ungheria: Ue, ricollocamenti decisi devono essere fatti

(ANSA) – BRUXELLES, 3 OTTOBRE – “Come tutti sappiamo il referendum” in Ungheria sulle quote obbligatorie di richiedenti asilo “riguarda il futuro” perché i ricollocamenti decisi “sono legge e devono esseri rispettati”. Così il portavoce della Commissione Ue Margaritis Schinas. Il portavoce ricorda che la Commissione “si riserva di intraprendere azioni” per chi non applica le decisioni.

Condividi: