Bambina ridotta a Cenerentola nella sua famiglia,due arresti

(ANSA) – ASTI, 03 OTT – Botte con pugni, bastoni e altri oggetti contundenti, continue minacce di morte e denigrazioni: è l’incubo vissuto da una bimba di 10 anni di un paese astigiano, ridotta dalla sua stessa famiglia a una Cenerentola, tanto da farle insorgere lievi disturbi mentali. Al suo calvario hanno messo fine i Carabinieri che hanno arrestato il padre di 44 anni e la moglie di lui di 34 anni, entrambi macedoni. Ma i maltrattamenti continui e immotivati contro la piccola, erano commessi non soltanto dai due adulti, ma anche dalla figlia della nuova moglie del padre, una bambina anche lei, di 11 anni. Intercettazioni e video – rimarcano gli investigatori – hanno immortalato “prove inconfutabili” delle violenze che venivano esercitate in quella che è stata definita “la casa degli orrori” dal capitano Lorenzo Repetto che ha condotto le indagini. Le accuse sono di maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni personali. Le due bambine sono state affidate a una comunità protetta.(ANSA).

Condividi: