Deutsche Bank: paura di un lunedì nero, accuse vendetta Usa

Pubblicato il 03 ottobre 2016 da ansa

Deutsche Bank: paura di un lunedì nero,

Deutsche Bank: paura di un lunedì nero,

ROMA. – Le Borse rischiano un “lunedì nero”, se nelle prossime ore non ci sarà una schiarita sulla maxi-multa da 14 miliardi di dollari ipotizzata dalle autorità Usa per Deutsche Bank, su cui ora pesano nuove iniziative giudiziarie inclusa quella italiana.

E’ il timore che serpeggia nei circoli finanziari alla riapertura dei mercati, mentre in Germania la politica ipotizza una “guerra economica” scatenata dagli Usa nei confronti di Berlino dopo l’offensiva europea su Apple. Se Deutsche Bank non raggiungerà un accordo con il dipartimento di Giustizia americano, sarà “lunedì nero”, avverte Pedro Texeira dai vertici dell’hedge fund newyorchese Nakota Management.

Sono parole tutt’altro che disinteressate: proprio la fuga degli hedge fund da Deutsche Bank e il loro ‘short selling’, le scommesse al ribasso sul valore di Borsa, hanno contribuito al crollo iniziale del 9% venerdì scorso, e alcuni fondi speculativi stanno mettendo l’istituto in difficoltà sul fronte, critico, delle garanzie ai derivati. Ma che dichiarazioni di questo tenore possano dar luogo a un effetto ‘palla di neve’, con una nuova fuga sui mercati, è ipotesi condivisa da molti: sia a Francoforte, dove il monitoraggio della situazione tiene in allerta la Bce e la Bundesbank.

Sia a New York, dove è ben chiaro che se un colosso come Deutsche Bank sfuggisse di mano è a rischio la stabilità finanziaria globale. Deutsche Bank rassicura, “abbiamo 215 miliardi di euro di liquidità”. C’è preoccupazione (le azioni sono ai minimi dagli anni ’80) per i suoi 985 miliardi di euro di asset finanziari di cui 28,8 miliardi ‘level 3′, con valutazioni dubbie e illiquidi.

Ma tutti sanno che il vero nodo oggi è politico. E’ opinione comune che l’ipotesi di 14 miliardi di dollari di multa per le malefatte della banca tedesca nella crisi dei ‘subprime’ è sproporzionata, alla luce delle sanzioni agli altri istituti, sia statunitensi che europei. E non è un caso che venerdì, da un crollo di circa il 9%, Deutsche Bank sia passata a guadagnare ben il 6,4% in chiusura dopo le indiscrezioni di un accordo con gli Usa che taglierebbe il valore di quella sanzione a ‘soli’ 5,4 miliardi di dollari. La voce ha preso a circolare poco dopo la telefonata Obama-Merkel. Un dettaglio che dà una forte connotazione politica alla vicenda.

Il ragionamento è: non conviene a nessuno destabilizzare i mercati con una multa che sarebbe insostenibile per il bilancio di Deutsche Bank, che è già sotto pressione di per sé. Probabile che la politica negozi una sanzione significativa, ma sopportabile. Sia Washington che Berlino tacciono. Ma a conferma di quanto per la Merkel la questione rischi di diventare un’insopportabile spina nel fianco, alzano la pressione sulla stampa i top manager di cinque colossi industriali – Basf, Daimler, Siemens, Eon e Rwe: “l’industria tedesca ha bisogno di una Deutsche Bank che ci accompagni nel mondo”.

E la politica dà fuoco alle polveri: Peter Ramsauer, presidente della commissione Economia del Bundestag, dice alla stampa che la mossa di Washington “ha le caratteristiche di una guerra economica”: Markus Feber (Csu) dice che è una risposta “pan per focaccia” alle accuse europee ad Apple.

(di Domenico Conti/ANSA)

Ultima ora

00:51Vaccini: Camera conferma fiducia a governo, 305 sì

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - La Camera conferma la fiducia al governo sul decreto legge vaccini con 305 voti a favore, 147 contrari e due astenuti. L'esame del testo proseguirà dalle 9, con le votazioni relative agli ordini del giorno. Il voto finale e definitivo sul provvedimento è previsto alle 12 dopo le dichiarazioni di voto che verranno trasmesse in diretta televisiva a partire dalle 10.

23:02Calcio:Montella,ottima vittoria ma non sottovalutare ritorno

(ANSA) - MILANO, 27 LUG - "Il risultato è ottimo ma non ci lascia tranquilli, non possiamo sottovalutare la partita di ritorno, in cui saremo più avanti sul piano fisico e tecnico". Vincenzo Montella commenta così il successo per 1-0 con cui il suo Milan ha vinto l'andata del preliminare di Europa League in trasferta contro i romeni del Craiova. "Non mi potevo aspettare di più, il Craiova ci ha messo in difficoltà perché era più avanti di noi nella preparazione e ha giocatori abili. Mi è piaciuto il modo con cui la squadra si approccia alla sofferenza - ha detto Montella a Sky dopo la partita in Romania -. Siamo stati un po' scolastici. Si sta inserendo qualche calciatore, siamo in costruzione e ci sarà tempo per costruire. Il mio compito è portare avanti più giocatori possibili". Il risultato è stato anche salvato da una prodezza di Gianluigi Donnarumma. "Donnarumma ha fatto una parata importantissima, in un momento decisivo della partita''.

22:24Calcio: Europa League, Craiova-Milan 0-1

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Il Milan batte 1-0 (1-0) la squadra romena del Csu Craiova nella partita di andata del terzo turno preliminare di Europa League. In gol per i rossoneri Rodriguez al 44' pt

21:45Sospeso processo disciplinare a Emiliano

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Sospeso il processo disciplinare al governatore della Puglia Michele Emiliano con invio degli atti alla Consulta. È quanto ha deciso la sezione disciplinare del Csm nel procedimento a Emiliano, magistrato in aspettativa sotto accusa per la sua attività politica come dirigente del Pd. La Consulta dovrà verificare la legittimità costituzionale della norma che prevede come illecito disciplinare per un magistrato, anche se fuori, l'iscrizione ad un partito politico. "Sono molto soddisfatto, avevo più volte detto che c'era un forte dubbio interpretativo e che ci fosse la necessità di un chiarimento. Indipendentemente da come deciderà la Corte Costituzionale, il Csm ha ritenuto che la questione di legittimità da noi sollevata possa avere fondamento". Lo ha detto Michele Emiliano, commentando la decisione della sezione disciplinare del Csm di sospendere il procedimento a suo carico e trasmettere gli atti alla Consulta.

21:03Calcio: Nainggolan, ho dimostrato di voler rimanere

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - "Ho dimostrato quello che ho sempre voluto. Sono contento di continuare insieme". Sono le prime parole di Radja Nainggolan appena apposta la firma sul nuovo contratto che lo legherà alla Roma fino al 2021. Da Boston, dove i giallorossi sono in tournée, ha espresso soddisfazione anche il patron giallorosso James Pallotta: "Siamo felici che Radja si sia impegnato con noi a lungo termine nella fase più importante della sua carriera", ha dichiarato il presidente della Roma. "Nell'ultima stagione - ha concluso Pallotta - si è dimostrato uno dei migliori centrocampisti del mondo e non è stata una sorpresa che il suo nome sia stato accostato a quello di alcuni dei più grandi club europei. Ma non c'è mai stata la possibilità che andasse altrove, ama la Roma e noi siamo felici di averlo qui".

20:49Calcio: Mihajlovic promuove il Toro, felice Belotti resti

(ANSA) - TORINO, 27 LUG - Niente Guingamp per Andrea Belotti. L'attaccante del Torino, che nel ritiro di Bormio si è fermato per un affaticamento muscolare, non partirà per la Francia, dove sabato i granata sono impegnati in amichevole. "Ha avuto un leggero infortunio e non verrà", conferma il tecnico Sinisa Mihajlovic, soddisfatto della permanenza del giocatore. "Il presidente Cairo è stato chiaro, o clausola dall'estero o basta - sottolinea l'allenatore al sito internet del club - e lui è sereno e tranquillo". "Sono felice che sia rimasto con noi. C'è un rapporto di grande stima, fiducia e affetto", osserva il mister. Il mercato, però, è aperto fino alla fine di agosto e potrebbero esserci delle sorprese. "Noi tutti lavoriamo per il bene del Toro - taglia corto Mihajlovic - qui non ci saranno mai musi lunghi". Dopo venti giorni di ritiro, il bilancio dell'allenatore è positivo. "Ho visto impegno, voglia di far bene, applicaizone, generosità.

20:46Calcio: Roma, Nainggolan rinnova fino al 2021

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Radja Nainggolan ha rinnovato il suo contratto con la Roma. Il belga resterà in giallorosso fino al 2021.

Archivio Ultima ora