Turchia: leader opposizione, viviamo in prigione semi-aperta

(ANSAamed) – ISTANBUL, 3 OTT – Nelle carceri della Turchia ci sono “scrittori, giornalisti e artisti. In questo momento viviamo in una prigione semi-aperta, ma continueremo a resistere”: così Kemal Kilicdaroglu, leader del principale partito di opposizione, il socialdemocratico Chp. Parlando alla cerimonia di inaugurazione di un centro culturale nella capitale Ankara, Kilicdaroglu ha attaccato il presidente Recep Tayyip Erdogan, sottolineando che “Nessuna dittatura ha mai favorito le arti o gli artisti”.

Condividi: