Berlusconi ricoverato a New York, processo Ruby ter rinviato

Pubblicato il 03 ottobre 2016 da ansa

Berlusconi ricoverato a New York, processo Ruby ter rinviato

Berlusconi ricoverato a New York, processo Ruby ter rinviato

MILANO. – Silvio Berlusconi è stato ricoverato venerdì scorso, il giorno dopo il suo 80esimo compleanno, al Presbyterian Columbia University Medical Center di New York per accertamenti che si sono resi necessari nel “decorso post operatorio” seguito al delicato intervento al cuore del giugno scorso ed è stato dimesso già oggi.

Dopo giorni di indiscrezioni e rumors sui motivi del viaggio ‘a stelle e strisce’ dell’ex premier, la notizia del nuovo ricovero è emersa a Palazzo di Giustizia a Milano, dove i legali del leader di Forza Italia, proprio sulla base di documentazione medica, hanno chiesto e ottenuto il rinvio per lui dell’udienza preliminare sul caso ‘Ruby ter’.

Intanto, dalla segreteria dello stesso Berlusconi hanno fatto sapere che l’ex premier ha anche avuto un lieve malore mentre l’aereo su cui viaggiava era in fase di atterraggio a New York City. E il medico curante, il professor Alberto Zangrillo, al suo seguito, ha disposto il trasferimento proprio al pronto soccorso del Presbyterian Hospital a cui, poi, ha fatto seguito il ricovero.

Dopo una serie di approfonditi accertamenti, che hanno escluso problemi di natura cardiovascolare, Berlusconi è stato dimesso con indicazione di rimanere a New York sotto controllo sanitario.

In Tribunale il gup Laura Marchiondelli ha accolto la richiesta di legittimo impedimento per motivi di salute presentata dai difensori dell’ex Cavaliere, gli avvocati Franco Coppi e Federico Cecconi, e ha stralciato la sua posizione, come chiesto dai pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, da quella degli altri 23 imputati, aggiornando solo per lui l’udienza al prossimo 15 dicembre.

E proprio nei certificati medici prodotti dalla difesa per l’istanza veniva indicato che il leader di FI – che già dieci anni fa, nel 2006, era andato negli Usa dove gli era stato impiantato un pacemaker – era entrato nell’ospedale newyorchese tre giorni fa. Documentazione nella quale è stato chiarito anche che gli accertamenti erano legati a “scompensi pressori” e a “flogosi”, ossia ad una infiammazione, dovuti al decorso post operatorio. Conseguenze, dunque, di quell’intervento, definito “severo” dalla stessa difesa, di sostituzione della valvola aortica del 14 giugno scorso.

Nel frattempo, dopo lo stralcio della posizione di Berlusconi (oggi avrebbe dovuto parlare in aula la sua difesa), l’udienza preliminare davanti al gup è proseguita per gli altri 23 imputati, tra cui la stessa Ruby – accusata, così come l’ex premier, di corruzione in atti giudiziari oltre che di falsa testimonianza – e il suo ex legale, l’avvocato Luca Giuliante. Si sono conclusi gli interventi delle difese e, tra gli altri, hanno parlato i legali di Barbara Faggioli, uno delle giovani ospiti alle serate hard di Arcore, e di Maria Rosaria Rossi, parlamentare di Fi accusata di falsa testimonianza, stessa accusa contestata anche al giornalista Carlo Rossella.

Il gup, invece, nei mesi scorsi aveva trasmesso per competenza territoriale in altri sei Tribunali gli atti relativi a sette posizioni (in concorso sempre con Berlusconi), tra cui quella del cantante e storico amico dell’ex premier, Mariano Apicella.

Il prossimo 19 ottobre il gup Marchiondelli deciderà se mandare a processo o meno i 23 imputati. In teoria, dopo la decisione sui coimputati, si potrebbe porre un problema di incompatibilità del gup a pronunciarsi anche sulla posizione di Berlusconi, accusato di aver comprato con “oltre 10 milioni di euro” il silenzio o la reticenza della marocchina e delle altre ‘olgettine’ passate dalle feste a luci rosse di Arcore al banco dei testimoni. In caso di incompatibilità del gup, a dicembre (e a meno di ulteriori rinvii dell’udienza per motivi di salute) dovrebbe essere individuato un altro gup per far proseguire l’udienza preliminare a carico del leader di FI.

(di Igor Greganti e Francesca Brunati/ANSA)

Ultima ora

09:16Catalogna:morto procuratore capo Madrid,accusò secessionisti

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - E' morto sabato in Argentina, dove aveva accusato un malore, il procuratore capo dello stato spagnolo Josè Manuel Maza, che aveva guidato l'accusa contro i leader secessionisti catalani. Lo riferisce El Pais. Maza, 66 anni, si era sentito male - soffriva di diabete - durante una riunione delle procure ibero-americane a Buenos Aires ed i medici gli avevano consigliato il ricovero. Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha espresso le condoglianze del governo alla famiglia, agli amici ed ai suoi colleghi. Maza aveva chiesto tra l'altro l'incriminazione per sedizione dei leader delle istituzioni catalane, a partire da Carles Puigdemont, dopo la proclamazione dell'indipendenza.

08:43Usa: Casa Bianca, telefonata Trump-Macron su Libano e Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 19 NOV - Donald Trump ha parlato sabato con il presidente francese Emmanuel Macron della situazione in Libano e in Siria. Entrambi i presidenti, riferisce la Casa Bianca, "hanno concordato sulla necessità di lavorare con gli alleati per contrastare le attività destabilizzanti di Hezbollah e dell'Iran nella regione".

08:38Argentina:registrati tentativi chiamate da sottomarino

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Sette tentativi di chiamate satellitari provenienti dal sottomarino argentino disperso nell'Atlantico sono state registrate tra le 10:00 e le 15:00 di sabato. Lo rendono noto i media locali citando il ministero della Difesa argentino. Al momento si sta lavorando per cercare di utilizzare i segnali per determinare la posizione del sottomarino disperso al largo della Patagonia.

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

Archivio Ultima ora