Renzi aspetta proposte sull’Italicum. Si punta sugli indecisi

Pubblicato il 03 ottobre 2016 da ansa

Renzi aspetta proposte su Italicum, rush su indecisi

Renzi aspetta proposte su Italicum, rush su indecisi

ROMA. – Nessuna proposta di riforma dell’Italicum arriverà dal Pd. Almeno per ora. Il premier raffredda le aspettative dentro il Pd e tra i partiti e mette in fila i passaggi: “Io non faccio una nuova legge, non decido io ma siamo disponibili ad andare a vedere le carte degli altri partiti”, sostiene il premier assicurando che non c’è da parte sua alcun veto a non cambiarla.

Un cambio di marcia secondo le minoranze che bollano come “teatrino” le mosse del premier e attaccano, M5S in primis, l’Agcom rea di non consegnare alla commissione di Vigilanza i dati sulle presenze tv dei sostenitori del sì e del no. Il referendum resta la priorità del premier, convinto che, come anche dimostra il referendum in Colombia, “gli indecisi decidono” e che ridurre l’astensione favorirà il sì. I sondaggi, da ultimo quello di oggi del Corriere, danno il No in vantaggio ma Renzi non sembra preoccupato, anzi li legge in positivo.

“I sondaggi – osserva – sono tutti simili: il 50 per cento ha deciso, il 50 no. E’ tutto aperto. I no in vantaggio? Se ragiono sui partiti, quelli favorevoli alla riforma sono al 35 per cento, gli altri al 65. Se dunque si è al 50 e 50 allora abbiamo già recuperato molto”.

L’obiettivo dichiarato del premier è convincere gli elettori di Fi e M5S a votare sì e la strategia è una campagna a tappeto sul merito della riforma. Con molti ‘scontri’ diretti con i sostenitori del No mentre la manifestazione del 29 ottobre a Piazza del Popolo servirà per “riprendersi” la storica piazza della sinistra e lanciare un messaggio all’Europa.

“Io ho fatto un errore all’inizio a personalizzare il referendum ma qualcun’altro persevera, è interesse di altri buttarla sul governo”, reagisce il leader Pd ospite di Radio Popolare, la “fossa dei leoni” dove molti ascoltatori non la pensano come il premier.

D’accordo con Renzi, pur dal versante opposto, è Stefano Parisi: Non va bene “se il centrodestra dice che vota no solo contro Renzi”, ma va bene “se spiega che siamo noi i veri riformatori”. Difficile, invece, che il premier si troverà d’accordo con Massimo D’Alema, anche lui impegnato in un tour per le ragioni del No. A finire nell’agone tra il premier e l’ex ministro è la paternità del Titolo V. “La riforma non stravolge la Costituzione, dei 47 articoli su cui interveniamo la maggioranza riguarda il Titolo V che ha fatto D’Alema e non i partigiani”. Immediata la replica di D’Alema: “Non è vero, la riforma del Titolo V fu fatta con Amato premier, capisco che Renzi non voglia nominarlo perchè è membro della Corte Costituzionale e se la prende con me ma i fatti sono inconfutabili”.

Quanto all’Italicum, il premier non vede alcuna incongruenza nelle sue affermazioni. “Non facciamo proposte perchè se no a forza di leggi elettorali si fa il carciofo con le opposizioni che sanno solo dire no alle nostre proposte”, spiega Renzi. Ma al vertice del Pd sono convinti che, una volta capiti gli orientamenti degli altri partiti, il premier potrebbe dare una sterzata improvvisa presentando una proposta anche prima del referendum.

E per stanare Fi e Lega, i dirigenti dem fanno presente i rischi di non aver più potere in capitolo per fare modifiche se Renzi vincesse il referendum. Uno scenario che, secondo il ministro Padoan, favorirebbe la stabilità dell’Italia anche sul fronte economico. Con il ‘no’, sostiene il titolare di via XX Settembre, ci sarà “una crisi di sfiducia” mentre “il ‘sì’ sarebbe un elemento catalizzatore di tutto il processo di riforme”.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

22:43Calcio: Liga l’Atletico Madrid risale e vince 2-1 a Bilbao

(ANSA) - ROMA, 20 SET - L'Atletico Madrid, avversario della Roma in Champios, soffre sul terreno del San Mamés, contro l'Athletic Bilbao, ma alla fine riesce a conquistare i tre punti, imponendosi per 2-1 nella 5/a giornata della Liga. Adesso i 'colchoneros' inseguono a -4 il Barcellona, vittorioso ieri sera sull'Eibar. L'Atletico ha rischiato di andare sotto al 41' del primo tempo, ma il centravanti Aduriz ha fallito dal dischetto, nella ripresa è passato in vantaggio con Correa al 10', al 28' è arrivato il raddoppio di Griezmann. L'arrembaggio finale dei baschi ha prodotto il gol della bandiera di Garcia al 47', su passaggio di Balenziaga. Atletico secondo, con 11 punti, il Barca guida a 15. (ANSA).

21:26Calcio: Marotta, Higuain? Lo riacquisteremmo

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Higuain in difficoltà? Noi siamo estremamente contenti dell'operazione fatta lo scorso anno e l'avremmo fatta anche quest'anno. Non dimentichiamoci che è arrivato dopo l'operazione di Pogba e abbiamo preso un grande campione. Nell'economia del gioco un giocatore come Higuain diventa molto importante". Lo ha detto a Premium Sport l'ad della Juve Beppe Marotta. "La classifica si definirà dalla decima giornata? Credo che un punto di riflessione possa essere la decima giornata, molte squadre si stanno ancor assestando - ha proseguito - ora è prematuro fare previsioni. Certo, i pronostici sono per le squadre che si devono confermare come la Juve o quelle che si sono rinforzate di più sul mercato. "Juve su Pellegri? Sì, noi eravamo su di lui in tempi non sospetti - ha concluso - lo abbiamo trattato due anni fa a cifre molto più basse rispetto a quelle di adesso. E' un talento, poi per diventare un campione ne passa di tempo. Credo che sia uno dei migliori giovani del panorama italiano".

21:07Calcio: Uva, le congratulazioni di Lotti

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Rivolgo i miei più sinceri auguri di buon lavoro a Michele Uva: la sua nomina è una bella notizia per tutto lo sport italiano". Lo afferma il ministro per lo Sport Luca Lotti, commentando la nomina a vicepresidente Uefa di Uva. "Si tratta di un riconoscimento che premia la carriera e il merito di un dirigente che ha sempre lavorato con passione, basando la sua attività sui veri valori dello sport" aggiunge il ministro Lotti.

21:06Calcio: Di Francesco, Roma cresciuta nella consapevolezza

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Sono contento della prestazione della squadra, siamo cresciuti in consapevolezza e siamo riusciti a sviluppare le mie idee di calcio. Qualcosa nella testa dei giocatori è entrato. Ma non sono del tutto soddisfatto, dobbiamo essere più determinati e precisi in certe situazioni, perché ci vuole un attimo a riaprire le partite". Così Eusebio Di Francesco ha commentato la vittoria della Roma a Benevento. "Dzeko? Oggi si è avvicinato di più alla porta - ha detto -. Solo contro l'Atletico ha fatto un po' più fatica, certe partite sono più complicate di altre, ma Edin è un ragazzo molto intelligente: sa di avere sbagliato a dire determinate cose, comunque dettate dal nervosismo del momento. Sono contento anche degli esterni, io spingo molto per far sì che il gioco si sviluppi sulle fasce". "La squadra, tolto qualche momento di superficialità, mi è piaciuta - conclude -. Se possiamo lottare per lo scudetto? Il campo dirà la sua".

20:57Ciclismo:il’Giro d’Italia’ in 9 giorni,parte sfida Di Felice

(ANSA) - ROMA, 20 SET - 3500 km in 9 giorni attraverso tutte le Regioni d'Italia. E' partita stasera dal Foro Italico di Roma la sfida dell'ultracyclist Omar Di Felice, che percorrerà in bici il Bel Paese senza fermarsi quasi mai. La conclusione del giro in solitaria, presentato dal vice presidente del Coni, Alessandra Sensini, avverrà il 29 settembre al Salaria Sport Village. Il dislivello che Di Felice è chiamato a superare lungo il percorso è di circa 50.000 metri, quanti quelli coperti da un protagonista del singolare Giro d'Italia in tre settimane. Per la prima volta nella sua carriera di ultracylcist, Di Felice sarà impegnato per più di 4 giorni consecutivi. Nella tabella di marcia dell'atleta è prevista un'alimentazione a base di barrette e gel integratori, ma anche di cibi tradizionali (pasta, riso, carni bianche). "La privazione del sonno è una tortura una cosa che va contro la natura. Le prime 30 ore le affronterò senza dormire, da quel momento ogni 10-12 ore è prevista una sosta per un microsonno da 35 minuti al massimo".

20:53Pesta 18enne e gli punta pistola a tempia,arrestato a Verona

(ANSA) - VERONA, 20 SET - Un'aggressione e un pestaggio fulminei, davanti alla stazione dei pullman di Verona Porta Nuova, poi il giovane violento ha estratto una pistola e l'ha puntata alla tempia della sua vittima, uno studente 18enne cingalese. Tutta la scena è stata ripresa con uno smartphone da una persona che si trovava a bordo di un autobus in sosta, ed il filmato è stato determinante per portare la Polizia sulle tracce dell'aggressore, anch'egli cittadino srilankese, di 23 anni, residente a Verona, nullafacente. Il giovane è stato arrestato dagli agenti delle Volanti, con l'accusa di resistenza aggravata e lesioni gravi a pubblico ufficiale. E' anche indagato per rapina, perchè aveva minacciato con l'arma il connazionale per constringerlo a consegnargli soldi. Nonostante il fatto sia avvenuto sotto gli occhi di decine di testimoni, con tanto di riprese filmate, nessuno ha chiamato il 113 e l'allarme è scattato solo su segnalazione della vittima.

20:46Ferita 15enne: trovato cadavere presunto aggressore

(ANSA) - ISCHITELLA (FOGGIA), 20 SET - Il cadavere del presunto responsabile del tentato omicidio della ragazza di 15 anni è stato trovato nelle campagne della località Callone, in agro di Ischitella. Lo rendono noto i carabinieri del Comando provinciale di Foggia. Pare che si sia tolto la vita con la stessa arma usata stamattina contro la 15enne. "Ditemi che è vero", ha scritto la madre della ragazzina su Facebook dopo avere appreso della morte dell'uomo.

Archivio Ultima ora