Italicum: renziani in campo, tre ipotesi di modifica

Pubblicato il 03 ottobre 2016 da ansa

Italicum: renziani in campo;tre ipotesi di modifica

Italicum: renziani in campo;tre ipotesi di modifica

ROMA. – Il rilancio da parte del premier Renzi rivolto alle opposizioni, di avanzare le loro proposte di riforma elettorale prima che il Pd faccia la sua, fa accendere i riflettori su quelle che già sono sul tappeto, ma anche su quelle che mancano, come ad esempio le proposte dei partiti di centrodestra. E nel Pd si punta sul fatto che non prevalga in casa Fi la linea dura di Renato Brunetta, che non vuole pronunciarsi prima dell’esito del referendum costituzionale.

Ad oggi le proposte in campo sono diverse, a cominciare dall’Italicum stesso. Se è vero che la minoranza interna ha già depositato lo “Speranzellum”, l’ampia maggioranza dei deputati Dem vuole “salvare il soldato Italicum”, come ha detto in aula Francesco Sanna, che renziano non è ma è vicino a Enrico Letta. Ed anche altri deputati non renziani, come la popolare Simonetta Rubinato, si sono pronunciati per salvare il ballottaggio.

Ha aperto a delle modifiche,i n una intervista, Dario Parrini, vicino a Renzi ed esperto di sistemi elettorali. Tre le sue ipotesi: il mantenimento dell’Italicum depurato delle parti più criticate, come le multicandidature o i capilista bloccati; oppure il Provincellum (come l’Italicum ma i collegi sono uninominali); o anche il Provincellum ma con un mix di collegi uninominali e listini proporzionali.

Lo “Speranzellum” o Mattarellum 2.0, messo a punto dal senatore bersaniano Federico Fornaro prevede 475 seggi assegnati da collegi uninominali, più 60 al partito più votato, 30 al secondo e 23 ai partiti minori come diritto di tribuna. Ma con il tripolarismo, secondo le proiezioni effettuate, il vincente (il Pd) arriverebbe a 270 seggi, condannato ad un nuovo Patto del Nazareno.

Inoltre i piccoli partiti non entrerebbero in Parlamento e quindi non ne vogliono sentir parlare. Ncd la scorsa settimana in Aula ha annunciato, con Dore Misuraca la propria proposta: via il ballottaggio e assegnazione di un premio di 90 seggi al partito più votato, fino ad un massimo di 340 seggi complessivi, purché esso abbia ottenuto il 35% dei consensi. Una proposta in parte analoga a quella di Giuseppe Lauricella (Pd): turno unico e premio al partito che supera il 40%, altrimenti riparto proporzionale.

Il presidente del gruppo Misto, Pino Pisicchio ha depositato una Pdl che assegna il premio alla coalizione e non alla lista, e considera valido il ballottaggio se vota più del 50% degli elettori. Infine Sinistra Italiana è per il sistema tedesco: proporzionale puro con soglia al 5%. Anche M5s è per un proporzionale alla spagnola, un sistema che esclude dalla rappresentanza i partiti piccoli, se non quelli a radicamento regionale, come la Lega.

Ma sul tappeto mancano le proposte di Fi, Lega e Fdi che hanno dichiarato di non voler dialogare se non dopo il referendum, in cui immaginano prevalga il No. In una dichiarazione Roberto Calderoli ha parlato anche lui di proporzionale, ma per il resto prevale il “Niet”.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

20:58Calcio: Allegri, Bonucci domani andrà in tribuna

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - "Domani Bonucci andrà in tribuna: è una decisione giusta per rispetto della squadra, dei tifosi e della società, con la quale l'ho concordata. Il caso è chiuso". Massimiliano Allegri conferma la scelta disciplinare nei confronti del difensore (che era nell'aria dopo il diverbio di venerdì scorso nella gara con il Palermo), per la trasferta di Champions League a Porto. "Leo - aggiunge il tecnico della Juventus - ha capito da ragazzo intelligente quale è, da persona e giocatore importante. Questa decisione è anche un esempio per il futuro. Io, a mia volta, ho avuto una reazione che non fa parte del mio modo di essere e, dal momento che è stata vista da milioni di persone e da tanti bambini, farò una donazione ad un ente per aiutare chi ha bisogno". Del caso, nella stessa conferenza stampa, aveva parlato poco prima Gigi Buffon. "Leo, che è ragazzo intelligente, tiene al gruppo e incarna lo stile Juve, non avrà nessuna difficoltà ad accettare qualsiasi decisione: sa che sarà per dare un segnale educativo".

20:41Haiti: muoiono di stenti 42 detenuti

(ANSA) - PORT-AU-PRINCE, 21 FEB - Le "crudeli, disumane" e "degradanti" condizioni in cui vivono i carcerati nel più grande penitenziario di Haiti hanno portato alla morte 42 detenuti dall'inizio dell'anno. Lo ha denunciato Sandra Honore, rappresentante speciale delle Nazioni Unite nel Paese, nel giorno in cui si sono tenuti nella capitale Port-au-Prince i funerali di massa di una ventina di prigionieri morti recentemente nel carcere. Tra le cause dei decessi vi sono la penuria di cibo e medicine, oltre alle malattie che non vengono curate. Lo ha ricordato Marie Lumane Laurore al funerale del figlio: "Questo è un Paese senza giustizia", ha urlato prima di svenire accanto alla bara. I familiari di Eddy Laurore hanno aggiunto che l'uomo è stato affetto da anemia e tubercolosi durante tutti i due anni in cui è stato rinchiuso nel penitenziario, accusato di violenza sessuale.

20:40Killer catamarano: famiglia skipper uccisa, non finirà mai

(ANSA) - PESARO, 21 FEB - "E' incredibile, questa storia non finirà mai". Così Michele Curina, il fratello di Annarita, la skipper pesarese uccisa nel 1988 da Filippo De Cristofaro, alla notizia della sua ennesima fuga, secondo quanto riporta il legale della famiglia, l'avv. Stefano Tornimbeni. La reazione, racconta Tornimbeni, è stata di "sconforto e angoscia. Non abbiamo parole, è una vicenda che fin dall'inizio non fa che creare angoscia e dolore nella famiglia, e continua a distanza di 29 anni". Tornimbeni ha espresso anche "sdegno, perché è impossibile da digerire quello che è successo. Tutto è stato fatto con leggerezza, senza tenere in considerazione i sentimenti della parte offesa". Il legale ce l'ha non solo con le autorità portoghesi ma anche con le italiane, per quel permesso premio che era stato accordato a De Cristofaro nel 2014, quando poi era fuggito dal carcere di Porto Azzurro. Un pensiero va anche alle forze di polizia che "lavorano a vuoto, perché i loro sforzi sono vanificati".

20:27Sarah: Misseri prelevato da cc e portato in carcere

(ANSA) - AVETRANA (TARANTO), 21 FEB - I carabinieri hanno prelevato dalla sua abitazione per condurlo in carcere Michele Misseri, lo zio di Sarah Scazzi. Per l'uomo oggi è diventata definitiva la condanna a otto anni di reclusione per concorso in soppressione di cadavere della quindicenne. Misseri è stato fatto salire su un'auto dei militari che l'ha portato via. "Michele Misseri ha scritto lettere a Sarah in cui chiede perdono", ha poi reso noto il suo avvocato, Luca Latanza. "Misseri - ha aggiunto il legale - è molto provato, lui si aspettava di svolgere un altro giudizio di merito per portare avanti la sua tesi. Non si aspettava una conclusione così rapida. Il processo oggi dal punto di vista giuridico si è concluso".

20:26Incidenti montagna: scivola in crepaccio su M.Rosa, disperso

(ANSA) - AOSTA, 21 FEB - Un giovane scialpinista scandinavo di 18 anni è disperso dopo essere finito in un profondo crepaccio sul Monte Rosa mentre stava sciando con il padre. L'incidente si è verificato nel primo pomeriggio sopra la Capanna Gnifetti, a circa 3.800 metri di quota, nella valle di Gressoney. A peggiorare la situazione è stato il crollo di un ponte di neve che è finito sopra lo sciatore. Le speranze di ritrovare la scialpinista in vita sono molto scarse. A dare l'allarme è stato il padre che ha assistito alla caduta ed è sceso per circa 400 metri prima di trovare una zona dove il telefono prendesse la linea. Nella zona la visibilità è ridotta e soffia un forte vento: per questo l'elicottero non ha potuto raggiungere il luogo dell'incidente e sono dovute salire delle guide alpine a piedi. le ricerche sono state sospese alle 18.30. Lo scialpinista - di cui non è stata resa nota l'identità - è precipitato per diversi metri all'interno della fessura di ghiaccio. Sull'accaduto indaga la guardia di finanza. (ANSA).

20:23Bebe Vio minacciata di violenza sessuale su un social

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - "Ho appena denunciato gli autori della pagina Facebook che mi prendeva di mira: ci vuole una risposta decisa a questi comportamenti". Bebe Vio racconta all'Ansa la sua "amarezza e delusione" per l'ennesima vicenda ignobile alimentata dalla Rete. "Sono amareggiata - spiega l'atleta paralimpica - perché sono anni che do tutta me stessa e lotto per gli altri e per le cause in cui credo. E sono delusa perché mi fanno tristezza le persone che usano internet per insultare e denigrare". Il caso era stato sollevato dal Codacons che, secondo una nota, ha denunciato il social network in questione all'Autorità giudiziaria, dopo le ripetute segnalazioni inviate da altri utenti agli amministratori. La pagina è stata già rimossa. "Si tratta di un fatto gravissimo e preoccupante - dichiara Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico - Mi auguro che le Autorità competenti facciano chiarezza sull'accaduto e individuino al più presto i responsabili di questo gesto ignobile e profondamente disgustoso".

20:09Calcio: Espirito Santo, felice se Bonucci non gioca…

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - "La Juventus è una squadra forte, con giocatori forti, ma noi lo sappiamo e siamo pronti. Sarà un ottimo test per il Porto, capiremo a che livello siamo: non siamo spaventati". Così, ai microfoni di Premium, il tecnico del Porto, Nuno Espirito Santo, avversario domani sera dei bianconeri al Do Dragao. Interpellato sui supposti problemi nello spogliatoio bianconero, l'allenatore dei portoghesi si è detto "sicuro che Allegri, che è un ottimo tecnico, saprà risolvere eventuali problemi. Secondo me, Bonucci giocherà; ma se mi dite di no, sarei molto felice. Io erede di Mourinho? Sono stato un suo giocatore, è un ottimo allenatore, ma io ho il mio modo di allenare, siamo differenti. Certo, se dovessi avere un sogno, sognerei di vincere quello che ha vinto lui".

Archivio Ultima ora