A Taranto eccesso di ricoveri per patologie respiratorie tra i bambini

Pubblicato il 03 ottobre 2016 da ansa

Momenti di tensione tra polizia e manifestanti, durante la protesta contro il premier Matteo Renzi in visita a Taranto, per la firma del Contratto istituzionale di sviluppo per la citt‡ con il presidente della Regione Michele Emiliano, Taranto, 29 luglio 2016. ANSA/MAURIZIO INGENITO

Momenti di tensione tra polizia e manifestanti, durante la protesta contro il premier Matteo Renzi in visita a Taranto, per la firma del Contratto istituzionale di sviluppo per la citt‡ con il presidente della Regione Michele Emiliano, Taranto, 29 luglio 2016.
ANSA/MAURIZIO INGENITO

BARI. – Un eccesso di ricoveri per patologie respiratorie tra i bambini, dai neonati ai 14enni, residenti a Taranto nei quartieri Tamburi (+24%) e Paolo VI (+26%). L’aumento di malattie neurologiche e cardiache, dei tumori a polmoni, stomaco e reni. Gravidanze “con esito abortivo” e casi di cancro alla mammella e alla cute tra le donne. Secondo lo studio epidemiologico commissionato dalla Regione Puglia per “valutare l’effetto delle sostanze tossiche emesse dall’Ilva”, sono questi i ‘mostri’ contro cui combattono dal 1965 oltre 321mila abitanti del capoluogo ionico e dei comuni limitrofi Massafra e Statte, seguiti fino al 2014.

Nell’indagine si evidenzia che non solo esiste una “forte relazione” tra “emissioni industriali e danno sanitario”, ma che “l’andamento della mortalità ha seguito in modo speculare quello della produttività e dell’inquinamento”. Per questo, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano in mattinata aveva anticipato l’intenzione di impugnare dinanzi alla Consulta la legge “che impedisce alla magistratura di bloccare l’impianto”, poiché proroga i termini per l’adeguamento del siderurgico alle normative ambientali.

Intenzione realizzata in serata quando la Giunta regionale in seduta straordinaria “ha deliberato di impugnare la legge numero 151/2016 che ha convertito l’ultimo decreto legge sull’Ilva”. La motivazione formale è la “lesione del principio di leale collaborazione che dovrebbe ispirare l’operato del legislatore” in quanto la legge “non prevede alcuna forma di coinvolgimento della Regione nella procedura di modifica o integrazione al piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria, o di altro titolo autorizzativo necessario per l’esercizio” dell’Ilva.

Per Emiliano, questa era una delle poche frecce che la Regione poteva ancora scoccare per “limitare i danni” di un “impianto che andrebbe bloccato fino a che non si sia in grado di funzionare senza pericolo”, oppure “rallentato” per portare i valori “fuori scala” a un livello “minimo”. Anche per questo il governatore aveva già dato “indicazione all’Avvocatura regionale di istruire la richiesta di revoca dell’Aia”.

Il rapporto, infatti, mette sotto accusa polveri sottoli (Pm10) e anidride solforosa (So2). Sostanze che tra la popolazione più esposta (a concentrazioni di 10 microgrammi al metro cubo) causerebbero un aumento della mortalità, rispettivamente, del 4% e del 9%. Entrambi gli inquinanti sarebbero dunque responsabili di nuovi casi di tumore al polmone (+29% le polveri e +42% la anidride solforosa), e di infarti del miocardio (+10% e +29%).

Nel rapporto, inoltre, si è osservato “un eccesso di mortalità per tumore dello stomaco (+41%) e della pleura (+72%) tra i lavoratori impiegati in siderurgia”. Questo studio, ha sottolineato Emiliano, è “da diversi giorni” sulla scrivania del premier Matteo Renzi ma col governo “non riusciamo ad avere un confronto sull’Ilva da “più di un anno, credo a questo punto per ragioni di natura politica”.

Ora, però, “il governo ha l’obbligo giuridico di intervenire” con “provvedimenti immediati”. Ricordando infine di “non aver avuto risposta” neppure alla sua proposta di produrre acciaio in maniera meno inquinante, attraverso la decarbonizzazione del siderurgico, Emiliano ha concluso di essere “al limite della tensione istituzionale: non so cos’altro fare per tenere insieme il mio dovere con il principio di leale collaborazione col governo”.

(di Vincenzo Chiumarulo/ANSA)

Ultima ora

16:36Calcio: Pioli esulta, finora Inter ha fatto ottimo lavoro

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - "E' sempre una buona notizia, per un allenatore, sapere di avere una squadra che ci crede fino alla fine. La squadra ci ha creduto fino alla fine e questa perseveranza ci ha premiato". Stefano Pioli si gode la vittoria dell'Inter in casa del Bologna. "Stiamo facendo un bel lavoro - dice il tecnico nerazzurro -, sono soddisfatto: soprattutto mi fa felice vedere quanto questi giocatori ci credano, quanto vogliamo continuare a fare bene. Abbiamo fatto nove vittorie in dieci partite, un percorso ottimo, ma anche davanti corrono, quindi dovremo essere bravi a non accontentarci mai. Ci sono ancora tante cose che possiamo e dobbiamo migliorare. Cena brasiliana offerta da Gabigol? Così dicevano in spogliatoio, ben venga la cena. Sono contento per lui: è appena arrivato e ha fatto un po' fatica all'inizio, ma ora comincerà a togliersi delle soddisfazioni".

16:32Russia: cure all’estero per Kara-Murza

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - L'oppositore russo Vladimir Kara-Murza, da alcuni giorni in coma indotto e ricoverato in condizioni gravi per "avvelenamento acuto", ha lasciato la Russia per essere curato all'estero. Lo fa sapere su Facebook il suo avvocato, Vadim Prokhorov, riferisce la Bbc online. Il giornalista, 35 anni, coordinatore in Russia del movimento Open Russa guidato da Mikhail Khodorkovsky, 'arcinemico' di Putin, si è sentito male a inizio mese: nel 2015 aveva sofferto di una crisi renale molto grave e le analisi avevano scoperto tracce di metalli pesanti facendo temere un avvelenamento doloso. Il suo avvocato ha fatto sapere che sta lasciando la Russia "per sottoporsi a riabilitazione dopo il suo secondo avvelenamento acuto". La diagnosi parla di 'influenza tossica da una sostanza ignota'", dice ancora Prokhorov.

16:25Serbia: media, presidente Nikolic lavora a nuovo partito

(ANSAmed) - BELGRADO, 19 FEB - Il presidente serbo uscente Tomislav Nikolic, che non esclude una ricandidatura alle presidenziali di primavera in concorrenza con Aleksandar Vucic, il premier nominato all'unanimita' candidato ufficiale del partito di maggioranza, lavora alla creazione di un nuovo partito che dovrebbe chiamarsi 'Sns originale'. A riferirlo e' il quotiano belgradese Danas che cita fonti vicine a Nikolic. L'Sns e' il Partito del progresso serbo (conservatore), guidato da Vucic e al quale fa capo lo stesso Nikolic. Secondo Danas Nikolic puo' contare sull'appoggio in parlamento di 12 deputati dell'Sns, e ha cosi' il diritto di formare un gruppo parlamentare. Sns ha 102 deputati sul totale di 250. In una situazione di potenziale scontro politico tra premier e presidente, Danas non esclude per oggi un possibile incontro chiarificatore tra Vucic e Nikolic, che ha ammesso di aver posto al premier le sue condizioni per farsi da parte e appoggiare la candidatura del premier: la guida del governo e la presidenza dell'Sns.

16:20Gb: nuove accuse pedofilia per Heath

(ANSA) - LONDRA, 19 FEB - Riemergono le accuse di pedofilia nei confronti del defunto Edward Heath, il premier conservatore che a inizio anni '70 portò la Gran Bretagna nell'Europa comunitaria prima di essere esautorato nel 1975 da Margaret Thatcher. Accuse di cui il capo investigatore del caso, Mike Veal, citato dal Mail on Sunday, si dice oggi "sicuro al 120%". Il fascicolo su Heath, morto 90enne e rispettato nel 2005, è stato aperto nel 2015 dalla polizia del Wiltshire, sull'onda delle rivelazioni sui decennali insabbiamenti di misfatti attribuiti a una schiera di pedofili vip del regno dopo il caso dell'intrattenitore Bbc Jimmy Savile. Di recente la Fondazione Heath ne aveva auspicato l'archiviazione, aggrappandosi al proscioglimento per insufficienza di prove concesso ad altri e alle campagne di stampa contro le indagini. Ma Veal insiste e non esclude neppure il sospetto che l'ex premier abbia partecipato a orge e riti satanici e parla di denunce presentate già in passato, ma "coperte dall'establishment".

15:43Fatta brillare in Calabria bomba aereo II Guerra mondiale

(ANSA) - MAIERATO (VIBO VALENTIA), 19 FEB - Gli artificieri dell'11/mo Reggimento Genio Guastatori di Foggia hanno fatto brillare una bomba d'aereo inesplosa trovata martedì scorso a Maierato a causa di uno smottamento del terreno. Le operazioni sono state condotte dalla Compagnia Guastatori distaccata di Castrovillari sotto la guida del capitano Domenico Ciccarese. La bomba, di fabbricazione inglese e contenente oltre 65 chilogrammi di tritolo, è risultata potenzialmente pericolosa per la precarietà dell'innesco a lungo ritardo chimico. Per tale motivo é stato necessario attendere 144 ore dal ritrovamento per evitare rischi di esplosione automatica. La Prefettura di Vibo Valentia ha emesso un'ordinanza di sgombero in un raggio di 500 metri dal luogo del ritrovamento. Lo sgombero ha riguardato, oltre a due aziende agricole e ad un tratto dell'ex statale 110, che é stata chiusa al traffico, lo stabilimento della "Tonno Callipo", i cui 150 lavoratori, per la giornata odierna, sono stati collocati in cassa integrazione.

15:41Terremoto: casette legno a Norcia, moduli per 4 o 2 persone

(ANSA) - PERUGIA, 19 FEB - Le casette in legno consegnate questa mattina a San Pellegrino di Norcia sono le prime Soluzioni abitative di emergenza (Sae) terminate in tutta l'intera area colpita dal sisma nel Centro Italia. Sono moduli da 60 e 40 metri quadrati, in grado di ospitare nuclei famigliari da quattro e due persone. All'interno sono completamente arredate con mobili ed elettrodomestici. Inoltre sono dotate di stoviglie, piatti, pentole, biancheria da letto e da bagno. Alle finestre, tende di color panna. Tutti gli alloggi sono termoautonomi. Nei prossimi giorni saranno consegnate altre 20 a Norcia capoluogo, appena fuori le mura del centro storico. Mentre nella zona industriale della città di San Benedetto si sta lavorando per la realizzazione di altre 63 moduli. Tutti questi alloggi sono destinati agli sfollati del sisma del 24 agosto. Poi si dovranno realizzare i moduli da destinare a coloro che hanno perso casa nei terremoti del 26 e 30 ottobre.

15:35Sci: Hirscher vince oro slalom speciale, azzurro Gross nono

(ANSA) - ST.MORITZ (SVIZZERA), 19 FEB - L'austriaco Marcel Hirscher, dopo quello in gigante e l'argento in combinata, ha vinto anche l'oro in slalom speciale in 1.34.75. Argento al suo connazionale Manuel Feller in 1.35.43 e primo podio in carriera. Terzo il tedesco Felix Neureuther, unica medaglia per la Germania a questi Mondiali, in 1.35.68. Il grande sconfitto di questo speciale e' il norvegese Henrik Kristoffersen, dominatore stagionale ma solo 4/o in 1.35.79. Il primo azzurro in classifica - in una delle gare meno positive dell'intera stagione per l'Italia - e' il trentino Stefano Gross 9/o in 1.36.15. Poi Manfred Moelgg 14/o in 1.36.30 e più indietro Giuliano Razzoli in 1.37.26.

Archivio Ultima ora