Tav: pg Saluzzo, condivido in pieno linea Caselli

(ANSA) – TORINO, 4 OTT – “Questo processo riguarda uno dei momenti più ‘caldi’ degli ultimi anni nell’ambito del caso Tav, e io sono qui per continuare lungo la linea, che condivido in pieno, tracciata dalla procura di Torino di Gian Carlo Caselli: una linea di grande rigore all’interno, naturalmente, di una cornice di garantismo”. Lo ha detto all’ANSA il procuratore generale del Piemonte, Francesco Saluzzo, durante una pausa del maxi processo ai No Tav, dove rappresenta personalmente la pubblica accusa. A differenza del primo grado, quando le udienze erano celebrate nell’aula bunker delle Vallette destinata ai processi di mafia e terrorismo, la causa si svolge a Palazzo di giustizia per iniziativa dello stesso magistrato. “Ovviamente – afferma – non dovranno esserci intemperanze di nessun genere. Vogliamo condurre il processo in un clima normale. C’è un’accusa, c’è una difesa, ci sono i fatti e ci sono le motivazioni dei fatti. Ne discuteremo e poi tireremo le conclusioni”. (ANSA).