Migranti: Galantino, i morti in mare uno schiaffo alla democrazia, ora integrazione

Pubblicato il 04 ottobre 2016 da ansa

Migranti: Galantino, i morti in mare uno schiaffo alla democrazia, ora integrazione

Migranti: Galantino, i morti in mare uno schiaffo alla democrazia, ora integrazione

ROMA. – E’ un’Europa “cieca”, “debole”, quella che non riesce ad affrontare la questione dei migranti e lascia che si continuino ad alzare muri. E’ duro l’affondo dei vescovi italiani sulla questione migranti. E pure l’Italia, che si è spesa tanto per l’accoglienza, ora deve guardare avanti perché non basta: occorre l’integrazione. A parlare è il segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana, monsignor Nunzio Galantino.

E’ necessario “un ruolo maggiormente incisivo di un’Europa purtroppo molto debole e cieca che consente di continuare ad erigere muri”, ha detto Galantino parlando ad un convegno della Cisl sui migranti. Per Galantino, fondamentale è “l’integrazione perché accogliere, nonostante l’Italia lo faccia anche piuttosto bene, non basta; non si possono salvare le persone e poi non offrirgli una possibilità di futuro”.

Il vescovo ha poi ricordato le morti in mare, commemorate a Lampedusa, e quelle che comunque si verificano ogni giorno. “Sono uno schiaffo alla democrazia europea – ha sottolineato -, incapace di salvaguardare e proteggere persone in fuga da situazioni drammatiche create anche dalla politica estera e da scelte economiche europee”.

“Non saranno i muri o le politiche di chiusura – commenta il segretario generale dei vescovi – a fermare l’onda costante degli arrivi. Noi dobbiamo impedire che il Mediterraneo continui ad essere ‘cimitero dei migranti’, così come lo ha definito Papa Francesco. Dobbiamo imparare a vedere ‘Dio nei migranti che tutti vogliono cacciare’. Una volta salvati in mare e accolti nei nostri Paesi dobbiamo garantire poi l’integrazione di queste persone”, ha aggiunto il vescovo.

Secondo uno studio della Cisl, tra 15 anni (nel 2030), gli immigrati che lavorano in Italia raddoppieranno, passando da 2 a 4 milioni, con un contributo al Prodotto interno lordo che salirà dall’attuale 9% al 15%.

Intanto proseguono gli sbarchi. La Guardia Costiera ha coordinato 31 operazioni di salvataggio: quasi 2mila i migranti soccorsi nel Canale di Sicilia. E tra oggi e domani sono 6.297 quelli sbarcheranno nei porti di Sicilia, Calabria e Campania dopo le numerose operazioni che hanno portato anche al recupero di nove cadaveri. Tra ieri sera e stamattina sono arrivate in Sardegna 57 persone, tutte presumibilmente di nazionalità algerina. Un gruppo di 52 migranti di nazionalità pakistana è stato invece rintracciato all’alba subito dopo lo sbarco sull’isola di Sant’Andrea, a Gallipoli.

Infine una notizia che fa guardare al futuro: due bimbi sono nati la scorsa notte a bordo di nave Dattilo, della Guardia Costiera, che ha partecipato alle operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia, prendendo a bordo alcuni dei seimila migranti tratti in salvo, e che ora sta facendo rotta verso l’Italia.

(di Manuela Tulli/ANSA)

Ultima ora

02:32Del Turco: Cassazione annulla condanne,nuovo processo

(ANSA) - ROMA, 3 DIC - Ci sarà un nuovo processo per l'ex governatore dell'Abruzzo Ottaviano Del Turco e alcuni degli atri imputati nel processo per la 'Sanitopoli' abruzzese: lo ha deciso la Cassazione che ha annullato con rinvio la condanna per Del Turco, e altri 2 imputati, in relazione all'accusa di associazione per delinquere. I giudici di Perugia dovranno rideterminare il trattamento sanzionatorio e rivedere la condanna che per Del Turco, in appello, era stata diminuita da 9 anni e 6 mesi a 4 anni e 2 mesi.

02:11Usa: svolta in Asia, Trump chiama presidente Taiwan

(ANSA)- NEW YORK, 3 DIC - Donald Trump ha avuto un colloquio telefonico con il presidente taiwanese Tsai Ying-wen. Si tratta di una svolta nella politica Usa in Asia e la rottura dopo decenni di un protocollo diplomatico che non potra' non avere implicazioni nei rapporti tra Stati Uniti e Cina. E' la prima volta che un presidente Usa e' in contatto con un leader di Taiwan dal 1979, quando si ruppero le relazioni tra i due paesi.

01:30Calcio a 5:anticipi serie A,sorridono Pescara, Rieti e Cioli

(ANSA) - ROMA, 2 DIC - Gli anticipi del venerdì della nona giornata di Serie A di calcio a cinque si concludono con le vittorie di Pescara, Cioli Cogianco e Real Rieti, ai danni di Luparense, Axed Group Latina e Lazio. Gli abruzzesi di Colini superano 6-3 la Luparense, ottenendo l'ottava vittorie in 9 gare e allungando ancora in classifica sulle inseguitrici. Doppietta di Borruto e reti di Canal, Rosa, Cuzzolino e Ghiotti per la squadra di Colini, che ha domato i veneti. Torna a sorridere la Cogianco, che batte 4-1 il Latina. Succede tutto nella ripresa, con le reti di Fusari, Vizonan, Fits e Ruben, intervallate dal momentaneo 1-3 pontino di Maina. Passa anche il Rieti, trascinato dalla tripletta di Turmena contro la Lazio. Domani la nona giornata verrà completata dalle restanti tre gare: alle 18, Came Dosson-Ma Group Imola e Kaos Futsal-Lollo Caffè Napoli, alle 18.30 Futsal Isola-Acqua&Sapone Unigross.

01:19Paura a Parigi, si temono ostaggi ma è rapina ‘fallita’

(ANSA) - PARIGI, 02 DIC - Paura a Parigi quando si è sparsa la notizia che intorno alle 19 un individuo armato teneva in ostaggio i clienti dell'Asieland, un'agenzia specializzata in viaggi nel continente asiatico che si trova nel XIII/o arrondissement, sul boulevard Massena, nel sud della capitale. Nella Francia in stato d'emergenza per l'allerta terrorismo subito si è riaccesa la psicosi, qualcuno ha temuto un nuovo attentato, in un contesto di nervi a fior di pelle tra cittadini e forze dell'ordine. Niente di tutto questo. E' solo una "rapina fallita" e "non c'è stata nessuna presa d'ostaggi" come temuto, ha annunciato in tv il presidente di circoscrizione, Jerome Coumet, rivelando che le persone che si trovavano all'interno dell'agenzia - sei in totale - sono tutte uscite, sane e salve e "nessun è rimasto ferito". Il rapinatore è ancora in fuga, attivamente ricercato dagli agenti, dopo che le teste di cuoio hanno annunciato la fine dell'operazione nell'agenzia viaggi.

00:58Golf: ‘Hero World’,Tiger Woods 65 al secondo giro,ora è 9/o

(ANSA) - NASSAU, 2 DIC - Tiger Woods è risalito al nono posto, guadagnando otto posizioni, dopo il secondo giro di buche dell'Hero World Challenge (montepremi 3,5 milioni di euro), sul percorso dell'Albany Resort (par 72), a New Providence nelle Isole Bahamas. L'asso del golf è al rientro dopo due interventi chirurgici alla schiena e la pausa più lunga mai patita in carriera, 15 mesi dal 23 agosto 2015. Al comando c'è l'altro americano Dustin Johnson, davanti al giapponese Hideki Matsuyama. Woods è risalito grazie al 65 ottenuto oggi. "Ho giocato pulito e adesso provo sensazioni positive - ha commentato -. Vi sembro sciupato? A Thanksgiving mio figlio mi ha attaccato la febbre, ma adesso mi sono ripreso pur tenendo conto di tutte le operazioni a cui mi sono sottoposto. Ora devo riacquistare un po' di forza e concentrarmi sul mio gioco".

00:46Calcio: Trapani-Carpi 0-1

(ANSA) - TRAPANI, 2 DIC - Perde ancora il Trapani che in settimana aveva esonerato Serse Cosmi. Il cambio in panchina non ha invertito il trend ed è arrivata la sconfitta anche con il Carpi al Provinciale, nell'anticipo della 17/a giornata di serie B. Gli ospiti vanno in vantaggio al 38' con Catellani su rigore e poi controllano. Con questo successo il Carpi sale al quinto posto in classifica, con 27 punti. Trapani sempre più ultimi con 11.

00:43Calcio: Pioli, oggi Inter ha fatto un passo indietro

(ANSA) - ROMA, 2 DIC - "E' un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni: nelle altre partite abbiamo avuto l'approccio giusto, mentre oggi abbiamo sbagliato l'inizio e contro una squadra come il Napoli non puoi permettertelo. Abbiamo anche avuto le occasioni per recuperare, ma purtroppo non le abbiamo sfruttate". L'analisi del tecnico dell'Inter Stefano Pioli è lucida dopo la sconfitta di Napoli ("sul primo gol Callejon era in fuorigioco", precisa). "Siamo alla ricerca di equilibri migliori - dice ancora - ed è inevitabile che dobbiamo cercare di subire meno gol: serve più attenzione, più determinazione. Ma lavoriamo assieme da poco tempo e anche questo è un fattore. Stiamo lavorando in tutte le direzioni, mentale e fisica: oggi gli equilibri li abbiamo persi per via dell'approccio sbagliato. C'è anche stata la volontà di recuperare, ma l'handicap che avevamo era troppo pesante: per un gruppo che sta cercando di ritrovare autostima ritrovarsi sotto di 2 dopo cinque minuti non è facile. Ma il gruppo lavora bene".

Archivio Ultima ora