Migranti: Galantino, i morti in mare uno schiaffo alla democrazia, ora integrazione

Pubblicato il 04 ottobre 2016 da ansa

Migranti: Galantino, i morti in mare uno schiaffo alla democrazia, ora integrazione

Migranti: Galantino, i morti in mare uno schiaffo alla democrazia, ora integrazione

ROMA. – E’ un’Europa “cieca”, “debole”, quella che non riesce ad affrontare la questione dei migranti e lascia che si continuino ad alzare muri. E’ duro l’affondo dei vescovi italiani sulla questione migranti. E pure l’Italia, che si è spesa tanto per l’accoglienza, ora deve guardare avanti perché non basta: occorre l’integrazione. A parlare è il segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana, monsignor Nunzio Galantino.

E’ necessario “un ruolo maggiormente incisivo di un’Europa purtroppo molto debole e cieca che consente di continuare ad erigere muri”, ha detto Galantino parlando ad un convegno della Cisl sui migranti. Per Galantino, fondamentale è “l’integrazione perché accogliere, nonostante l’Italia lo faccia anche piuttosto bene, non basta; non si possono salvare le persone e poi non offrirgli una possibilità di futuro”.

Il vescovo ha poi ricordato le morti in mare, commemorate a Lampedusa, e quelle che comunque si verificano ogni giorno. “Sono uno schiaffo alla democrazia europea – ha sottolineato -, incapace di salvaguardare e proteggere persone in fuga da situazioni drammatiche create anche dalla politica estera e da scelte economiche europee”.

“Non saranno i muri o le politiche di chiusura – commenta il segretario generale dei vescovi – a fermare l’onda costante degli arrivi. Noi dobbiamo impedire che il Mediterraneo continui ad essere ‘cimitero dei migranti’, così come lo ha definito Papa Francesco. Dobbiamo imparare a vedere ‘Dio nei migranti che tutti vogliono cacciare’. Una volta salvati in mare e accolti nei nostri Paesi dobbiamo garantire poi l’integrazione di queste persone”, ha aggiunto il vescovo.

Secondo uno studio della Cisl, tra 15 anni (nel 2030), gli immigrati che lavorano in Italia raddoppieranno, passando da 2 a 4 milioni, con un contributo al Prodotto interno lordo che salirà dall’attuale 9% al 15%.

Intanto proseguono gli sbarchi. La Guardia Costiera ha coordinato 31 operazioni di salvataggio: quasi 2mila i migranti soccorsi nel Canale di Sicilia. E tra oggi e domani sono 6.297 quelli sbarcheranno nei porti di Sicilia, Calabria e Campania dopo le numerose operazioni che hanno portato anche al recupero di nove cadaveri. Tra ieri sera e stamattina sono arrivate in Sardegna 57 persone, tutte presumibilmente di nazionalità algerina. Un gruppo di 52 migranti di nazionalità pakistana è stato invece rintracciato all’alba subito dopo lo sbarco sull’isola di Sant’Andrea, a Gallipoli.

Infine una notizia che fa guardare al futuro: due bimbi sono nati la scorsa notte a bordo di nave Dattilo, della Guardia Costiera, che ha partecipato alle operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia, prendendo a bordo alcuni dei seimila migranti tratti in salvo, e che ora sta facendo rotta verso l’Italia.

(di Manuela Tulli/ANSA)

Ultima ora

14:17Schiaffeggiò Valls, si incontreranno

(ANSA) - PARIGI, 20 GEN - Manuel Valls incontrerà Nolan L., il diciottenne che due giorni fa, durante una visita elettorale a Lambelle, in Bretagna, nel nord-ovest della Francia, gli ha dato uno schiaffo. Lo ha annunciato lui stesso alla tv BFM, specificando che è stato il ragazzo a richiederlo e che lo farà dopo le primarie in cui è impegnato. "Senza mai scusare, voglio tentare di capire come un ragazzo può finire in questa forma di violenza. Quando, nel nome dell'ideologia - in questo caso l'estrema destra identitaria bretone - si colpisce qualcuno che rappresenta l'autorità, è perché si vuole attaccare l'autorità". Valls ha sporto denuncia: Nolan è stato condannato a 3 mesi di prigione con la condizionale e a 105 ore di lavori di interesse generale. Dovrà anche versare un euro simbolico per danni e interessi, come richiesto da Valls.

14:17Rigopiano: esperto,improbabile sisma sia stato causa valanga

(ANSA) - AOSTA, 20 GEN - "E' molto improbabile che a provocare il fenomeno valanghivo sia stato il terremoto. A differenza delle frane, le valanghe hanno infatti un innesco immediato e le scosse sono avvenute prima della caduta della massa nevosa". Lo ha detto all'ANSA Valerio Segor, dirigente del Servizio di Assetto idrogeologico dei bacini montani della Regione Valle d'Aosta e uno dei massimi esperti sull'arco alpino. "Non e' comunque normale costruire un Resort allo sbocco inconoide di un canalone, anche se vanno fatte valutazioni complessive. Ci vorrebbe uno studio per capire quanto quell'area sia potenzialmente pericolosa". "In certe zone a rischio - ha aggiunto - occorre fare valutazioni su eventuali misure come opere paravalanghe, ma occorre considerare anche provvedimenti gestionali delle strutture come l'evacuazione e la chiusura, per i quali sono insorti problemi legati all'emergenza".

14:16Moto: Ducati svela la Desmosedici 2017,riflettori su Lorenzo

(ANSA) - BOLOGNA, 20 JAN - Una gestione diversa della rigidità del telaio per un ingresso più veloce in curva e il lavoro sul 'primo tocco di gas', in aggiunta alle modifiche invisibili a motore ed elettronica. Ma sono soprattutto la bandiera spagnola e il numero 99 sulla carena i segni distintivi della Ducati Desmosedici 2017, la nuova creatura della casa di Borgo Panigale che affronterà il prossimo MotoGp. Il numero è quello di Jorge Lorenzo, il cinque volte campione del mondo che quest'anno difenderà i colori della 'Rossa' assieme al confermato Andrea Dovizioso. La creatura della Ducati è stata svelata ufficialmente nell'Auditorium della casa bolognese, in diretta streaming. "Siamo pronti per una sfida superiore, il compito è quello di riportare il Mondiale in Italia", dice l'ad Ducati Corse Claudio Domenicali che ha voluto anche dedicare un pensiero alle vittime del terremoto del Centro Italia. "Abbiamo preso Lorenzo, via tutte le scuse, questa dev'essere la mentalità giusta", ha aggiunto il dg Ducati Corse Gigi Dall'Igna. (ANSA).

14:08Presidente Umbria segue situazione Hotel Rigopiano

(ANSA) - PERUGIA, 20 GEN - La presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini è in costante contatto con le autorità e i soccorritori impegnati per la slavina che ha travolto l'Hotel Rigopiano in seguito alla quale è disperso anche il ternano Alessandro Riccetti. Al momento però sulla situazione non si sono appresi ulteriori particolari. "Seguiamo con attenzione il lavoro professionale e complesso dei soccorritori all'hotel Rigopiano" ha scritto Marini sul suo profilo Facebook. "Apprensione per le persone coinvolte - ha aggiunto -, ospiti e lavoratori dell'albergo. Grande ansia per Alessandro Riccetti, giovane ternano addetto alla reception del resort. Alla mamma Antonella ed ai fratelli di Alessandro voglio trasmettere l'affetto e la vicinanza insieme alla speranza di tutta la nostra gente, dell'Umbria tutta".

13:58Siria: vicepremier turco, accettare accordo con Assad

(ANSAmed) - ROMA, 20 GEN - Anche se la colpa del conflitto in Siria è "di Assad", la Turchia deve essere "realistica", accettando che "i fatti sul terreno sono cambiati drasticamente", e quindi "non può più insistere su un accordo senza Assad". Lo ha detto il vicepremier turco Mehmet Simsek, intervenendo al World Economic Forum di Davos, in Svizzera. Ankara, ha aggiunto, nutre "forti speranze" sui colloqui sul futuro della Siria, previsti dalla prossima settimana ad Astana, sotto gli auspici di Turchia, Russia e Iran.

13:57Boldrini, investire di più in messa sicurezza territorio

(ANSA) - LECCE, 20 GEN - "Per troppi anni non abbiamo rispettato il territorio, abbiamo pensato che si poteva costruire ovunque, non é così. Dobbiamo avere una politica più attenta al territorio, investire di più nella messa in sicurezza del territorio". Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini a Lecce. "Credo che la più grande opera pubblica che l'Italia debba fare sia quella d'investire nella messa in sicurezza del territorio, dobbiamo mettere al centro un'attività che sia mirata al rispetto del territorio. Bisogna fare politiche ambientali - ha aggiunto Boldrini - per consentire di vivere in sicurezza, dopodiché intorno a questo si può anche pensare di rivedere gli assetti del sistema di gestione dell'emergenza e dei soccorsi, ma prima di tutto bisogna capire che dobbiamo investire di più in questo ambito".

13:56Hotel Rigopiano: dispersa coppia di Monterotondo

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - C'è anche una coppia della provincia di Roma, tra i dispersi dell'hotel Rigopiano travolto e devastato da una valanga. Lei, Valentina Cicioni, di Mentana, è infermiera al Policlinico Gemelli di Roma; lui, Giampaolo Matrone, è titolare di una pasticceria a Monterotondo. L'ultima foto postata dalla donna sui social è del 17 gennaio, alle 22,21, ed è localizzata proprio al Rigopiano; ritrae una intensa nevicata con la didascalia "Nevica poco". Amici e conoscenti hanno lasciato finora oltre 150 commenti di incoraggiamento, preghiere, ma anche cuoricini ed emoticon in lacrime. Gli ultimi messaggi sono di pochi minuti fa: "Ragazzi, novità nessuna ancora?" "Sembra proprio di no" risponde un altro utente. La notizia che la coppia sia tra i dispersi, anticipata da alcuni quotidiani, è stata confermata dal Comune di Monterotondo. La loro figlia piccola non era con loro, ma a casa con i nonni. La coppia è conosciuta: la pasticceria di Matrone è nel centro di Monterotondo.

Archivio Ultima ora