Piaf, voz y delirio se estrena en el Teatro de Chacao

Pubblicato il 04 ottobre 2016 da redazione

Mariaca Semprún representa en gesto y movimiento a esta legendaria cantante francesa, en un fascinante musical dirigido por Miguel Issa y escrito por Leonardo Padrón, que cautivará al público venezolano

Mariaca Semprún representa en gesto y movimiento a esta legendaria cantante francesa, en un fascinante musical dirigido por Miguel Issa y escrito por Leonardo Padrón, que cautivará al público venezolano

CARACAS. – “La vida en Rosa”, “Milord”, “No me arrepiento de nada”, “Los amantes de París”, “La foule”, “Padam ” o “Himno al amor”, son algunas de las melodías que forjaron el legado de la irremplazable artista cuya vida y obra nutren Piaf, voz y delirio, espectáculo musical que en octubre llega a la escena caraqueña.

Mariaca Semprún representa a la legendaria cantante cuya vida inspira este musical que aborda el drama, el amor, la pasión, el dolor y la nostalgia que poblaron la existencia de quien, aunque pareciera haber nacido para las despedidas, dejó su sonrisa, brillante mirada y una voz que aún conmueve y trasciende.

Luego de interpretar exitosamente a La Novicia Rebelde, Hannah Arendt y La Lupe, Semprún se enfrenta a su mayor desafío actoral y musical en esta propuesta original dirigida por Miguel Issa y escrita por Leonardo Padrón, que indaga a profundidad en el gesto y movimiento característicos del estilo interpretativo de la musa del París existencialista de los años cincuenta, cuyo aspecto desvalido y desgarradora voz han trascendido generaciones y le valieron el nombre por el que es universalmente conocida: Piaf (gorrión).

A través de un recorrido por las canciones de La Môme, la audiencia se acercará a una historia donde la ingenuidad, el temperamento, la pureza, la desolación, el amor, la pasión, el desamor y la tristeza son razones suficientes para vivir intensamente y entregarse a un público que la idolatró.

La talentosa actriz y cantante caraqueña confiesa que desde niña se ha sentido atraída por la vida y la voz de esta artista y por eso es un sueño realizado interpretarla. “Ya llevamos varios meses trabajando, cuidando cada detalle, cuidando cada gesto, buscando capturar su esencia, no para imitarla, lo cual es imposible, sino para retratar en escena todos los matices de su personalidad maravillosa…”.

La vida en Piaf

En cada canción, Édith Giovanna Gassion la Piaf, trasportaba al espectador a un microcosmos poblado por las contradicciones de su personalidad y del complejo entorno social de su época.

A más de un siglo de su nacimiento, el 19 de diciembre de 1915, es una de las divas innegables del siglo XX. Su madre, una cantante ambulante de origen italiano, no pudo llegar al hospital y dio a luz en plena calle, sin la ayuda de su esposo, un acróbata callejero. Incapaz de hacer frente a su crianza, es abandonada por sus padres.

Lo que la llevó a pasar su infancia entre circos errantes y prostíbulos, hasta que en 1929, a los 14 años, decidió dejar atrás su vida de miseria e irse a los cabaret de los suburbios parisinos a probar suerte como cantante. Tres años más tarde, a los 17, tuvo su primer hijo con el ‘chico de los recados’, una niña llamada Marcelle que murió a los dos años de una meningitis.

A los 20 años grabó su primer disco, ‘Les Mômes de la cloche’, de la mano del productor Louis Leplée, su mentor. El asesinato de este por su vinculación con negocios ilícitos truncó temporalmente la carrera de quien cimentaría su gloria en los años cincuenta y tempranos sesenta hasta llegar a ser reconocida, años más tarde, como la gran dama de la chanson française, mujer de arrolladora personalidad, amiga cercana de grandes intelectuales como Jean Cocteau, y responsable de lanzar a la fama a talentosos artistas como Yves Montand, Charles Aznavour, Georges Moustaki, Gilbert Becaud o Theo Sarapo.

Este ambicioso montaje – que tributa y recrea su controversial historia y ofrece, en escena, parte de un legado que está en la memoria musical del mundo – cuenta con la producción ejecutiva de Mariángel Álvarez y la producción general de Claudia Salazar Gómez, de Clas Producciones, quienes lideran un equipo técnico que tiene en el diseño de escenografía y producción artística de Alfredo Correia; en el diseño de iluminación a Ernesto Pinto; a Raquel Ríos en el diseño de vestuario y a Eduardo Arias en el video.

Imprescindible viaje por sus pasiones y canciones, en una propuesta escénica que hará sentir su presencia intensa, envolvente, dramática y poética, Piaf, voz y delirio tiene el aporte del pianista Hildemaro Álvarez, en la dirección musical de una banda integrada por seis destacados músicos: Federico Ruiz, Carlos “Nené” Quintero, Chipi Chacón, Eric Chacón, Carlos Rodríguez y Eddy Cordero.

En su temporada de estreno de Piaf, voz y delirio se presentará del 13 al 30 de octubre en el Teatro de Chacao. Las entradas están a la venta en las taquillas del Teatro, ubicado en la avenida Tamanaco, El Rosal, martes a domingo e 10:00 a.m. a 7:00 p.m., o a través de www.ticketmundo.com.

Ultima ora

13:51Promoter uccisa: ottava versione indagato, sono stato io

(ANSA) - BUSTO ARSIZIO (VARESE), 13 DIC - "Ho fatto tutto da solo e non per denaro". Sarebbe questa l'ottava versione resa da Vito Clericó, 65 enne di Garbagnate Milanese (Milano) sulla morte di Marilena Rosa Re, la promoter di 58 anni di Castellanza (Varese), uccisa e decapitata lo scorso 30 luglio. Il 65enne, in carcere con l'accusa di aver commesso il delitto perché non aveva da restituire alla donna un ingente somma di denaro, e di aver anche occultato il suo cadavere decapitato nel suo orto di Garbagnate, dopo aver confessato e ritrattato più volte incolpando del delitto un "misterioso uomo corpulento", ha nuovamente ammesso le sue responsabilità. Per i suoi legali, sarebbe ora pronto a raccontare alla Procura la verità. "Abbiamo chiesto un nuovo interrogatorio e ci aspettiamo la convocazione per la prossima settimana" ha dichiarato il difensore Franco Rovetto che ha aggiunto che "inoltre sottoporremo Clericó a visita psichiatrica in carcere e valuteremo poi la richiesta di un eventuale incidente probatorio".

13:48M5s: Toninelli, Berlusconi? Anziano signore che fa battute

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Dice che sente il bisogno di scendere in campo per salvare l'Italia dal Movimento Cinque Stelle? Mi fa quasi simpatia, alla fine è un anziano signore che fa battute, anche se gli consiglio di aggiornarle un po', visto che sono sempre le stesse". Così Danilo Toninelli (M5s) ai microfoni di Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano. "Dai giorni in cui firmò il contratto con gli italiani, senza mantenerne nessun punto. Ma di cosa stiamo parlando? Ha approvato la legge Fornero. Berlusconi non ci tange minimamente, mi dispiace ci sia ancora qualcuno disposto a credergli, basterebbe andare su Google e guardare la sua carriera politica e le indagini giudiziarie che lo hanno riguardato. E' un condannato per una frode fiscale. Diciamo - aggiunge Toninelli - che il suo curriculum non è quello del salvatore della patria, ma del rovinatore della patria".

13:42M5S: Casaleggio, su orari negozi visione Calenda inadeguata

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il ministro Calenda ha criticato l'appello di Luigi Di Maio ad approvare la legge sulle chiusure festive (votata anche da partiti presenti nel suo stesso governo) dicendo che così si fa un regalo ad Amazon. È una visione molto semplicistica e inadeguata a comprendere il fenomeno. Non si può essere esperti di tutto". Lo afferma, in un post su facebook, Davide Casaleggio replicando alle dichiarazioni di ieri a Porta a Porta sulla proposta M5S di non tenere sempre aperti i negozi nelle festività. "E' proprio durante il suo mandato che il retail italiano ha continuato a perdere. Gli unici ad aver guadagnato sono le societa della grande distribuzione estera, in particolare francese e tedesca. Le regole che difende Calenda privilegiano solo la grande distribuzione, in particolare estera, che può permettersi i turni", attacca Casaleggio.

13:40Elezioni: Salvini, ok se 4 marzo ma anche election day

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Votare il 4 marzo? Ci va benissimo: prima si vota, meglio è". Il segretario della Lega, Matteo Salvini, ha commentato così l'ipotesi di convocazione delle elezioni politiche il 4 marzo. Contattato in proposito, Salvini ha aggiunto di essere pero' anche "favorevole all'election day: bisogna votare lo stesso giorno anche per le Regionali, non farlo sarebbe uno spreco di denaro, una follia".

13:37Assenteismo, indagato comandante vigili urbani Arzachena

(ANSA) - ARZACHENA, 13 DIC - Dovrà rispondere di truffa aggravata e continuata ai danni del Comune di Arzachena, in Gallura, e di una lunga serie di reati tra cui l'abuso di atti d'ufficio, peculato e omessa denuncia. Questa mattina gli uomini della Guardia di Finanza di Olbia, guidati dal comandante Marco Salvagno, hanno notificato l'obbligo di firma al comandante della polizia locale di Arzachena Andrea Becciu, in carica dal 2015. Secondo le indagini,coordinate dal procuratore della Repubblica di Tempio Pausania, Gianluigi Dettori, era solito assentarsi numerose ore al giorno dall'ufficio per motivi privati di varia natura, in molte occasioni anche fuori Arzachena, timbrando il cartellino in orari in cui non vi era la presenza dei suoi collaboratori, così che nessuno potesse rilevare eventuali irregolarità. Ma da diverso tempo gli spostamenti del comandante erano tenuti sotto controllo dai militari delle fiamme gialle anche attraverso telecamere e dispositivi Gps nascosti nelle automobili in uso al funzionario. In alcune occasioni, prevalentemente nei giorni festivi, Becciu, dopo aver timbrato il cartellino lasciava il Comando per raggiungere le spiagge della Costa Smeralda. (ANSA).

13:36Modella rapita: Corte, la vittima non sarà ascoltata in aula

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Non verrà sentita la modella inglese Chloe Ayling nel processo a carico di Lucasz Herba, il 30enne polacco di Birmingham che l'avrebbe sequestrata e poi liberata, per metterla all'asta e accreditarsi così sul 'deep web' come persona in grado di offrire servizi illegali. Per il rilascio i due avevano anche chiesto un riscatto, senza ottenerlo. La Corte d'Assise di Milano ha bocciato la richiesta avanzata dalla difesa dell'imputato, l'avvocato Katia Kolakowska, che ha chiesto di ascoltare in dibattimento la giovane, già sentita in incidente probatorio. Istanza a cui si è opposto anche il legale della parte civile, Francesco Pesce, che ha sostenuto che la ventenne "non vuole tornare in Italia e vedere ancora il viso del suo sequestratore". Da quanto riferito, la giovane risiede in Gran Bretagna, ma è tornata in Italia per un'intervista con la televisione australiana. I giudici d'Assise hanno aggiornato l'udienza al 7 febbraio per l'esame dei primi testi del pm e hanno ammesso l'interrogatorio dell'imputato.

13:34Maltempo: tamponamento su A12 dopo grandinata, 20 feriti

(ANSA) - LA SPEZIA, 13 DIC - Un tamponamento a catena, causato probabilmente dal manto stradale reso viscido da un'improvvisa grandinata, ha coinvolto stamani una decina di auto sull' autostrada A12 tra Deiva Marina e Carrodano provocando una ventina di feriti lievi. L'autostrada è rimasta chiusa per circa due ore. Una parte dei feriti sono stati trasportati in codice giallo o verde dalle ambulanze nei pronto soccorso degli ospedali della Spezia, Sarzana e Lavagna, mentre altre dieci persone sono state assistite sul posto. Sul luogo dell' incidente, oltre ai vigili del fuoco di Brugnato e di Chiavari, anche la Polizia stradale della Spezia. Prima della riapertura del tratto si sono formate code di circa cinque chilometri.

Archivio Ultima ora