Gb: Farage esclude ritorno alla guida dell’Ukip

(ANSA) – LONDRA, 5 OTT – Nigel Farage esclude il suo ritorno alla guida dell’Ukip, “nemmeno per 10 milioni di dollari”. E’ quanto ha dichiarato l’eurodeputato britannico, che di recente ha partecipato alla campagna del candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump, dopo le dimissioni a sorpresa di Diane James, la leader degli euroscettici succeduta appena 18 giorni fa proprio a Farage. Continua così la crisi del partito di destra che dopo la vittoria al referendum del 23 giugno sulla Brexit rischia di dissolversi tra divisioni e diserzioni avendo ormai esaurito la sua ragione sociale. Anche se Farage si è chiamato fuori da una nuova corsa alla leadership in realtà, sottolineano alcuni media del Regno Unito, l’ipotesi resta aperta, o per lo meno ci potrebbe essere per lui un ruolo ‘ad interim’. In proposito si è espresso il presidente dell’Ukip, Paul Oakden, secondo cui il ‘tribuno’ euroscettico “è pronto a servire in ogni modo il partito” e “al momento tutto è possibile”.

Condividi: