Cenda: necessari 561mila bolívares per mandare un figlio a scuola

Pubblicato il 05 ottobre 2016 da redazione

Cenda: necessari 561mila bolívares per mandare un figlio a scuola

Cenda: necessari 561mila bolívares per mandare un figlio a scuola

CARACAS – Sempre più costoso mandare un figlio a scuola. Stando al “Centro de Documentación y Análisis de la Federación Venezolana de Maestros”, l’acquisto di quaderni, libri, matite penne e uniformi rappresenta per un genitore un costo di circa 561mila 983 bolívares. E cioè, un incremento di 345mila bolívares circa in un anno (settembre 2015-settembre 2016).

Il Cendas ha preso come riferimento tre categorie: il bambino dell’asilo, quello delle elementari e, quindi, l’adolescente del liceo. Per i genitori che hanno un figlio in asilo, l’investimento minimo è di 166 mila 982 bolívares (54mila per quaderni, matite, penne; 2mila 217 per i libri e 110mila per l’uniforme).

Per il giovane studente delle elementari il costo, per i genitori, si aggira sui 159mila 550 bolívares (17mila per quaderni, penne, matite, compassi e via dicendo; 16mila per i libri e 125mila per l’uniforme)

La spesa, poi, che deve affrontare una famiglia con un figlio al liceo raggiunge i 235mila 451 bolívares (69mila per quaderni, penne, matite e così via; 47mila per i libri e 118mila per l’uniforme)

Il Cenda, nel suo “dossier” spiega che per affrontare la spesa che richiede uno studente ci vorrebbero 24,9 salari, considerando che quello di un operaio è di 22mila 576 bolívares. Riportando poi il costo in dollari, al tasso di 700 bolívares per dollaro, la spesa per far studiare un figlio sarebbe di circa 800 dollari.

Ultima ora

21:35Referendum: alle ore 19 ha votato il 57.24%

(ANSA) - ROMA, 4 DIC - E' stata del 57.24% l'affluenza alle ore 19 in Italia per il referendum. Lo si rileva dal sito del Ministero dell'Interno.

21:29F1: Marchionne, da cambio regole 2017 mi aspetto vantaggi

(ANSA) - DAYTONA (FLORIDA), 4 DIC - I cambiamenti di regole di F1 nel 2017 secondo Sergio Marchionne avranno potenzialmente effetti positivi sulla Ferrari. "E' un vantaggio - ha detto il presidente - anche se ci sono svantaggi enormi perché stanno scombussolando tutto il sistema di gestione. Chi ha avuto il lusso di poterci lavorare prima perché stava vincendo già nel 2016 certamente è avvantaggiato. L'impegno c'è, su carta dovrebbe essere una scelta positiva, dipende da quanto tempo ci hanno messo gli altri sulla macchina: se stanno lavorando già da un anno cambiano un po' le carte". Tra i cambiamenti 2017 anche le Gomme Pirelli; cambieranno mescole e misure, e forse nel 2017 non hanno reso molto le gomme con la Ferrari. "La mescola è identica per noi, Red Bull, Mercedes e non credo che si possa accusare la Pirelli di non aver favorito la Ferrari. Credo che la colpa non sia loro ma solo nostra se non abbiamo saputo sfruttare le gomme come i nostri avversari".

21:25Referendum: grandi città ore 19, Milano 60.9%, Roma 55.9%

(ANSA) - ROMA, 4 DIC - Nelle grandi città la maggiore affluenza per il referendum è stata registrata a Milano dove alle 19 ha votato il 60,9% degli aventi diritto. A Roma la percentuale dei votanti è del 55,9%, a Torino del 57,3%. Minore l'affluenza al sud: a Napoli ha votato il 42,9%. A Palermo alle urne è andato il 47%. Tra gli altri capoluoghi si registra il record di Firenze dove ha votato il 67.3% e Bologna dove ha votato il 65.3%. A Bari alle urne è andato il 52.2%; a Catanzaro l'affluenza è stata del 49%, a Reggio Calabria del 46.8%; a Cagliari ha votato il 54.2%.

21:18Calcio: Belotti al Toro fino al 2021, clausola 100 mln

(ANSA) - TORINO, 4 DIC - Andrea Belotti ha rinnovato, adeguandolo, il contratto col Torino fino al 2021. L'annuncio è arrivato questa sera, dal palco del PalaAlpitour di Torino, dopo aver ricevuto il riconoscimento di "Torinese dell'Anno 2016". "Sono lieto di dirvi che abbiamo rinnovato il contratto con il nostro Belotti fino al 2021 e gli abbiamo messo una clausola rescissoria, solo per l'estero, di 100 milioni", ha detto il presidente del club, Urbano Cairo.

20:58F1: Marchionne, “sorpreso da Rosberg, ma per noi non cambia”

(ANSA) - DAYTONA (FLORIDA), 4 DIC - "Sono rimasto sorpreso dall'annuncio di Nico Rosberg. Il suo addio alle corse mi ha colpito emotivamente". L'Ad di Fca e presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, ha commentato così la decisione del pilota della Mercedes che ha smosso le acque della F1 con possibili effetti su Maranello. "Ma non mi aspetto che la Mercedes possa essere più debole senza Rosberg. Spero piuttosto che la Ferrari sarà più forte". Non teme un effetto domino dopo che il sedile più importante della F1 è rimasto vacante? "Per noi no, abbiamo tutti e due i piloti che ormai sono sotto contratto fino al 2017. Quello che succede dopo non lo so, credo che molto dipende da come gestiamo noi la stagione 2017. Se ripetiamo il 2016, non credo che avremo la possibilità di attirare piloti di eccellenza, che dipende da quello che facciamo in pista".

20:48Patriarca russo consacra mega-chiesa a Parigi

(ANSA) - PARIGI, 4 DIC - Il patriarca della Chiesa ortodossa russa Kirill ha consacrato oggi a Parigi la nuova imponente chiesa della Santa Trinità, situata sulle rive della Senna vicino alla Torre Eiffel e diventata un controverso simbolo dell'influenza del presidente russo Vladimir Putin in Europa. Kirill, stretto alleato di Putin, ha celebrato la complessa e lunga cerimonia nella cattedrale il cui cuore è la cupola d'oro da 100 milioni di euro. Ma il complesso, di proprietà del governo russo, comprende anche un centro culturale e una scuola. Le celebrazioni durate diverse ore hanno visto la consacrazione dell'altare, una processione nel giardino e intorno all'edificio, la consegna delle reliquie. Un coro di soli uomini e profumo di incenso hanno accompagnato la sentita partecipazione della grande comunità russa in Francia, anche se alla cerimonia, per motivi di sicurezza, si è potuto assistere solo se si era in possesso di un invito.

20:39F1: Raikkonen, Rosberg? Io e Vettel contratto con la Ferrari

(ANSA) - DAYTONA (FLORIDA), 4 DIC - "Non si sa quali siano i piani dei nostri avversari, e comunque per quello che ci riguarda dobbiamo guardare a noi. Al nostro lavoro. Per quanto riguarda l'addio alle corse di Nico Rosberg e alla possibile girandola di piloti, non è un segreto per nessuno che sia io che Vettel abbiamo un contratto in Ferrari per la prossima stagione". Il pilota finlandese Kimi Raikkonen ha commentato così le prospettive 2017 e le conseguenze dell'addio choc di Rosberg in una conferenza stampa a Daytona dove partecipano alle Finali Mondiali Ferrari 2016 con una dimostrazione con le macchine di F1.

Archivio Ultima ora