Museo dell’Emigrazione, il FAIM si rivolge al Ministro Dario Franceschini per sostenere la candidatura di Belluno

Pubblicato il 05 ottobre 2016 da redazione

Museo dell’Emigrazione

Museo dell’Emigrazione

ROMA. – In molte nazioni del mondo le associazioni del Triveneto stanno raccogliendo le firme a sostegno della petizione online lanciata per sostenere la richiesta di ospitare in Veneto un settore del Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana, quello riguardante il Distretto del Triveneto stesso. Come si può intuire, le adesioni alla petizione non provengono soltanto dai cittadini emigrati veneti o di discendenza veneta, molti infatti sono semplicemente italiani emigrati che nutrono un affetto profondo per l’Italia.

Per molti decenni sull’emigrazione italiana all’estero è stato steso un velo di oblio, tanto che soltanto a due anni dal 150° anniversario dell’Unità d’Italia Roma ha ospitato il Museo dell’Emigrazione Italiana. Museo che ora è stato trasferito a Genova, dove sono in corso i preparativi per farlo funzionare.

Negli ultimi 30-40 anni vi è stato indubbiamente un risveglio d’interesse e una crescita esponenziale delle attenzioni verso l’emigrazione italiana, sia sotto il profilo storico che sociale e politico, da cui deriva anche la richiesta di una maggiore presenza museale.

Il Forum delle Associazioni Italiane nel Mondo (costituito a fine aprile 2016 come sancito dagli Stati Generali delle Associazioni italiane nel mondo, che il 3 e 4 luglio 2015 avevano riunito a Roma il composito modo dell’associazionismo dell’emigrazione italiana), con le oltre 70 associazioni e confederazioni che ne fanno parte, ha sottoscritto la petizione lanciata dall’Associazione Bellunesi nel Mondo e la candidatura di Belluno ad ospitare il settore del MEI riguardante il Distretto del Triveneto.

“Non vorremmo mancare – scrive il FAIM al Ministro Franceschini – di sottolineare il grandissimo contributo dato dall’emigrazione veneta allo sviluppo della propria Regione e all’Italia intera. Proprio dal Veneto e dal Trentino iniziò oltre 150 anni fa l’esodo che avrebbe portato più di 29 milioni d’italiani in ogni parte del mondo. Ancora oggi – prosegue il FAIM – sono più di 5 milioni i veneti, tra iscritti all’AIRE, oriundi e discendenti, che vivono stabilmente all’estero e hanno rapporti affettivi ed economici con l’Italia e con la loro Regione di origine, grazie anche ad una rete associazionistica ineguagliabile”.

L’Associazione Bellunesi nel Mondo, nata esattamente 50 anni fa a seguito della tragedia avvenuta a Mattmark, in Svizzera, dove persero la vita 56 italiani di cui 17 bellunesi, si distingue per il grande e qualificato protagonismo con cui opera per mantenere vivo il legame culturale e affettivo con i propri corregionali emigrati, in particolare sul versante delle giovani generazioni. “Ma anche nella difesa dei diritti civili, l’ABM è stata spesso di esempio per molti di noi”, sottolinea ancora il FAIM.

La richiesta proveniente da Belluno è comprensibile, tanto più che dal 2013 l’associazione ospita il Museo Interattivo delle Migrazioni (MIM), che ha sviluppato elevate capacità di gestione museale, un forte collegamento con la rete di associazioni territoriali, nonché la produzione di materiali didattici utilizzabili per gli alunni delle scuole elementari, medie e superiori dell’Italia.

“Abbiamo fiducia – conclude il FAIM rivolgendosi al Ministro – nelle sue conoscenze dirette del mondo dell’emigrazione italiana e siamo convinti che riserverà l’attenzione dovuta ad una richiesta caldeggiata e sostenuta, oltre che dai proponenti, da un’intera Regione e da molte associazioni operanti all’estero”.

(Franco Narducci – Portavoce del Faim)

Ultima ora

09:16Catalogna:morto procuratore capo Madrid,accusò secessionisti

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - E' morto sabato in Argentina, dove aveva accusato un malore, il procuratore capo dello stato spagnolo Josè Manuel Maza, che aveva guidato l'accusa contro i leader secessionisti catalani. Lo riferisce El Pais. Maza, 66 anni, si era sentito male - soffriva di diabete - durante una riunione delle procure ibero-americane a Buenos Aires ed i medici gli avevano consigliato il ricovero. Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha espresso le condoglianze del governo alla famiglia, agli amici ed ai suoi colleghi. Maza aveva chiesto tra l'altro l'incriminazione per sedizione dei leader delle istituzioni catalane, a partire da Carles Puigdemont, dopo la proclamazione dell'indipendenza.

08:43Usa: Casa Bianca, telefonata Trump-Macron su Libano e Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 19 NOV - Donald Trump ha parlato sabato con il presidente francese Emmanuel Macron della situazione in Libano e in Siria. Entrambi i presidenti, riferisce la Casa Bianca, "hanno concordato sulla necessità di lavorare con gli alleati per contrastare le attività destabilizzanti di Hezbollah e dell'Iran nella regione".

08:38Argentina:registrati tentativi chiamate da sottomarino

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Sette tentativi di chiamate satellitari provenienti dal sottomarino argentino disperso nell'Atlantico sono state registrate tra le 10:00 e le 15:00 di sabato. Lo rendono noto i media locali citando il ministero della Difesa argentino. Al momento si sta lavorando per cercare di utilizzare i segnali per determinare la posizione del sottomarino disperso al largo della Patagonia.

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

Archivio Ultima ora