‘Verrà momento armi’, bufera su capo gabinetto sindaco Ln

(ANSA) – CASCINA (PISA), 5 OTT – “Libertà e vendetta per Di Stefano. Verrà il momento delle armi”. E’ la frase choc postata nei giorni scorsi sul suo profilo Facebook da Lorenzo Gasperini, consigliere comunale della lega Nord a Cecina (Livorno), ma soprattutto capo di gabinetto del sindaco leghista di Cascina (Pisa), Susanna Ceccardi, che ha fatto infuriare il Pd locale spingendo il partito a chiederne le dimissioni immediate dal suo incarico. Nel suo post, Gasperini intendeva solidarizzare con Simone Di Stefano, leader di Casapound e candidato sindaco a Roma, dopo il suo arresto perché ha tentato di impedire uno sgombero con la forza pubblica. “L’occupazione è violenza, è prevaricazione, è illegalità”, afferma quindi il sindaco leghista, Susanna Ceccardi, dopo il post del suo capo di gabinetto. “Ci tengo a ribadire – spiega Ceccardi sul suo profilo Fb, senza mai citare esplicitamente Gasperini e il Casapound – che la risposta all’emergenza abitativa non può e non deve essere l’occupazione abusiva degli immobili”.

Condividi: